PERSEGUITAVANO GLI AMICI DI BUONAMANO, ARRESTATI DI SILVIO E CIARELLI

12/08/2010 di

Sequestravano e picchiavano alcuni giovani del capoluogo, gettandoli nel letame, chiudendoli in una stalla e costringendoli a versare somme di denaro dietro la minaccia di ucciderli. Con le accuse di sequestro di persona, estorsione e lesioni personali sono stati arrestati all’alba cinque esponenti del clan Ciarelli-Di Silvio.

arrestati_ciarelli_disilvio

I NOMI – Gli arrestati sono Ferdinando Ciarelli, 28 anni, Carmine Di Silvio, 37 anni, Pasqualino Di Silvio, 22 anni, Vincenzo Falzarano, 27 anni, e Fabio Di Stefano, 19. Vittime delle aggressioni erano alcuni giovani di Latina, colpevoli, secondo gli arrestati, di essere amici di Fabio Buonamano, detto “Bistecca”, ucciso il 26 gennaio scorso a Latina, per il cui omicidio sono stati arrestati nei mesi scorsi Giuseppe Di Silvio, detto «Romolo», e Costantino Di Silvio, conosciuto nell’ambiente come «Patatone». 

L’OPERAZIONE – Il blitz di questa mattina, condotto dalla squadra mobile di Latina e coordinato dal servizio centrale operativo con il supporto del reparto prevenzione crimine e delle unità cinofile, è scattato nell’ambito delle indagini per risalire al movente e ai responsabili degli omicidi di Fabio Buonamano e Massimiliano Moro e del tentato omicidio di Carmine Ciarelli.

CLAN SOTTO SCACCO – L’ordinanza del Gip, che ha portato agli arresti di Ferdinando Ciarelli (figlio di Carmine), Carmine Di Silvio (fratello di Romolo, arrestato per il delitto Buonamano), Pasqualino Di Silvio, Vincenzo Falzarano e Fabio Di Stefano (convivente della figlia di Romolo), indica un chiaro sodalizio tra i due clan nomadi del capoluogo pontino nell’esercitare l’attività estorsiva. Menti dell’organizzazione sono considerati proprio Ferdinando Ciarelli e Carmine Di Silvio, mentre gli altri componenti del gruppo si occupavano di riscuotere il denaro, di minacciare e picchiare le vittime, che a volte restano segregate per ore o per interi giorni nelle stalle di cavalli di proprietà delle due famiglie. «Con questa operazione – ha commentato il capo della Squadra mobile Cristiano Tatarelli – gli esponenti più importanti e pericolosi dei due clan sono tutti in carcere».

L’INVITO DELLA POLIZIA: DENUNCIATE OGNI EPISODIO  –  “Riteniamo che ci siano ancora episodi non denunciati – ha detto il dirigente della Squadra Mobile Cristiano Tatarelli – Le vittime finora individuate hanno pagato decine di migliaia di euro, ma questa è solo una parte, riteniamo che ci siano ancora molte persone sottoposte a usura o estorsione. L’invito è a farsi avanti e a denunciare”.

  1. Ragazzi a me personalmente non risulta che Romolo di Silvio indagato per concorso in omicidio e non solo sia libero e tantomeno con la facolt

  2. guardate che sono tutti in carcere… tutti i ciarelli e tutti i Di Silvio… non facciamo sempre i disfattisti

  3. proprio tutti no, ne mancano ancora diversi… ma voglio essere fiducioso.

  4. Il di silvio in giro con la SLK per gionchetto (per poco non mi prendeva in pieno proprio qualche giorno fa, per una sua – ovvio – mancata precedenza) era proprio carmine, somiglia molto al fratello… [u]per qualche giorno [/u] si star

  5. organizzare di nuovo le squadriglie e ammazzarli tutti questi 4 zingari…!!! Latina

  6. Invitiamo i lettori a rispettare il regolamento del sito. I messaggi offensivi saranno [b]immediatamente cancellati[/b] e gli autori rischiano di essere bloccati dal sito.

    Grazie per la collaborazione
    Latina24ore.it

  7. ke kazzo c entra il latina calcio cn qst arresti?fatevi i cavoli vostri ogni tanto x favore invece d parlae sempre di cose che nn sapete !

  8. Ricordiamoci sempre di ringraziare la polizia e i carbinieri per il lavoro che fanno, anche se spesso il loro lavoro

  9. Ricordiamoci sempre di ringraziare la polizia e i carbinieri per il lavoro che fanno, anche se spesso il loro lavoro

  10. Ricordiamoci sempre di ringraziare la polizia e i carbinieri per il lavoro che fanno, anche se spesso il loro lavoro

  11. Ricordiamoci sempre di ringraziare la polizia e i carbinieri per il lavoro che fanno, anche se spesso il loro lavoro

  12. Ricordiamoci sempre di ringraziare la polizia e i carbinieri per il lavoro che fanno, anche se spesso il loro lavoro

  13. Ricordiamoci sempre di ringraziare la polizia e i carbinieri per il lavoro che fanno, anche se spesso il loro lavoro

  14. Ricordiamoci sempre di ringraziare la polizia e i carbinieri per il lavoro che fanno, anche se spesso il loro lavoro

  15. Ricordiamoci sempre di ringraziare la polizia e i carbinieri per il lavoro che fanno, anche se spesso il loro lavoro

  16. la rovina di tutti i cittadini di latina sono i loro avvocati farabutti mascalzoni e corrotti

  17. ……..mi meraviglio dell’ignoranza di latina…………il vero marciume nn sono gli zingari ma la gente per bene che tutti i giorni salutiamo rispettiamo magari perche’ ricoprono cariche importanti che si nascondono dietro i nomi dei delinquenti per agire.
    e poi e’ vero prestano soldi alla gente ma perche’ nn li scrivono inomi di chi li denuncia ……beh perche’nn ce n’e uno che sia pulito a sua volta una persona come dicono i giornali imprenditori e povera gente nn va’ dagli zingari a chiedere soldi………………..ve lo assicuro ci dovrebbe essere una pena anche per chi chiede i soldi in prestito.anche io mo gli chiedo 100000 euro poi denuncio cosi’ me intasco i soldi e chi se’ visto se’ vistooooooooooooooooooono??

  18. Mr. BBBB non ho capito molto del tuo passaggio,ma ti invito a razionalizzare un po’ di pi

  19. Latina fascista… :o
    casapound :o :o :o ma cosa scrivi! ;D
    beh meglio non “commentare” 8)