Morphe Arreda

VIDEO Terracina dedica un monumento al pilota Gabriele Orlandi. Procura chiede l’archiviazione dell’inchiesta

25/09/2018 di

E’ stato chiesta l’archiviazione dell’inchiesta sull’incidente aereo costato la vita al pilota Gabriele Orlandi durante l’Air Show di Terracina nel 2017. Il sostituto procuratore Gregorio Capasso, ora diventato capo della Procura di Tempio Pausania, ha chiesto l’archiviazione dell’inchiesta sulle cause dell’incidente aereo.

L’esame della scatola nera dell’Eurofighter e l’analisi dei video dell’esibizione non hanno consentito di stabilire la causa dell’incidente, né eventuali responsabilità esterne. L’assenza di Sos lanciati dal velivolo sembra confermare l’inesistenza di guasti o problemi tecnici di altra natura. L’ipotesi più plausibile resta l’errore umano che non porta a responsabilità. Dopo i primi sei mesi la Procura aveva chiesto una proroga di 6 mesi e ora si è deciso per la richiesta di archiviazione.

Intanto ieri mattina si è svolta la cerimonia in memoria del capitano che è diventato ufficialmente un cittadino di Terracina. I genitori, Monica e Riccardo, hanno ricevuto dal sindaco Nicola Procaccini e dal presidente del consiglio comunale Gianfranco Sciscione la pergamena con la motivazione della scelta votata all’unanimità dal Consiglio comunale.

«Il maggiore Gabriele Orlandi conosceva meglio il cielo che non la terra di questa città – ha detto Procaccini – Io non so perché il destino abbia voluto che il nostro mare custodisse per sempre le spoglie di quello che è stato uno dei migliori piloti dell’Aeronautica italiana, ma da lì è nato un legame indissolubile tra Orlandi e la città. Per questo vogliamo nominarlo cittadino tra i cittadini, terracinese tra i terracinesi».

Di fronte allo specchio d’acqua dove un anno fa si schiantò l’Eurofighter, il sindaco Nicola Procaccini, l’onorevole Rampelli e il generale Fantuzzi hanno scoperto l’opera dell’artista Pasquale Basile divisa in tre parti che rappresentano il sacrificio umano, l’idea del movimento e la resurrezione.

VIDEO: