LETTERE DI FAZZONE A BATTIGAGLIA, ATTI IN PROCURA: IL SENATORE POTREBBE ESSERE INDAGATO

19/01/2010 di

Il giudice Tiziana Coccoluto ha rinviato a giudizio Benito Battigaglia, ex manager della Asl di Latina, e i quattro componenti della commissione d’esame per il concorso di radiologia alla Asl finito sotto inchiesta per le presunte raccomandazioni.

Claudio FazzoneL’inchiesta fu aperta dopo la scoperta di alcune lettere di segnalazione inviate da Claudio Fazzone a Benito Battigaglia. Sotto accusa l’assunzione di cinque tecnici di Radiologia alla Asl di Latina, “segnalati” a Battigaglia.

La novità, di certo clamorosa, è che il gup Tiziana Coccoluto ha disposto, oltre al rinvio a giudizio, anche la trasmissione degli atti alla Procura per “valutare la posizione di Claudio Fazzone” nel frattempo diventato senatore del Pdl. La Procura ora dovrà vagliare il caso ed eventualmente disporre nuove indagini. Nella prima inchiesta la posizione di Fazzone non fu considerata rilevante.

Oltre a Battigaglia sono stati rinviati a giudizio Emanuele Monti, Pietro Spanu, Enzo Recchia e Rossana Bellardini.

La reazione di Fazzone. “In merito all’inchiesta sulle assunzioni alla Asl, la Procura di Latina ha già svolto le sue indagini ritenendo, anche a seguito di specifiche perizie, che un coinvolgimento del sottoscritto non potesse neanche essere ipotizzato, e dunque escludendo ogni mia iscrizione sul registro degli indagati. E diversamente non avrebbe potuto essere, visto che l’inchiesta in questione è partita a seguito di un mio esposto”. Lo dichiara il senatore del PdL Claudio Fazzone. “La decisione del gup – prosegue Fazzone – appare dunque quantomeno singolare. O si tratta di una svista, dal momento che laddove il reato di concorso in abuso d’ufficio vi fosse – e non vi è – esso sarebbe già prescritto. Oppure si tratta dell’ennesimo atto politico per ottenere qualche titolo sui giornali e dare il proprio contributo alla campagna elettorale in pieno svolgimento. Non sono nuovo a questo tipo di attacchi e non mi sorprendo. Ma mi rammarico – conclude Fazzone – che mentre in Parlamento e nel Paese si discute dei tempi della giustizia, qualche magistrato non trovi di meglio di fare che sottrarre tempo ai tanti processi in attesa per compiere atti nel migliore dei casi superflui, nel peggiore inutilmente persecutori”.

  1. In questi ultimi tempi, nella nostra provincia, ho capito, come la mafia si impossessa dei polititici attraverso il voto di scambio e dove ha messo le radici, pi