Website Security Test
Banner Bodema – TOP

SUCCEDE SOLO IN ITALIA

Gentile redazione,

solo in Italia può accadere che un Presidente del Consiglio tolga le parole di bocca a un Corona. Con la differenza che dare del talebano ad un magistrato (o a più magistrati) era forse più giustificabile nel secondo caso.


Solo in Italia si viene incriminati dando dello stupido al vicino di casa quando invece è possibile gridare a tutto il mondo che i magistrati italiani sono talebani.

Solo in Italia è possibile il verificarsi di una tale frattura tra politica e magistratura e si può stracciare senza colpo ferire la ormai sempre più povera Costituzione che dovrebbe invece tutelare come bene primario l’assoluta indipendenza tra i poteri dello Stato, come sin dai primi anni di scuola ci insegnavano – evidentemente sbagliando- i vecchi maestri delle elementari. A questo proposito sarebbe interessante sentire cosa ne pensi il Capo dello Stato, che ne dovrebbe essere il primo garante.

Solo in Italia ormai tutti i gradi della Magistratura possono tranquillamente essere fatti oggetto di brutali attacchi allo scopo di screditare e ridicolizzare procure, tribunali, Consulta Costituzionale, senza scordarsi però del Parlamento Italiano, europeo, stampa e tv. Gli stessi italiani, non troppo tempo addietro, sono stati pubblicamente catalogati come idioti in caso non avessero votato per una certa parte politica. Ve lo immaginate voi cosa sarebbe successo se un Clinton, già processato negli stati Uniti per fatti assai meno gravi, avesse dipinto la Corte Suprema come talebana?

Solo in Italia esiste di fatto il potere di autoassoluzione per il Premier: “Ora pretendo che mi si dichiari innocente” tuona Egli dopo la prescrizione per l’avvocato Mills. Ora aspettiamo a breve il coro dei suoi seguaci che scandisca agli italiani il famoso motto “meno male che Silvio c’è”, magari in forma dalla ormai notissima, puerile e ridicola canzoncina.

Solo gli italiani non vedono come il voto popolare corredato da numerosi e costanti sondaggi possano costituire prova di innocenza per chiunque e men che meno motivo di autoassoluzione.

Solo gli italiani non si accorgono della strategia del nostro Presidente del Consiglio di voler porre tutto, comprese le indagini a suo carico naturalmente, sul piano dello scontro politico permanente. Quasi fosse una partita di calcio nella quale le tifoserie delle due fazioni non badano al bel gioco o alla correttezza in campo ma solo a sconfiggere l’avversario. Ma la politica non è una partita di calcio, e il Parlamento non è di certo il Milan. Ma seppur fosse, mentre l’allenatore dell’inter Morinho viene squalificato per tre giornate per un gestaccio verso il giudicante arbitro della legge del calcio, il Premier può pacificamente riempire di improperie a cadenza ormai quasi mensile i giudicanti arbitri della Legge dello stato italiano.

Solo gli italiani possono non accorgersi che il Presidente del Consiglio ha ormai costruito intorno a se un castello formato da “pappagalli” tipo Bonaiuti, Capezzone, Bondi, Cicchitto, parlamentari italiani incaricati di ripetere lo stesso copione scritto da anni, sempre con le stesse frasi, le stesse parole, lo stesso tono, gli stessi modi di dire, finchè a forza di ripetere la perenne litania anche i più testardi non ne rimangano assuefatti.

Ma si sa. Noi in Italia siamo famosi per essere creativi e fantasiosi. Nessun popolo ci batte in questo. Non siamo forse noi un popolo di santi, poeti, navigatori?

Quindi di conseguenza non ci sarà niente di strano se siamo portati a credere che un ottantenne Premier, potesse non conoscere il motivo per il quale veniva omaggiato di tali bellezze, per alcune delle quali poteva essere bisnonno. La motivazione va cercata certamente ella sua ancora integra bellezza e al suo notorio charm fuori dal comune.

Infine solo in Italia una sempre più insignificante opposizione possa non riuscire a far comprendere al popolo che santi e navigatori non ci sono più da un pezzo e che prima o poi è ora di uscire dal letargo a prescindere dal colore politico.

Massimo De Simone

Comments

comments

  • Virghil

    Non posso che condividere tale sfogo !

    E in effetti siamo gli unici in Europa , ad essere rappresentati da un “premier” che tramite il suo ruolo si e’ fatto approvare a colpi di fiducia ben 37 decreti ad personam !

    In effetti siamo l’unico paese in Europa , dove ladri e pregiudicati siedono nei palazzi istituzionali dettando regole e leggi .

    In effetti siamo gli unici in Europa , a garantire totale immunita’ ai parlamentari .

    In effetti siamo gli unici in Europa , ad avere un premier che mantiene il controllo totale sull’informazione .

    L’italiota medio e’ pure contento di essere rappresentato dalla furbizia , dall’impunita’ , e dalla richezza ottenuta con ogni mezzo !

    ….In effetti siamo gli unici in Europa ,e comincio ad avere molti dubbi sulla permanenza dell’Italia in Europa , mentre tutti si preoccupano del probabile ingresso della Turchia !

    [b][/b][b][/b][b][/b]

MandarinoAdv Post.