Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Volley, Andreoli di scena a Modena

Non c’è il tempo di festeggiare il secondo obiettivo stagione, che l’Andreoli Latina è impegnata in un’altra sfida delicata. Dopo aver centrato con due gare di anticipo la partecipazione alla Coppa Italia, mercoledì in Austria è entrata nella fase decisiva della Cev Cup. Questi obiettivi come quello di disputare i playoff tra le prime otto erano i desideri della dirigenza pontina ad inizio stagione. Domenica alle 18 i biancoblu di Silvano Prandi saranno ospitati nella “Scala del Volley” il PalaPanini da Casa Modena nell’undicesima giornata, l’ultima del girone di andata, del massimo campionato di pallavolo. A Modena, solo nel maschile, si sono vinti 22 scudetti, 10 Coppe Italia, una Supercoppa; 4 champions, 3 Coppe delle Coppe, 5 confederali (l’ultimo trofeo nel 2008) e un’Eurosupercoppa. La formazione emiliana allenata da Angelo Lorenzetti è a solo due lunghezze di distanza dai pontini. Questo grazie alle ultime tre vittorie consecutive con Cuneo (3-0) a Macerata (1-3) e San Giustino (1-3) che ha riscattato in parte una partenza non esaltante con 5 sconfitte (a Vibo 3-0, a Trento 3-1, a Piacenza 3-1, con Ravenna 1-3 e a Perugia 3-1) e 2 vittorie (con Verona 3-0 e Castellana 3-1). Una formazione molto rinnovata rispetto allo scorso anno con 10 nuovi arrivati: Baranowicz e Vesely da Cuneo, l’ex Molteni da Monza, Casadei e Pinelli dall’A2; il belga Deroo, il francese Quesque e il lettone Celitans dai campionati esteri e Uros Kovacevic (fratello di Nikola) nelle ultime ore ma che si attende ancora l’ok per tesserarlo. Angelo Lorenzetti nell’ultima gara a San Giustino ha proposto Baranowicz al palleggio e Celitans opposto, Vesely e Sala al centro, Quesque e Deroo schiacciatori ricettori, Manià libero, nel corso della settimana si sono infortunati Molteni (ginocchio) e Vesely (spalla) quest’ultimo potrebbe essere rimpiazzato da Piscopo.

In casa Andreoli solo una seduta di allenamento al PalaBianchini dopo il ritorno da Bleiburg che di nuovo ci si deve rimette in viaggio per l’Emilia. Un dicembre ricco di impegni che porterà la formazione a disputare il 26 i quarti di Coppa Italia. Ma sarà fondamentale il risultato della gara a Modena, per determinare l’avversaria. Pochissime le possibilità di terminare il girone di andata tra le prime quattro, dovrebbero perdere contemporaneamente Vibo (per 3-0), Cuneo (senza far punti) e Piacenza. Ma vincere significherebbe rimanere davanti a Modena in classifica. Tutta la giornata si svolge domenica senza anticipi al sabato. Difficile pronosticare la formazione che scenderà in campo, mercoledì si è disposta con Sottile in regia e Troy opposto, Gitto e Verhees al centro, Rauwerdink e Noda schiacciatori, Rossini libero ma che ha chiuso con Patriarca e Jarosz in campo. Due ex in campo: Marco Molteni a Latina dal 2002 al 2006 con una parentesi a Macerata, Silvano Prandi 2009-11 a Modena.

I precedenti in A1 sono 21 con 13 vinti da Modena e 8 da Latina l’ultimo lo scorso anno nei playoff a Belluno vinto dai pontini per 3-1; nei 10 incontri giocati al PalaPanini sei se li sono aggiudicati i padroni di casa e 4 il Latina.

“Sarà una partita importante anche per la classifica che determinerà gli accoppiamenti di Coppa Italia -ha detto Alberto Cisolla-. Veniamo in Campionato da due sconfitte da dimenticare in fretta: una brutta gara a Castellana, mentre con Piacenza non abbiamo giocato male ma la Copra è stata superiore a noi. Dobbiamo fare una buona prova per il morale. Modena è partita male in un primo momento ma ha poi inanellato una serie di vittorie e ora è in piena forma”.

 

 

Comments

comments

MandarinoAdv Post.