Morphe Arreda

Le dichiarazioni del mostro del Circeo simili alle notizie di Chi l’ha visto

08/06/2018 di
izzo-mostro-circeo-46982141

Le dichiarazioni rese da Angelo Izzo sul presunto sequestro e omicidio di Rossella Corazzin al procuratore di Belluno sarebbero sovrapponibili alle notizie riportate da vecchie puntate della trasmissione Chi l’ha visto.

È quanto emerge da una relazione comparativa fatta eseguire circa due anni fa dalla procura di Perugia dopo avere ricevuto da quella veneta i verbali dell’ergastolano. L’esame venne eseguito dai carabinieri del Ros.

Il documento – si legge sul quotidiano La Nazione – fa parte del fascicolo «Izzo+11» aperto dalla procura perugina in seguito alla trasmissione degli atti da Belluno in quanto il presunto delitto della diciassettenne di Pordenone si sarebbe consumato nella villa della famiglia Narducci al Trasimeno (venduta comunque oltre vent’anni fa). Per questo troncone d’indagine è al vaglio del gip la richiesta di archiviazione avanzata dalla procura di Perugia per l’ipotesi di omicidio.

Un altro fascicolo «Izzo+5» è stato invece archiviato il 12 giugno 2017 dal gip per le ipotesi prescritte di sequestro di persona e violenza sessuale a carico di persone già decedute.

Nei giorni scorsi i magistrati del capoluogo umbro hanno ricevuto sempre da da Belluno il verbale con le dichiarazioni di Izzo raccolte dalla procura di Roma tra il 2015 e 2016 nelle quali fa riferimento al rapimento della giovane friulana. Atti all’esame del procuratore Luigi De Ficchy.