Morphe Arreda

Omicidio Buonamano, Romolo era presente ma fu Patatone a sparare

29/03/2012 di
omicidio-buonamano-processo-costantino-di-silvio-patatone-783edt6343

Fu solo Costantino Di Silvio a sparare a Fabio Buonamano, lo zio Romolo era presente sulla scena del delitto ma non ha sparato. I giudici della Corte d’Appello di Roma hanno depositato le motivazioni della condanna a vent’anni per Costantino “Patatone” Di Silvio. Esclude tute le aggravanti, a partire da quella della premeditazione.

Secondo la ricostruzione Patatone pretendeva da Buonamano i 5.000 euro che la vittima doveva ancora restituire. L’incontro serviva a “sollecitare” il pagamento del debito, Romolo serviva solo come “intimidazione” nei confronti della vittima. Non c’era l’intenzione di uccidere Buonamano ma poi è accaduto qualcosa, c’è stata una lite sfociata nel delitto.

La sentenza avrà di certo un peso anche sul processo ancora in corso a Latina a carico di Romolo Di Silvio.

  1. Ma e’ mai possibile che per un’OMICIDIO, Ahooo e’ stata ammazzata una persona………si diano solo 20 anni? Poi per Amnistie varie, indulti, buona condotta, relazioni comprate e compiacenti dei criminologi, se se ne fanno 5/10 e’ grasso che cola. Allora al primo litigio per motivi di traffico uno ammazza ilo contendente, tanto massimo si fa 5/6 anni. Ma qui abbiamo perso il Lume della ragione, qui non c’entrano Rom o pregiudicati vari, qui si tratta solo di buon SENSO ched e’ vednuto meno, la VITA UMANA non ha piu’ Alcun Valore.

  2. Alla fine scopriranno che Buonamano era scivolato cadendo sulla pistola che Patatone aveva casualmente raccolto da terra, e mentre cadeva, accidentalmente il suo dito andava a spingere il grilletto. Il proiettile, dopo una serie di rimbalzi uccideva la povera vittima, che caduto a terra rotola fino sotto l’auto del DiSilvio, che per evitare il peggio cerca di spostarla, ma un forte colpo di vento la sposta in direzione contraria, passando accidentalmente sul corpo del Bistecca.
    Il povero Patatone, scioccato dalla vicenda fugge in preda al panico. Il tribunale riconoscerà colpevole il Buonamano per aver creato stati di ansia e preoccupazione al povero Patatone che sostenuto dallo zio Romolo cercavano di riavere 5mila euro che avevano bonariamente prestato al Bistecca. Infatti nella tasca del Di Silvio è stata rinvenuta regolare fattura con bolla di accompagnamento. ….. e io pago….