Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Elezioni, 47 comuni al voto nel Lazio

Quarantasette Comuni, tra cui il capoluogo Viterbo e 11 città sopra i 15 mila abitanti, due Municipi di Roma Capitale, il III e l’VIII, per un totale di quasi 850 mila elettori in tutta la regione chiamati alle urne. Sono i numeri della tornata elettorale del 10 giugno nel Lazio che presenta sfide tutte da seguire.

A partire dal rinnovo dell’amministrazione di Viterbo, dove l’uscente Leonardo Michelini (centrosinistra) non si ricandida: ci provano in 8, a partire dal vicesindaco Luisa Ciambella (appoggiata dal Pd). Il centrodestra ‘classicò schiera Giovanni Arena (FdI, Lega, FI e lista Fondazione). Per il M5s c’è Massimo Erbetti, mentre Casapound appoggia Claudio Taglia.

Se Viterbo è capoluogo, però, i due Municipi romani, 330mila abitanti in tutto, dal punto di vista demografico pesano rispettivamente il doppio (l’VIII) e il triplo (il III). In entrambi i casi si torna al voto dopo una crisi delle giunte M5s, in entrambi per il centrosinistra correranno gli ‘outsider’ e non i candidati del Pd, sconfitti alle Primarie. Dunque la sfida è un test di «tenuta» per i pentastellati e una prova per il neonato laboratorio di centrosinistra – che sostiene i due candidati civici che alle primarie hanno sconfitto i concorrenti dem – e per la Lega, forte di un exploit in tutte le periferie cittadine alle ultime politiche. Alla Garbatella Amedeo Ciaccheri sfiderà Enrico Lupardini (M5s) e Simone Foglio (FI, Lega, FdI) mentre a Montesacro sarà l’ex assessore di Ignazio Marino, Giovanni Caudo, a contendere la riconferma alla pentastellata Roberta Capoccioni; il centrodestra unito schiera invece il vicequestore Francesco Bova. In entrambi i Municipi, infine, ci sono le ali estreme di Casapound (Massimiliano Pugliese in VIII e Francesco Amato in III) e Potere al Popolo (Rita Chiavoni e Davide Angelilli rispettivamente).

Gli altri 10 Comuni sopra i 15 mila abitanti sono Anagni e Ferentino in provincia di Frosinone; Aprilia, Cisterna e Formia a Latina; Anzio, Fiumicino, Pomezia, Santa Marinella e Velletri nell’area di Roma.

A Fiumicino, quarto Comune del Lazio, a contendere il rinnovo al Pd Esterino Montino (appoggiato da una coalizione ‘allargatà che va dalla Dc a LeU) ci sono Fabiola Velli del M5s e due candidati del centrodestra, Mario Baccini (appoggiato da FI, da Epi e altri) e William De Vecchis (Lega, FdI e altri); infine, Casapound con Gaia Desiati. Occhi puntati anche su Pomezia, dove il sindaco uscente Fabio Fucci – eletto con il M5s e dal M5s fatto cadere per il divieto di terzo mandato – è in campo con una civica; candidato ufficiale di Grillo è Adriano Zuccalà. Stefano Mengozzi corre per il centrosinistra mentre Pietro Matarese, una carriera nelle forze dell’ordine, è il candidato del centrodestra (FI, Lega, FdI e altri); ci sono poi Roberto Camerota di Casapound e l’avvocato ‘civicò Antonio Aquino. Ben 9 i candidati ad Anzio. A Velletri il candidato M5s è Paolo Trenta, fratello della neo-ministra della Difesa Elisabetta; se la vedrà con altri 6 candidati, tra cui Orlando Pocci (Pd, LeU e altri) e i due del centrodestra Alessandro Priori (FI e altri) e Giorgio Greci (Lega, FdI e altri).

Nel Frusinate è corsa a 7 ad Anagni, commissariata dopo la caduta del sindaco Pd. Nessun candidato M5s a Ferentino: ci riprova l’uscente Antonio Pompeo (Pd e centrosinistra) mentre per il centrodestra c’è Franco Collalti.

Passando alla provincia di Latina, ad Aprilia, quasi 70 mila abitanti, il civico Antonio Terra cerca una riconferma: lo sfideranno Domenico Vulcano (Fi, Lega, FdI e altri) e Giorgio Giusfredi (Pd e altri).

Commenti

commenti

MandarinoAdv Post.