Tangenti in tribunale, Viola parla per otto ore

12/04/2015 di
tribunale-latina-faldoni

antonio-lolloIl commercialista Marco Viola, braccio destro del giudice Antonio Lollo, ha parlato per otto ore davanti agli investigatori di Perugia che indagano sulle tangenti a Latina. L’uomo avrebbe ammesso alcune responsabilità negandone altre. Non è da escludere che Viola possa aver chiamato in causa altre persone, così come ha già fatto Lollo collaborando con gli investigatori.

Ora i magistrati dovranno effettuar un certosino lavoro di verifica confrontando i dati emersi dagli interrogatori di Lollo e Viola e confrontandoli con quelli emersi dalle indagini. Il tutto per verificare eventuali nuovi responsabili che rischiano l’arresto.

La “cricca” gestiva molti fallimenti del tribunale di Latina versando ingenti somme di denaro al giudice che affidava gli incarichi ai professionisti “amici”. Ora si scava a ritroso tra i faldoni dei vecchi fallimenti, a caccia di nuovi episodi.

  1. è una tattica per accontentare gli inquirenti parlando di ciò che gli stessi vogliono sentirsi dire, ma tacere su tutto il resto.

  2. Come se istituzioni non sapevano nulla…..!!!!! Forse gli faceva comodo come sempre!