Operai morti, sindaco di Viterbo: tragedia inaccettabile

31/07/2014 di

Leonardo Michelini sindaco di Viterbo, interviene sulla tragedia di Aprilia: «Due uomini, due lavoratori hanno perso la vita mentre si guadagnavano da vivere. Lavorare per vivere. E non lavorare per perdere la vita sul posto di lavoro. Purtroppo ai due operai di San Lorenzo Nuovo, Fabio Lisei e Roberto Papini, è capitato proprio questo. Una tragedia inacettabile. L’ennesima. Non sono ancora chiare le dinamiche di quanto accaduto in quell’impianto di compostaggio ad Aprilia. Quel che è certo è che due persone ci hanno rimesso la vita. E la dinamica, qualsiasi essa risulterà dalle indagini, non restituirà la vita ai due operai. Questa tragedia può solo far riflettere. Nient’altro. Una riflessione sull’importanza della sicurezza sui luoghi di lavoro, su una seria attività di formazione per ogni dipendente e sull’utilizzo di idonei dispositivi da indossare e usare durante le varie mansioni. La prevenzione è vitale. Una riflessione che, ci auguriamo tutti, potrà contribuire a evitare altre analoghe tragedie. Il mio messaggio di cordoglio per quanto accaduto è rivolto principalmente alle famiglie dei due operai, ma anche al sindaco Massimo Bambini e a tutta la comunità di San Lorenzo Nuovo».