Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Ciarrapico contro Fini, battuta antisemita: scoppia la bufera

Furioso con il «traditore» Gianfranco Fini, il senatore Giuseppe
Ciarrapico intervenendo in Aula al Senato durante il dibattito sul discorso
programmatico del premier, si lascia andare a una battuta dal retrogusto antisemita:
«fonderà un partito – attacca parlando del co-fondatore del Pdl – e speriamo che
abbia già ordinato le kippah con le quali si presenteranno».
Il riferimento è al tipico copricapo degli ebrei e sulle sue parole scoppia la
bufera. Ciarrapico più tardi corregge il tiro spiegando di non avere intenzioni
antisemite e che da domani darà in omaggio il catalogo dei libri che ha pubblicato in
difesa della storia di Israele. Non solo, spiega, «io non ho nulla contro gli ebrei,
la mia famiglia ha anche un ‘albero dei giustì, perchè abbiamo difeso e nascosto gli
ebrei quando erano perseguitati».
Le prese di distanza, però, piovono copiose e bipartisan.
L’Unione Comunità Ebraiche chiede a governo e Parlamento di dissociarsi dalle sue
parole; l’assessore dell’Ucei alla cultura, Victor Magiar dice di provare «un
sentimento di sincero disprezzo per così tanta ignoranza». E a stigmatizzare è tutta
l’opposizione mentre anche Fli parla di un «atto gravissimo».
A intervenire per stoppare le polemiche è direttamente il presidente del Consiglio
Silvio Berlusconi. «Per evitare che una frase sfuggita di bocca a un nostro senatore
possa generare equivoci – puntualizza – voglio dire che in tutta la mia vita sono
stato amico di Israele». E ancora, «la visita che ho fatto ad Auschwitz mi ha
trasmesso un sentimento di solidarietà incancellabile tale che da allora mi sento
istraliano». A prendere le distanze sono anche i ministri degli Esteri e della
Difesa, Franco Frattini e Ignazio La Russa e i capigruppo Pdl a Camera e Senato.
Certo è che la frase incriminata sulle «kippah» arriva a chiusura di un discorso
durissimo del senatore-editore contro il presidente della Camera. Fini e i suoi
senatori sono dei «rinnegati», attacca, e quando si andrà a votare «torneranno
nell’ombra». Così come Fini che «fonderà un partito, speriamo che abbia già ordinato
le kippah con le quali si presenteranno, perchè di questo si tratta: chi ha tradito
una volta tradisce sempre». Quella di Ciarrapico «non è la nostra destra», taglia
corto FareFuturo. E anche Generazione Italia replica con ironia al vetriolo: «Al
camerata Ciarrapico – scrive Gianmario Mariniello, direttore del think thank vicino a
Fini – offriamo in esclusiva una bella kippah griffata Generazione Italia. Deve
comprarla, però. Stia tranquillo, gli faremo uno sconto. E soprattutto una regolare
fattura. Dato il curriculum del camerata Ciarrapico, non si sa mai…».

Comments

comments

  • Aurelio da Terracina

    Soprannome Er Fascistone.

    Se si dovessero elencare tutti i guai di questo personaggio, per contenerli non baterebbe la Treccani. Mi limito ad elencare solo quelli del 2010. E’ ritornato alla ribalda per un rinvio a giudizio, nel mese di Marzo, per reati di diffamazione e falso nei confronti di una giornalista di Telemolise. Il mese dopo è finito nel registro degli indagati per presunti illeciti legati ai finanziamenti ricevuti da società editoriali a lui riconducibili. Uomini come questi dovrebbero essere allontanato definitivamente dalla politica e dai consessi societari. Purtroppo invece, sono sempre a galla per il dio danaro, che possono fornire ai corrotti. Purtroppo, questo è il risultato della legge porcellum che a permesso a cialtroni del genere di sedere in parlamento. E mister B. non poteva certo lasciarselo scappare.

  • omar

    Ciarrapico ha riassunto molto bene il pensiero di migliaia di italiani giovani e meno giovani che in quella tradizione politica hanno sempre creduto, e che da 15 anni ormai sono inorriditi davanti al novello maresciallo badoglio-fini, campione di tradimento e giustamente definito rinnegato come i suoi fedeli liberti.
    Chi ha tradito una volta,tradisce sempre ! Ben detto camerata Ciarrapico!
    “.. La tua parola tu l hai gia detta, non ho tradito non ho tradito… Per l, onore d Italia…”

  • fankkkkk

    Che italietta che siamo, ancora con il saluto romano per raccattare il consenso di 4 ignorantoni.

  • Fix

    quanto rumore per niente…
    cosa avrebbe detto di così grave l’On. Ciarrapico?!
    del resto non si vede tutti i giorni un Politico di destra indossare il copricapo ebraico, e quindi se lo ha invitato a formare un partito con la kippah, cosa ci trovate di cosi tanto sconvolgente in cio che ha asserito?
    la verità è che viviamo ormai in uno stato di ipocriti e ignoranti che definiscono l’ebreo colui che non ha macchia alcuna, sconoscendone la storia di questo popolo autodefinitosi eletto da dio e per tanto spavaldamente presuntuoso nei confronti di tutti quegli altri popoli che non avrebbero secondo questa loro tesi la stessa considerazione dell’altissimo.
    per tale motivo saccheggiano quotidianamente il territorio alle popolazioni del medioriente che di certo non mi sembrano essere nazisti ne simpatizzanti di ciarrapico.

MandarinoAdv Post.