OPERAZIONE ANXUR, ALTRI DUE ARRESTI A TERRACINA

02/05/2008 di

L’Operazione ‘Anxur’ che ha portato all’arresto di undici persone a Terracina, si allarga. La Squadra Mobile dei Latina e il Commissariato di Polizia di
Terracina, hanno infatti eseguito altre due ordinanze di custodia cautelare in carcere su disposizione del Gip Tiziana Coccoluto e su richiesta del Pm Raffaella De Pasquale: in manette sono finiti il siriano 35enne Mohamed Sayed, residente a San Felice Circeo, e il 37 enne di Terracina Massimiliano Lauretti.

 

 
Entrambi sono indagati per i reati di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di una pluralità di delitti contro il patrimonio per fini di lucro e finalizzata anche all’illecita concorrenza con violenza e minaccia nel
settore imprenditoriale di pulizia e servizi funerari: Sayed è indagato anche per concorso in truffa per aver falsamente percepito l’indennità di disoccupazione dall’Inps di Latina consegnando falsa documentazione mentre Lauretti è indagato
anche per minaccia, danneggiamento seguito da incendio, violenza privata, appropriazione indebita e ricettazione.
 
Otto dei tredici arrestati dell’operazione Anxur sono stati ascoltati negli interrogatori di garanzia questa mattina dal giudice Tiziana Coccoluto. Molti di loro si sono avvalsi della facoltà di non rispondere mentre alcuni hanno scelto di parlare dichiarandosi estranei ai fatti.