Morphe Arreda

Top Volley, al PalaBianchini contro Ravenna

24/03/2012 di

Domenica alle 18, al PalaBianchini, l’Andreoli ospita la Cmc Ravenna nell’ultima gara della stagione regolare. Il Latina ha la possibilità di allungare sulle dirette rivali per mantenere l’ottava posizione, ciò significherebbe giocare il triangolare dei playoff a Trento con la 12° classificata. La classifica corta non permette ai pontini tante possibilità, dato che Vibo ha un solo punto di distacco, Verona tre, Roma e San Giustino quattro, con due giornate ancora da giocare. Sulla carta è ancora possibile arrivare settimi e scavalcare Monza, distante cinque lunghezze.

Molte gare della giornata interessano la classifica, ad iniziare da San Giustino-Padova (i veneti devono assolutamente vincere per sperare ancora nella salvezza), Roma-Monza, Vibo-Modena e Veron-Trento.

L’ostacolo per l’Andreoli è il Ravenna dell’ex Antonio Babini, sulla panchina biancoblu quando sostituì il compianto Lobietti nel dicembre 1999 e concluse la stagione all’11° di A2. La Cmc, matematicamente retrocessa, continua ad onorare il campionato: ne è la dimostrazione il tiebreak di domenica scorsa con Vibo Valentia. Babini le ha provate tutte per vincere la gara davanti al numeroso pubblico che ha continuato a seguire la squadra. Ha iniziato con Corvetta al palleggio e Moro opposto, Mengozzi e Brunner al centro, Verhanneman e Sirri di banda con Tabanelli libero, ma già al primo set ha inserito Plesko e nel secondo Roberts cambiando la linea dei ricettori e Leonardi al centro, per poi chiudere con Sirri di nuovo in campo nel quarto parziale.

Anche Prandi a Padova ha cambiato lo schieramento: ha iniziato con Sottile in regia e Troy opposto, Pantaleon (schierato al debutto da titolare) e Cester centrali, Fragkos e Diachkov schiacciatori e De Pandis libero nel terzo set è entrato Gitto, nel quarto Jarosz e Rivera.

Il Latina viene da due sconfitte consecutive al tiebreak con Modena e a Padova. Un solo precedente tra le squadre: la gara di andata vinta da Ravenna per 3-1. Oltre a Babini anche Simone Bendandi è stato a Latina dal 2006 al 4 dicembre 2007. Il botteghino è aperto solo di domenica, la mattina dalle 10.00 alle 12.00 e nel pomeriggio dalle 15.30 fino ad inizio gara.

La nuova formula prevede che tutte le squadre che si sono salvate accedano ai playoff. Nella prima fase, verranno divise in quattro gironi da tre squadre ciascuno e disputeranno un triangolare di gare di sola andata nell’impianto della squadra meglio classificata. La prima gara (sabato di Pasqua) si disputa tra la migliore, al termine della stagione regolare, contro la peggiore; la seconda gara (domenica di Pasqua) tra la perdente e la squadra che ha riposato; la terza gara (Pasquetta) tra le due squadre rimanenti. I gironi sono composti seguendo la classifica della stagione regolare: 1°-8°-12°; 2°-7°-11°; 3°-6°-10°; 4°-5°-9°.

Accede alla semifinale, al meglio delle tre gare, la vincente del girone, mentre la seconda disputerà la semifinale (sempre al meglio di tre gare) per un posto in Europa. Entrambe le finali sono secche: a Milano il 22 aprile per lo scudetto e in casa della migliore classificata al termine della stagione regolare, il 21 aprile, per un posto in Challanger Cup.