Morphe Arreda

Roma nel caos, strade allagate e cittadini sui tetti

31/01/2014 di

Allagamenti di strade, scantinati, garage, smottamenti, alberi caduti, tre stazioni centrali della metro A bloccate ed alcuni svincoli del Gra chiusi. Il forte nubifragio che dall’alba si è abbattuto sulla Capitale ha creato disagi così pesanti per i cittadini che il Campidoglio ha istituito una unità di crisi sin da stamani. Chiuse per tutta la mattina le stazioni metro Lepanto, Ottaviano e Flaminio. Situazione critica nella zona di Prima Porta a Roma: alcuni piccoli torrenti che confluiscono nel Tevere sono esondati.

Alcuni cittadini vedendo l’acqua che aveva raggiunto il mezzo metro sono saliti impauriti sui tetti delle abitazioni per essere soccorsi dai vigili del fuoco, intervenuti con mezzi anfibi. Autostrade per l’Italia informa che l’accesso a Roma è al momento «sconsigliato». Intanto Il Tevere è il ‘sorvegliato speciale« il livello a Ripetta è a 10,80 metri ed è in aumento».

Sei nomadi sono stati estratti vivi dopo una frana avvenuta su una collina a Roma che aveva travolto alcune baracche in via Moricca, nella zona dell’Aurelio, a causa delle forti piogge. Lo hanno riferito i vigili del fuoco. Le persone messe in salvo stanno bene.