Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Terracina, lotta ai “tombaroli”: sequestrati 42 reperti archeologici

Sequestrati a Terracina 42 reperti di interesse archeologico, denunciata una persona. Gli uomini della Guardia di Finanza di Terracina hanno portato a termine, nella giornata di ieri un’operazione finalizzata al contrasto del fenomeno della spoliazione del patrimonio culturale, posto in essere nella zona di Terracina dai cosiddetti “tombaroli” e collezionisti di materiale arcaico.

L’attività investigativa dei giorni scorsi permetteva di acquisire informazioni dettagliate sull’illecita detenzione di manufatti di interesse archeologico all’interno dell’abitazione di un soggetto terracinese.

“Il riscontro – scrive la Finanza – di quanto confidenzialmente appreso consentiva ai militari di notare, nel giardino antistante l’abitazione, la presenza di alcune opere marmoree di presumibile interesse storico. Le operazioni di perquisizione, coordinate dal sostituto procuratore Cristina Pigozzo, ed eseguite alla presenza di un funzionario della Soprintendenza per i beni archeologici del Lazio, portavano al sequestro di innumerevoli reperti di interesse archeologico.

L’indagato, inoltre, oltre ad essere un appassionato collezionista di opere del passato non aveva presentato comunicazioni presso la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio che legittimassero il possesso di materiale della specie. Inoltre, il ritrovamento di un Frammento di cornice architettonica con Kymation ionico, astragali e dentelli, fa presumere la provenienza, di tale elemento ornamentale, dal Teatro Romano di Terracina. Le indagini proseguono al fine di verificare la provenienza dei reperti archeologici sequestrati ed identificare eventuali ulteriori responsabili della commercializzazione dei predetti beni dello Stato”.

Comments

comments

  • Anophele

    devastatori del patrimonio storico e culturale che solo l’Italia possiede, l’italiano medio incapace di tutelare e valorizzare tali ricchezze ma capacissimo di distruggerle per mostrarle in casa propria o peggio venderle al miglior offerente, deficienti della peggiore specie.

  • Anophele

    per quali motivi dovrei sostenere Bondi peggio Galan o Berlusconi?
    L’ignoranza di chi ci governa regna è imperante tanto quanto gli elettori del PdL.

    Tu invece chi sostieni? Sti quattro comunisti senza ne arte ne parte, oppure i centristi equlibristi che non prendono posizione per non rimanere fuori dagli affari?

    La cecità con la quale l’Italia viene govenata ci porterà alla guerra civile, sono decenni che gli italiani votano al governo e nelle varie amministrazioni locali la peggiore specie di animali pseudopensanti nei migliori dei casi, nei peggiori individui acefali, per poi lamentarsi che i figli non hanno lavoro che le tasse sono alte che niente funziona, tutti rubano ecc… ignorante è il popolo ed ignorante è la classe politica espressa.

    Domenica scorsa sono stato in museo locale del sud pontino, eravano noi tre amici e due custodi di cui uno appisolato, in mezza giornata di visita non si è visto nessun altro! Eppure l’ingresso era gratis, in quel luogo meraviglioso per le opere conservate (in malomodo per incuria) e per gli attigui scavi archeologici ci doveva essere la fila di turisti italiani e sopratutto stranieri, invece il NULLA il NIENTE che sta ammazzando l’immensa cultura e ricchezza che contradistingue l’Italia dal resto del mondo, e poi ci lamentiamo del perchè siamo ridotti peggio dei morti di fame?

    Allora ti domando, può un popolo ottuso e cieco difronte alla propria ricchezza meritarla se la spreca ignorantemente?

  • Quantum

    infatti non si comprende come e perchè non si riesca a tutelare e valorizzare questo immenso patrimonio, all’estero bastano tre pietre accatastate per fare businnes creando lavoro, fanno marketing territoriale dei loro prodotti tipici conducendo i turisti nei loro musei pieni di cose provenienti dall’Italia, vedi Louvre ed altri musei del nordo europa, tu dici che siamo ignoranti? io direi imbecilli o peggio coglioni perchè andiamo all’estero per turismo paghiamo ingressi ticket salati per eventi culturali musei opere liriche italiane in ligua straniera, visitare scavi archeologici d’epoca romana che in Italia saccheggiamo o lasciamo degradare e perdere per sempre.
    Credo non sia un problema di destra o sinistra, è l’incultura diffusa come un virus,appesta politici associazioni amministrazioni enti pubblici non si salva nessuno, ci sarà una medicina o dobbiamo morire più ignoranti di come siamo nati? Guardate cosa succede con Piani Territoriali Paesistici Regionali che vincolano aree di pregio ambientale e storico culturale, le varie amministrazioni locali fanno a gara per toglierli quei vincoli apposti per tutelare e valorizzare queste ricchezze, ed i cittadini che fanno DORMONO, o non sanno nulla o se ne fregano…… BELL’ ITALIA VERO!

  • Anophele

    me lo sono sempre chiesto anch’io il perchè dello spreco, con tutti questi giovani laureati a spasso potrebbero impiegarli come guide turistiche o manager di luoghi da valorizzare, pagandoli a percentuale (senza pesare sui bilanci pubblici se non in minima parte) cioè in base agli incassi della bigliettazione, sarebbe loro stimolo ed interesse lavorare per far arrivare turisti e fruitori delle bellezze naturalistiche e storiche d’Italia, che non mancano di certo, invece dai dati statistici in un anno 70mila giovani italiani vanno all’estero per cercare lavoro e fortuna.

  • nenè

    ma vi siete resi conto negli ultimi 20-30anni chi abbiamo avuto al governo della nazione? Il più pulito aveva la rogna ed il più colto se rifacesse l’esame di terza media lo boccerebbero.

  • Mare

    @nenè
    Carissimo nenè gradirei sapere da te qual’è stato il miglior governo della nazione prima degli ultimi 20-30 Grazie. Saluti

  • nenè

    PECCATO CHE ABBIANO CENSURATO LA PRECEDENTE RISPOSTA CARO MARE, la ripeto in sintesi: conosco questi ultimi 20-30 anni, prima c’erano personaggi definibili politici e statisti per aver riscostruito l’Italia nel dopoguerra, non erano stinchi di santi ma avevano un senso o coscienza dello Stato che trasmettevano all’elettorato di riferimento. Oggi invece il degrado ideologico, intellettuale etico e morale della classe politica sta degenerando il paese e dignità di un popolo.

  • Mare

    Se ho ben capito oggi metti sullo stesso piatto, per la gioia dei suoi sostenitori, delinquenti, affaristi, chi si dedicano alla prostituzione minorile e concussione, chi ha un governo asservito agli onorevoli avvacati, chi ci racconta con le sue televisioni che Borsellino e Falconi sono deliquenti mentre mafiosi che rispondono al nome di Mangano sono eroi, con chi oggi nel bene nel male li combatte. Se è così condivido con te solo la seconda parte.

  • nenè

    che significa per la gioia dei suoi sostenitori?
    Esiste o no un problema etico e morale della classe politico-dirigenziale che non può esser risolto dalla magistratura?
    Proprio in riferimento a quanto detto da Anophele e Quantum si comprende appieno il declino della nazione, italiani incapaci di fare “sistema paese” incapaci di trarre benefici economici e vitali dalla propria terra storia e cultura millenaria abbandonata e vilipesa da una classe politica di balordi, non confonda le mie parole come fossere becero nazionalismo, il tutto nasce da governi che hanno tolto un poco alla volta il grado d’istruzione al popolo, relegando la cultura a mero opzional per pochi, ed ecco il danno acuito in questa legislatura dopo 30 anni di “politica eversiva” attuata da scellerati di sinistra centro e destra cancellando nei cittadini la capacità di capire cosa siano diritti e doveri compreso il senso delle leggi.
    Carissimo Mare, l’unico principio sul quale tutti e dico tutti i “politici” sono tacitamente d’accordo è: se il popolo è ingnorante è più facile condizionarlo e fotterlo!

MandarinoAdv Post.