Morphe Arreda

Il neoministro Clini: “Favorevole al nucleare, ma a certe condizioni”

17/11/2011 di
corrado-clini-latina-00004873332

Favorevole al ritorno del nucleare anche se a determinate condizioni. Così si dichiara il neo ministro dell’Ambiente Corrado Clini, di Latina, intervenendo alla trasmissione radiofonica «Un giorno da peora» su Rai Radio2.

«Il ritorno al nucleare è un’opzione sulla quale bisognerebbe riflettere molto, – ha detto Clini – anche se quello che è avvenuto in Giappone ha scoraggiato. Però di base la tecnologia nucleare rimane ancora, a livello globale, una delle tecnologie chiave. Quindi sì a certe condizioni».

Per il primo giorno in Parlamento il neoministro dell’Ambiente è arrivato in auto elettrica. Clini è arrivato al Senato, e poi ha lasciato Palazzo Madama, dopo il discorso del premier Mario Monti, guidando un’auto alimentata da elettricità. Per il nuovo responsabile dell’ Ambiente la mobilità elettrica è una delle risposte a traffico e smog per le città. Proprio di recente, sono state consegnate in Campidoglio 14 auto elettriche nell’ambito di un progetto pilota cui partecipa il ministero dell’Ambiente.

  1. Mi pare che il popolo sovrano si sia espresso con un recente referendum della Repubblica Italiana CONTRO il ritorno al nucleare.
    Non si è parlato di condizioni ed il nuovissino neo-ministro dovrebbe tenere la bocca chiusa.

  2. ma ancora ne parlano? ci provassero a costruire una nuova centrale e vedranno come milioni di italiani armati contro di loro come li fermeranno!!!

  3. Marco… ma tu dove vivi?
    su qualche montagna suppongo,magari hai anche un gregge di pecore.
    IL nucleare e’ un’energia meno inquinante del turbogas e biomasse,inoltre ha un impatto ambientale ridotto rispetto agli onerosi pannelli solari.
    Sappi che noi acquistiamo energia elettrica dai nostri cugini d’oltrealpe.
    prodotta con il nucleare …..

  4. @Avatar
    calcolando i costi per creare la centrale, il tempo limitato di utilizzo (i 20/30 anni sono considerati tali) e gli immensi importi necessati per lo smantellamento, le centrali nucleari sono ormai considerate tra le piu’ costose fonti di energia.

  5. Certo Vinxlt io e’ quello che in buona fede cerco di fare, e non ho la presunzione di avere la Verita assoluta, basta ricordare i miei vecchi post sul nucleare, che non da Foucuscima ,o come si scrive, ma da sempre mi vede contrario al Nucleare, per i mille motivi piu’ volte addotti che adesso sarebbe lungo rinnovare, ma se un’imbecille si appropriasse del tuo acronimo e scrivesse cazzate, non ti sembre che e’ da disonesti?

  6. Il neo Ministro ha toccato un argomento spinoso, e politicamente, alle condizioni attuali, senza senso (referendum; costi; tempi …).

    Il vero tema è la creazione del Deposito Nazionale delle scorie. Ancora oggi l’Italia ne è sprovvista (li mandiamo in Francia e UK, se non sbaglio).
    Il compito di un governo tecnico è fare cose oggettivamente necessarie che nessun politico può permettersi di fare.

    Il deposito è una di queste.

  7. X M.M. purtroppo sembrerebbe che a Sabotino il deposito sia ultimato e che a Gennaio-Febbraio del 2012 vi vengano depositate delle scorie by UK.

  8. e ci risiamo dopo due referendum popolari abrogativi arriva l’arrogante ministro de noantri per mettere in discussione la volontà popolare e democratica espressa contro il nucleare.

    Carissimo neoministro Clini stipi le scorie radiottaive sotto il suo letto!

    BASTA BASTA BASTA NON SE NE PUO’ PIU’ DI PERSONE COME LEI, SE NE VADA ALTROVE A ROMPERE LA PAZIENZA !!!!!!

  9. ti pareva che il ministro di Latina non perdesse occasione per dare lustro …. alla città con le opinioni -non richieste- su nucleare e OGM.
    che figura di mrd………
    governo di tecnici, a patto che stiano zitti e lavorino sul serio !!

  10. NOTIZIA DI IERI : fuga di radioattività dalla centrale atomica in Slovenia.
    I media nazionali tutti zitti, per avere notizie consultate i blog di mezza Europa.

  11. questo governo tecnico non è altro che la continuità con il vecchiume infame che ha distrutto l’Italia.
    Ma poi guardando bene ma quali tecnici e tecnici, sono più politici di quella cricca di nani e ballerine che per 17 anni hanno fatto numeri da circo e baraccone da luna park.

  12. @ Quantum, tanto alla gente non frega niente, purtroppo la moltitudine ha perso ogni senso civico o coscienza dei propri diritti e doveri.