Ruba settanta cosmetici da Oviesse, arrestata 53enne

28/07/2012 di
latina-fiori-centro-commerciale-83765532

Pensava di non essere notata mentre con calma, poco alla volta, infilava nella borsa rossetti, smalti e diversi altri cosmetici, per un totale di settanta pezzi. Aveva rubato prodotti per circa 500 euro.

E’ successo ieri pomeriggio da Oviesse al centro commerciale Latina Fiori. Veronica Chira, rumena di 53 anni, con diversi precedenti penali, domiciliata in un campo nomadi di Roma, è stata notata dagli addetti del negozio che hanno immediatamente avvertito la vigilanza e quindi la sala operativa del 113.

Sul posto sono intervenuti i poliziotti della Squadra Volante: la donna è stata tratta in arresto e verrà giudicata questa mattina per direttissima.

  1. Che novita! Rumeni Che rubano? Non ci posso credere!!!!
    E c’e’ ancora gente in Italia che ha il coraggio di difenderli!!!!!

  2. @frau e frank….bigotti razzisti pensate che noi italiani nn facciamo qste cose? noi italiani siamo la feccia d’europa (guarda la politica e la mafia) e avete il coraggio di dire che sono sempre i rumeni a rubare? e a chi pensate che rivendano la merce rubata?
    il fatto è che se un italiano ruba in un centro commerciale l’impatto mediatico è inferiore e nn fa notizia. stranamente qndo si tratta di stranieri viene detto nome, cognome e città di residenza. cn gli italiani solo le iniziali.

  3. il gabbio la aspetta, speriamo che si fa un mese per ogni pezzo rubato!!!!! siccome ha precedenti specifici, la pena dovrebbe essere il doppio…..

  4. @busta….se tu sei italiana e ti senti la feccia di europa..libera di sentirti tale
    Ma x fortuna non siamo tutti cosi!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. campo nomadi? ah …capito..cioè la casa gliela paghiamo noi. Ora pure i rossetti le dobbiamo pagare..

  6. Bravo Benito….e cara busta se in Italia stai male e non ti piace starci Vattene che ci guadagnamo tutti….e’ per la genta buonista come te che tutti i criminali del mondo vengono a delinquere in Italia….eppoi visto che in Italia gia’ abbiamo i nostri di problemi ci manca solo che vengono altri a portarcene di nuovi…..e visto che parli di nomi metti il tuo allora…..e l’ultima cosa per salvatore….se proprio ti chiami cosi ma penso che sei lo stresso cretino che da giorni cambia nome in continuazione e sputa feccia sugli abitanti di sezze…..PENSO SOLO UNA COSA CHE TU SEI MALATO,SEI LIBERO DI ESPRIMERE LA TUA PER CARITA’….MA PER ME SEI PROPRIO MALATO E NON AGGIUNGO ALTRO….COMMENTI SENZA SENSO E INAPPROPRIATI….MAH….CONTENTO TU…..

  7. l’ho visto io il moderatore stava al topo beach con un campari in mano ed una ciotolina di noccioline, mi ha detto di dirvi di trombare di piu’

  8. scusa frau solo una curiosità. ma qnti anni hai? xkè se sei un ragazzo o ragazza allora bene ma se sei una persona adulta stai messa proprio male.
    ti rendi conto delle cose che dici? il discorso è complesso e nn posso spiegartelo qui però magari aprendo un libro di storia potrai scoprire che un tempo eravamo noi italiani a emigrare all’estero in un posto chiamato america e nn eravamo tranquilli x niente e abbiamo portato una cosa li chiamata mafia. tu pensi che è colpa dei “buonisti come me” se le cose vanno male, ma secondo me ti sbagli: è per la gente bigotta e fascista come te che nn conosce il significato della parola integrazione che le cose nn cambieranno mai, facile dare la colpa sempre allo straniero come è facile sfruttarli x lavori faticosi e sottopagarli al nero. immagino che sei una di quelle persone che pensano che solo il rumeno ruba, guida ubriaco, stupra, etc etc. sarebbe facile ma la realtà nn è qsta. mi dispiace x la tua scarsa esistenza.

  9. ..ovviamente mi auguro tu abbia seguito per primo il suo consiglio ……sennò famo na colletta :-)

  10. Cacciate fuori le palle e andate a commentare il sequestro dei beni della famiglia Baldascini … altro che ombretti.

  11. @ Cittadino di Latina Se il tuo commento al sequestro Baldascini è questo che copio ed incollo Cittadino di Latina
    26/07/2012 – 16:51
    Olè

    fai ridere !!!!!

  12. certo, il problema sono i ladri nei supermercati (solo se non italiani, ovviamente, se no neanche fanno notizia sui giornali) non certo urbania che prende i soldi dei parcheggi e non paga il comune, tanto per dirne una…

  13. non sono d’accordo con chi afferma che gli italiani andati all’estero hanno portato la mafia. Nel senso che non si è esportato solo quella. Il nostro paese ha fornito all’estero anche gente come Fermi. Scusatemi se è poco…..

    Qui in Italia dal 2007 sono arrivati in maniera indiscriminata solo tanti pendagli da forca.

  14. grande salvatore!
    Pochi sanno che le popolazioni delle montagne preappenniniche hanno antiche origini dell’est europa; tutto avvenne quando la Roma imperiale sconfisse facendo tabula rasa delle popolazioni Volsche, dopo 200 anni circa di battaglie ed aver cancellato anche l’ultimo superstite dei Volsci i romani si resero conto d’avere un altro problema, gestire e controllare la vasta regione montana rimasta sguarnita ed alla mercè dei nemici, quindi importarono coercitivamente migliaia di persone dall’est europa.
    Non è una favola ne un invenzione, è storia acclarata, ecco il perchè di tante domande sulla cocciutaggine delle popolazioni ciociare/lepine/ausone.

  15. Visto che ne sapete così tanto della storie delle popolazioni ciociare/lepine/ausone….perché non ci illustrate la “gloriosa” e “millenaria” storia della popolazione di Latina?
    Ma vi rendete minimamente conto di quanto siete ridicoli? Poveracci fate davvero pena

  16. @ windsurf…..tutto vero…vivo in Padania da tre anni e confermo l’apertura intellettuale di queste zone, basti pensare che sono andati per venti anni appresso alla cricca di Bossi che li ha presi per i fondelli….
    Oggi a Latina solo camorra, usurai e zingari….e non vi azzardate a negare

  17. MA QUALCUNO CONOSCE L’ESITO DEL PROCESSO A QUESTA ? GIà è TORNATA AL CAMPO?

  18. @ winifred, nessuna distinzione intellettuale tra popolazioni, le intelligenze prescindono dall’origine geografica, mi riferisco alle differenze culturali acquisite e condizonate dalla storia i luoghi le tradizioni, visione della vita, della progettualità della stessa non solo in funzione del denaro ma del progresso culturale e sociale.
    Non sono io ha sostenere che le popolazioni montane racchiuse in “villaggi” protette per secoli da mura sono più ostiche all’apertura verso nuove condizioni culturali, nel caso dei monti lepini sono “uscite” dalle città medievali per motivi economici più che culturali e scese in pianura portandosi appresso retaggi culturali obsoleti, un semplice e banale esempio generalmente ricercano l’ascesa sociale imparentarsi con dott. avv. notai ecc… diventandone commari e compari di matrimoni battesimi ecc….. spesso per opportunismo, stessa cosa in politica il montanaro vota il montanaro a prescindere.
    E’ la secolarizzazione di chi ha vissuto sui cucuzzoli delle montagne dove più difficile lo scambio econimico delle merci e culturale tra persone a differenza di chi è nato o vissuto in città di mare e pianura dove il “miscuglio” di etnie ha arricchito la cultura. E NON è UN OFFESA INTENDIAMOCI ma UNA COSTATAZIONE ANTROPOLOGICA.