Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Caso Berardi, il video delle torture in carcere

Arriva in Tv il caso dell’imprenditore Roberto Berardi, rinchiuso nelle carceri lager della Guinea Equatoriale. L’imprenditore edile, 49 anni, originario di Latina, accusato di truffa e appropriazione indebita.

Berardi è riuscito ad inviare alcune immagini scioccanti che lo ritraggono in cella, ma anche una testimonianza audio – diffusa dal Tg1 – dove afferma di avere subito delle torture.

«Da più di un anno sono imprigionato e da due mesi sono in una cella di isolamento senza vedere luce e ricevo bastonate e frustate. La pressione è fortissima, spero di riuscire a resistere almeno per potere vedere i miei figli». Secondo la ricostruzione dei familiari, l’imprenditore aveva formato una società di costruzioni con Teodoro Obiang Nguema Mangue (detto Teodorin), figlio del presidente della Guinea Equatoriale, Teodoro Obiang Nguema Mbasogo. Ma dopo la scoperta di alcune strane operazioni sul conto corrente dell’impresa aveva chiesto spiegazioni. Subito dopo però era stato prelevato, accusato di frode fiscale e sbattuto in carcere. Obiang è sotto processo negli Usa per riciclaggio e inseguito da un ordine di cattura della magistratura francese. Secondo l’inchiesta aperta negli Stati Uniti, i soldi sarebbero stati sottratti da Teodorin. Il risultato è che Berardi è stato condannato a scontare una pena di due anni e quattro mesi in Guinea equatoriale. L’odissea dell’italiano è stata denunciata oggi anche dal presidente della Commissione per la tutela dei Diritti umani Luigi Manconi (Pd), che ha annunciato di avere «presentato un’interrogazione urgente al ministro degli Esteri a proposito di uno dei tremila nostri connazionali detenuti all’estero, spesso in condizioni disumane».

«Ho sollecitato la massima attenzione da parte del nostro ministero degli Esteri, che già da tempo segue la vicenda, in ultimo attraverso l’azione del vice ministro Pistelli, nel momento in cui l’attenzione dei media potrebbe portare a un mutamento di orientamento da parte del governo della Guinea Equatoriale. È proprio adesso che si deve sviluppare il massimo dell’iniziativa – ha esortato Manconi – per garantire l’incolumità di Berardi e il rispetto dei suoi diritti fondamentali».

Comments

comments

  • e la farnesina???

    possibile che un caso del genere non trovi soluzione in tempi rapidi?? a cosa serve la farnesina?? solo a dare lauti stipendi ai propri funzionari???

  • Shsshshak

    Non te preoccupa ci pensa giovannino il sindaco che aiuta il cittadino!!!!

  • BlackEagle

    AVOJA… ;)

  • X

    E poi si lamentano dei carceri italiani…

MandarinoAdv Post.