SEQUESTRATO MATERIALE PROVENIENTE DA RAPINA, DENUNCIATI 2 FRATELLI

10/11/2007 di
Diverse paia di guanti neri, numerosi capellini con visiera, occhiali scuri a fascia, alcuni caschi integrali, due repliche in metallo di armi da fuoco, una
semiautomatica calibro 9×21 completa di serbatoio e munizionamento a
salve ed un revolver completo di 6 bossoli anch’essi a salve e diverse centinaia di grammi di mannite utilizzata di solito per il taglio di sostanze stupefacenti sono stati sequestrati dalla Polizia di Latina a due fratelli, un minorenne già noto alle forze dell’ordine e il fratello maggiore pregiudicato, nell’ambito di una perquisizione volta a mettere in luce i colpevoli di diverse rapine compiute nell’ultimo periodo in alcuni esercizi commerciali a Latina.

 
I due fratelli sono stati denunciati all’autorità giudiziaria in attesa degli
accertamenti necessari per verificare l’eventuale corrispondenza del
materiale sequestrato (cappellini, occhiali e caschi) con quello utilizzato nel corso delle recenti rapine.
L’indagine ha preso il via dopo l’ultima rapina messa a segno alla tabaccheria ‘Smorgon’ a Latina. Venerdi 26 ottobre, alle 19,20
due giovani, armati di pistola, sono entrati nel locale con il cappuccio delle felpe in testa e il viso ben occultato, dopo aver bloccato una cliente e colpito al viso il titolare della tabaccheria si sono impadroniti dell’incasso della giornata: mille euro. Le immagini delle telecamere a circuito chiuso, non hanno permesso alla polizia di identificare i due malviventi tuttavia hanno fornito alla
Polizia lo spunto per analizzare ulteriori video di precedenti ‘colpì inferti su esercizi commerciali di Latina, avvenuti con le stesse modalità. L’indagine ha quindi stretto il cerchio intorno a un gruppo di giovani pregiudicati dediti in passato a questo genere di reato e ha dato avvio ad una serie di perquisizioni nelle abitazioni degli ipotetici rapinatori.
 
La polizia ha anche trovato nella serata di ieri, nei pressi dell’istituto magistrale ‘Manzonì, poco distante dall’abitazione di un altro giovane pregiudicato poco prima perquisito dai poliziotti della squadra mobile di Latina, nascosta fra i cespugli una pistola semi automatica, calibro 6.35, di produzione spagnola, in perfetto stato e funzionante, completa di serbatoio e relativo munizionamento.
L’arma custodita in un marsupio di colore nero è stata sequestrata per effettuare tutti gli opportuni esami tecnico-balistici di laboratorio necessari per verificare se è stata utilizzata in precedenti episodi delittuosi. Proseguono le indagini della Polizia non potendosi escludere al momento sviluppi derivanti dall’analisi di tutto il materiale sequestrato.