Latina, dopo 62 anni chiude la Casa del Regalo

19/01/2015 di
otello-filigi-liliana-spagnol
otello-filigi-liliana-spagnol

Otello Filigi e Liliana Spagnol

Ci sono negozi che chiudono per crisi, altri perché si arrendono ai grandi marchi, altri ancora per scelte personali. Di certo Latina sta assistendo alla chiusura di attività che hanno fatto la storia, seppur breve, del capoluogo.

L’ultimo ad abbassare le saracinesche è stato un negozio simbolo, la “Casa del Regalo”, storica azienda di rivendita di porcellane ,cristalli e accessori per la casa in via Umberto I, a pochi passi dal cinema Giacomini.

OLTRE 60 ANNI DI STORIA. Otello Filigi e Liliana Spagnol acquisirono la licenza del negozio nel 1969. Ma l’apertura della Casa del Regalo risale a molto prima, al 1953. Nei decenni il negozio ha rappresentato un punto di riferimento per la città e non solo, offrendo articoli pregiati, porcellane, cristalli e accessori.

Ora anche questo angolo di memoria sparisce, dopo tanti altri luoghi simbolo della città, come Porfiri, Latinmoda e più recentemente l’alimentari Salvucci in via Oberdan.

casa-del-regalo-latina“Otello e la sua signora – racconta Patrizia Fanti – hanno insegnato a tanti a distinguere i  diversi livelli delle porcellane , i segreti delle molature anche manuali  dei cristalli di boemia ,i segreti delle diverse lavorazioni delle posate. In sintesi la cultura della tavola, degli accessori che completano la casa, e riescono a  rendere compiutamente la capacità della padrona di casa di ricevere  gli ospiti”.

  1. I negozi del centro storico e delle zone limitrofe fanno tutti affari d’oro , sarà per la lungimiranza dei nostri amministratori !!!!

  2. Personalmente dentro questo negozio in 39 anni che abito a Latina, non ci ho mai visto nessuno e non ci sono mai entrato. Scusate la franchezza.

  3. Renzi dice che le famiglie Italiane si stanno arricchendo,e ogni giorno chiudono attività storiche e non,le imposte sono il vero problema,se non le abbassano sarà sempre peggio..

  4. ci metteranno l’ennesimo negozietto che chiuderà dopo pochi anni (o addirittura mesi)… Il primo di una lunga serie

  5. giusta la chiusura, il negozio sapeva di vecchio, era rimasto agli anni ’70
    giusto metterci un’agenzia immobiliare, di scommesse e magari di compro oro