Morphe Arreda

Il Prefetto D’Acunto saluta Latina: Lascio un territorio splendido

03/01/2015 di
prefetto-dacunto-latina-478678233

prefetto-dacunto-latina-478678233Pubblichiamo il messaggio di saluto del prefetto di Latina Antonio D’Acunto che lascia il suo incarico a Latina.

Nel lasciare la sede di Latina desidero rivolgere il mio più cordiale saluto alla Comunità pontina, alle autorità civili, militari e religiose, ai rappresentanti dell’ordine giudiziario, alle forze di polizia, alle forze politiche economiche e sociali, alle associazioni di volontariato, agli organi di informazione.

Dopo questi anni di forte impegno, specie a difesa della legalità insieme alla Magistratura ed alle Forze di polizia, desidero ringraziare coloro i quali hanno cooperato con le Istituzioni, contribuendo a creare un rinnovato clima di leale collaborazione, nell’esclusivo interesse dei cittadini.

Voglio ancora ricordare come il territorio pontino sia uno dei più belli del Lazio (e non solo) con due splendide isole e che, pertanto, occorre da parte di tutti i cittadini, specie i giovani, preservarlo da ogni forma di infiltrazione criminale e di intollerabile deturpamento ambientale.

Un pensiero particolare va alla comunità di Bassiano che ha voluto concedermi la cittadinanza onoraria. Mi permetto ancora di salutare con animo commosso i familiari delle vittime di incidenti stradali, al contrasto dei quali abbiamo rivolto un costante impegno, riuscendo comunque a dimezzare il numero di persone decedute.

Rivolgo, infine, l’augurio a tutta la comunità di un anno di benessere e prosperità in un contesto di ordinato vivere civile e di forte coesione sociale.

Antonio D’Acunto

  1. Ma splendito di che, pensi che siccome sei il prefetto nessuno ti puo dire niente..hai lasciato un territorio marcio non ammettendo che a Fondi cè la mafia e non prendere provvedimenti, come anche a Latina e si fa finta che è tutto ok..vai tanto chi verrà non sarà meglio di te..

  2. Parole vuote e scontate, uno stanco rito che si ripete ad ogni cambio della guardia.
    Benessere, coesione sociale, difesa della legalitá, ma è sicuro di quello che dice ?