Morphe Arreda

Benvenuti sulla Duna, al via la nuova campagna del Parco Nazionale del Circeo

14/08/2018 di

In concomitanza con la stagione estiva, carica come ogni anno di turisti, l’Ente Parco Nazionale del Circeo presenta la nuova Campagna di informazione e sensibilizzazione sui 25 km di Lungomare dunale (da Capo Portiere a Torre Paola). La Campagna generale riguarderà i 6 ambienti (Duna, Promontorio, Laghi e Zone Umide, Foresta, Isola di Zannone e Sistema dei Beni Archeostorici) e sarà presentata a settembre.

L’iniziativa del Parco parte dalla Duna e con la realizzazione di pannelli 50×70 (“Benvenuti sulla Duna. Bella e Fragile: un ambiente in perenne movimento”, è il titolo del primo pannello) che saranno esposti presso i chioschi e presso altri operatori economici del litorale del Parco che collaborano alla Campagna e ad altre azioni virtuose per l’ambiente, il sociale e il territorio.

Scopo di questa iniziativa, è da un lato accrescere la consapevolezza dei tanti visitatori e bagnanti sulle caratteristiche, la bellezza e la fragilità di questo ambiente naturale (luoghi su cui i visitatori spesso passeggiano, stendono gli asciugamani, parcheggiano macchine, moto e bici e abbandonano rifiuti, talvolta senza consapevolezza e rispetto); dall’altro coinvolgere e valorizzare sempre di più gli operatori turistici e i gestori di servizi, sensibili e volenterosi, affinché questi possano diventare sulla Duna sempre più anche un punto “certificato” di benvenuto, informazione e sensibilizzazione al meraviglioso e delicato territorio del Parco Nazionale del Circeo. Per ottenere, però, un risultato utile per la conservazione di tale ambiente è necessaria la partecipazione di tutti, visto che proprio la presenza dell’uomo è una delle principali cause di erosione e perdita di ambiente dunale. Infatti, inconsapevole della delicatezza degli equilibri di tale ambiente, spesso l’uomo si comporta in maniera distruttiva, attraversando le dune senza utilizzare le passerelle, calpestando la vegetazione, parcheggiando la macchina sulla sabbia e molto altro.

“Questo angolo speciale di natura, storia e leggenda – sottolinea il Direttore del Parco, Paolo Cassola – dovrà sempre più fare i conti con una armonizzazione tra le opportunità di benessere, svago, cultura ed economia per turisti e territorio, evitando e controllando il rischio di impatto eccessivo e degrado ambientale, con la conseguente perdita di questo patrimonio che rappresenta anche un capitale naturale, valorizzabile quindi da un’economia sostenibile da pianificare meglio. Anche attraverso l’informazione, le pratiche virtuose e le nuove opportunità”.

Anche il Presidente del Sindacato Italiano Balneari (SIB) – Prov. LT Mario Ganci, e il Presidente del Consorzio Mare Pontino Marco Beoni apprezzano la Campagna promossa dall’Ente Parco ed in particolare l’obbiettivo di coinvolgere attivamente il mondo degli operatori turistici che lavorano sul Lungomare protetto del Parco, “mantenendo così vivo un canale di dialogo, non sempre semplice, ma fondamentale per raggiungere anche nuovi obbiettivi condivisi di tutela e di sviluppo sostenibile”.