Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Roma, apre il nuovo nodo di Termini

Il nuovo nodo Termini, «la porta d’accesso alla città» è pronta. Con l’apertura della nuova galleria, che collega in modo più agevole le due linee metropolitane di Roma, è finalmente stato possibile tagliare il nastro che inaugura, di fatto, una nuova stazione metropolitana. Perchè, per innovazione, pulizia e efficientamento del servizio, quest’opera non può essere considerata solo un nodo di scambio.

Con il suo investimento di 63 milioni di euro, di cui 44,6 di Roma Capitale e 18,4 dello Stato, questa nuova stazione può essere considerata una vera e propria infrastruttura che migliora il servizio di trasporto pubblico su ferro. In tre anni sono stati realizzati 18 nuove scale mobili e 5 ascensori, 2.641 metri di percorso per disabili visivi e 63 mappe tattili, centrali di estrazione e immissione aria, con la conseguente climatizzazione dell’intera struttura che fino all’anno scorso, sebbene in esercizio, ha creato non pochi problemi per il troppo caldo estivo.

Poi, sono state costruite due nuove gallerie che collegano, una le banchine della linea a con la linea B e l’altra le banchine della linea B tra loro. Per il presidente di Roma Metropolitane Massimo Palombi quest’opera rappresenta «il biglietto da visita del trasporto pubblico di metropolitana di Roma, un esempio di efficientamento», mentre il direttore generale Luigi Napoli ha tenuto a precisare di aver «lavorato su uno dei nodi piu trafficati d’Europa in costanza di esercizio». A tagliare il nastro inaugurale è stato il sindaco di Roma Gianni Alemanno che si è detto «orgoglioso perchè abbiamo aperto una stazione all’avanguardia eliminando problemi d’accesso che creavano un grave disagio per cittadini».

Con l’occasione il primo cittadino ha ricordato che «la metro C va avanti, nonostante l’opera di diffamazione in atto. Le risorse per arrivare fino al Colosseo ci sono tutte ma mancano quelle per la T2 da piazza Venezia in poi. Le troveremo con uno sforzo grande del Cipe e dello Stato». Accanto ai lavori per la nuova stazione è stata rinnovata completamente anche piazza dei Cinquecento, capolinea del trasporto pubblico su gomma. Sono, infatti, tornate tutte le 27 linee di bus che si erano sparpagliate a causa dei lavori: ora nella piazza, ci sono nuovi marciapiedi e capolinea che smistano, ogni giorno, 5700 corse in transito e circa 200mila passeggeri.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.