Via Pontinia, danneggiata l’auto di un’agenzia funebre

03/01/2012 di
polizia-scientifica-latina-73657232

Sospetta intimidazione ieri sera in via Pontinia a Latina, dove è stata danneggiata da un’esplosione, nei pressi dell’incrocio con via Tucci, una Smart Fortwo di un impresa funebre che opera a Latina.

Le indagini sono affidate agli investigatori della squadra Mobile, da un primo sopralluogo effettuato dai Vigili del Fuoco sarebbero state trovate tracce di polvere da sparo, forse una bomba carta. Ora si attendono le analisi della Scientifica per avere un quadro più preciso in grado di indirizzare le indagini. Potrebbe trattarsi di un gesto vandalico, il titolare ha riferito di non aver ricevuto nessun tipo di minaccia.

  1. No non siamo in provincia di Napoli,siamo a Latina provincia di Latina.
    Ma bisogna continuare a lavorare,lavorare,lavorare,alla criminata locale non solo microcriminalità,ma anche criminalità di medio-alto livello come sappiamo è stata data una forte ridimensionata e penso che tutti quelli che risiedono a Lt lo sappiano.
    Certo che questi forti interventi delle forze dell0ordine su una criminalità locale di buon livello può aver creato uno squilibrio interno alla stessa ed è per questo che le istituzioni non devono abbassare la guardia e insistere cercando di considerare ogni risultato che raggiungono un punto di partenza e non un punto d’arrivo.
    Per cui buon lavoro a Polizia,Carabinieri e Finanza…!!!!!!!!!!!!!

  2. Come diceva il raccomanda figlie? A Latrina non c’è la mafia!! ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha!!!!!

  3. Io non ho elementi e conoscenza specifica per poter dire se a Latina ci sia la criminalità organizzata,ma personalmente non lo credo.

    La mafia siciliana non esiste qui a parer mio e la propagine della camorra casalese si ferma nel basso lazio e non nel cuore del capoluogo dove arrivano delle sparute e circoscritte figure delle quali si sa tutto,cosi come la vecchia camorra ha lasciato ormai solo ricordi lontani legati a personaggi di spicco trapiantati e dei quali ormai si ha memoria solo negli archivi di questura e caserma o nella memoria artificiale di wikipedia.
    Più vicina è la capitale e la sua criminalità ma anche in questo caso il nostro capoluogo a detta delle cronache è spesso fuori da discorsi importanti e se è coinvolta lo è tramite la storica criminalità locale sempre più propensa comunque a mantenere un basso profilo.
    Comunque queste sono solo considerazioni inutili,la realtà è che l’anno si è chiuso con un negozio bruciato e quello nuovo è iniziato con una macchina che addirittura sembra essere esplosa…..gli interrogativi nascono spontanei come le paure.

  4. “gio” sei amico di Cusani & Fazzone o hai semplicemente 6 anni? :-)

  5. Il discorso che faccio io personalmente mi sembra semplice,se poi quello che le forze dell’ordine fanno di buono non va mai evidenziato a prescindere perchè deve essere sempre considerato insufficente o inutile allora è inutile parlare.
    Io le cose che ho detto le ho lette sui giornali e le voglio considerare un punto di partenza e vederle in modo positivo…tutto qui.