CALDO A LATINA, WEEK END CON AFA DA RECORD

23/05/2009 di

Continua l’emergenza caldo a Latina. I bollettini del Dipartimento della Protezione civile indicano Latina ancora a livello 3 per le ondate di calore nella giornata di oggi e domani. Il comitato provinciale pontino della Croce rossa italiana ricorda alcuni consigli utili per affrontare il forte caldo.


Caldo nelle cittàIl direttore sanitario provinciale Cri, Virgilio Costanzo, ricorda che «è opportuno ridurre l’esposizione all’aria aperta nella fascia oraria compresa tra le 12 e le 18, ed è sconsigliato l’accesso ai parchi ed alle aree verdi ai bambini molti piccoli, agli anziani, alle persone non autosufficienti o alle persone convalescenti». «Inoltre -spiega Costanzo- deve essere evitata l’attività fisica intensa all’aria aperta durante gli orari più caldi della giornata. Se proprio è necessario uscire di casa è bene ripararsi la testa con un cappello leggero a falde larghe; in auto usare tendine parasole; indossare indumenti chiari, non aderenti, di cotone o lino, in quanto le fibre sintetiche impediscono la traspirazione. Chi soffre di diabete deve esporsi al sole con cautela, onde evitare ustioni serie, a causa della minore sensibilità al dolore». In caso di ’emergenza caldò sono da considerarsi ‘categorie a rischiò le persone anziane, i soggetti affetti da patologie croniche e invalidanti che possono favorire gli effetti negativi del calore, le persone non autosufficienti poichè dipendono dagli altri per regolare l’ambiente in cui si trovano e per l’assunzione di liquidi, le persone che assumono regolarmente farmaci che possono compromettere la termoregolazione fisiologica o aumentare la produzione di calore. Inoltre, i neonati e i bambini piccoli per la ridotta superficie corporea e la mancanza di una completa autosufficienza.

Ecco allora dieci regole per difendersi dal caldo, proposte dal ministero del Welfare:

– BERE MOLTO: si consigliano uno o due litri d’acqua al giorno, soprattutto per gli anziani perchè il loro meccanismo di regolazione termica non funziona più in modo ottimale. Bene anche i succhi di frutta, ricchi di sali minerali. Limitarsi con bevande
gassate, zuccherate e ricche di caffeina.
– CIBI LEGGERI: mangiare poco e preferire cibi leggeri, poco salati e facili da digerire, suddivisi in quattro o cinque pasti nella giornata. Non concentrare troppi grassi e proteine in un unico pasto. Frutta (come agrumi, fragole, meloni che contengono
fino al 90% di acqua) e verdure fresche ricche di antiossidanti (peperoni, pomodori, carote, lattughe) sono ideali contro il caldo. Attenzione a conservare correttamente i cibi, soprattutto carni, latticini, dolci con creme, gelati.
– EVITARE LE ORE CALDE: nelle ore più calde, fra le 11 e le 18, si consiglia di non uscire e di evitare attività fisica intensa, giochi e sport all’aperto; bambini, anziani e convalescenti dovrebbero evitare anche zone molto trafficate.
– VESTITI COMODI E LEGGERI: preferire abiti in cotone, lino e fibre naturali. A contatto con le fibre sintetiche, infatti, il sudore può provocare reazioni allergiche.
– SOLE: proteggersi con filtri solari e non esporsi al sole fra le 11,00 e le 16,00 per evitare eritemi e scottature.
– IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO: prima di metterli in funzione, i condizionatori di casa e quelli dell’automobile vanno smontati e puliti. Nei piccoli e nei grandi impianti vanno sempre puliti i filtri (anche i più potenti), dove possono annidarsi spore e germi, e le vaschette in cui si forma la condensa.
– IN AUTOMOBILE: non lasciare mai persone o animali nell’auto parcheggiata al sole, nemmeno per poco tempo. Quando si entra in una macchina parcheggiata al sole iniziare il viaggio con i finestrini aperti o accendere il climatizzatore.
– VENTILARE LA CASA: aprire le finestre al mattino presto, la sera tardi e nella notte per fare entrare aria fresca e tenere chiuse le finestre di giorno.
– DOCCE TIEPIDE: sono efficaci contro il caldo docce e bagni tiepidi (mai freddi) senza asciugarsi, e inoltre bagnarsi viso e braccia con acqua fresca riduce la temperatura del corpo.
– FARMACI: attenzione a conservarli correttamente, nella loro confezione e lontano da irradiazione solare diretta. Vanno in frigorifero quelli che non si conservano oltre i 25-30 gradi.