Website Security Test
Banner Bodema – TOP

A Latina un nuovo mega centro commerciale, sarà il più grande del Lazio

messaggero-centro-commercialeIl quotidiano Il Messaggero pubblica oggi i dettagli di un progetto faraonico: un nuovo centro commerciale in via Monti Lepini, accanto all’Expo.

Sarà il più grande del Lazio, superando anche Euroma2 che è il maggior centro commerciale di Roma. In totale 71.825 metri quadrati sull’area di un sito industriale dismesso che sarà ampliato con negozi, ristoranti, hotel, biblioteca, ludoteca e palestra. Il progetto sembra essere arrivato a un punto di svolta, l’8 ottobre si terrà in Comune alle ore 10 una conferenza dei servizi per acquisire i nulla osta necessari. 

Il progetto è stato presentato dalla società “Ortofrutticolpontina s.r.l.” e ha già ottenuto i pareri favorevoli di regione e Consorzio di Bonifica. Previsto anche il restauro dell’ex podere ONC che diventerà un punto di promozione territoriale. Il progetto prevede l’assunzione di 912 lavoratori e una rivoluzione nella viabilità con alcune strade nuove interne all’area, una rotonda, un collegamento con via Torrenuova, un ponte sul canale delle Acque Medie e l’adeguamento delle strade già esistenti. Per tutto ciò servirà una variante al Prg del Comune di Latina.

Comments

comments

  • Mariavittoria T

    912 persone assunte, speriamo che almeno 600 siano romeni

  • haran banjo

    mahhh piuttosto speriamo che ci siano ancora euro da spendere…..

  • Bruno

    Aprirò un negozio e lo chiamerò ” Le zoccole” affitto al dettaglio.

  • Cittadino di Latina

    In una situazione di calo dei consumi, aumentare l’offerta di beni vuol dire che qualche altro centro chiuderà portandosi dietro la relativa occupazione.

    Non facciamoci rincoglionire dalle balle da sciacalli sui posti di lavoro …

  • M

    Cemento cemento e ancora cemento.
    Per di più vorrei sapere chi ha ancora soldi per andare a fare shopping in una città in cui non si trova lavoro e le aziende chiudono.

    Ma continuiamo a far finta che sta città non sia in mano alla camorra. Tutto normale così.

  • slatan

    l’ ennesima gigantesca lavanderia di denaro sporco… sarà inoltre il colpo di grazia per i negozi del centro. mi spiegate chi perderà tempo a cercare parcheggio per andare a comprare nella zona con la ztl? o per bere un drink o fare due passi? creano 900 posti di lavoro? bene. peccato che ne toglierano altrettanti ( come minimo) da un altra parte. povera città… sempre peggio. mi raccomando latinensi, al prossimo giro di elezioni confermate la vostra inesauribile saggezza!!!

  • LT

    LATINA conferma ancora di essere una citta’ all’avanguardia!!!
    si investe dove c’e’ benessere e ricchezza.

  • Daniele

    Sono un ragazzo disoccupato.. Ma a chi devo chiedere per lavorare in qualsiasi mansione in questo centro commerciale che dovrà aprire?

  • Andrea

    Non avete capito niente: sono arrivati nelle mani dei soliti di Latina, dei nuovi capitali da RICICLARE… Ma possibile che bisogna sempre spiegare tutto :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) ?!?!

  • Smith

    w lu cemento, w la camorra, w l’unità d’itallia….forse è questo che volete sentir dire!!!
    tanto i posti di lavoro saranno per i soli garibbaldini venuti ad abitare a latina dopodomani mattina che oltre a dare il volto alla solita classe politica torrona avranno anche il privilegio di nuove abitazioni….voi latinensi che ancora ce credete…..tanto fascismo ma poco squadrismo

  • LT

    posti di lavoro solo per i latinensi !!!

  • LOOPONE

    CAMORRA ALLA GRANDE, LATINA IN CHAMPIONS LEAGUE!!!!!!!!

  • Prof. Willer Tubilando

    Si immagina giá i negozi e la clientela circolante: l’unica cosa che non circola è il denaro, dubito in 900 posti di lavoro, i negozi rischiano di chiudere immantinente.
    La cittá non ha assolutamente le potenzialitá economiche per sostenere una megalomania di tal fatta.
    Doviziosamente spiegata nei precedenti interventi l’origine dei capitali da impiegare.

  • bart

    Disfattismo. Questo è quello che si legge sempre nei vostri commenti.
    C’è un articolo che parla della realizzazione di un nuovo centro commerciale, il più grande del lazio, che una volta ultimato darà un posto di lavoro a 900 persone, che sarà ovviamente un’attrazione per tanti non latinensi (a tutti sarà capitato di andare a roma solo per andare da Euroma2). E questo farà si che soldi che oggi magari vengono spesi in ciociaria possano essere spesi a Latina. Fosse solo questo sarebbe già tanto, ma tutto quello che comporta la realizzazione del centro commerciale? Geometri, ingegneri, architetti, imprese di movimento terra, imprese costruttrici, operai… vi pare poco? Che piaccia o no, se non facciamo muovere l’edilizia non usciamo dalla crisi.

  • Alessandro Sabotino

    Bart, non dici male. Io muoverei l’edilizi anche e specialmente riqualificando ciò che gia c’è. Come ad esempio le palazzine del centro. Ma tanto denaro da spendere per opere del genere lo ha “quasi” solo la criminalità organizzata

  • dubbio

    Non capisco la necessità di aprire un mega centro commerciale quando abbiamo il morbella che dentro è mezzo vuoto; per non parlare poi di tutti i locali commerciali sfitti che si vedono in giro per la città.

  • dubbio

    Non capisco la necessità di aprire un mega centro commerciale quando abbiamo il morbella che dentro è mezzo vuoto; per non parlare poi di tutti i locali commerciali sfitti che si vedono in giro per la città.

  • Aldino

    QUESTO è L’ENNESIMO SCHIAFFO ALLA GIA’ AGONIZZANTE ECONOMIA DEL CENTRO CITTA’.
    Non si farà altro che accelerare il processo di desertificazione del centro città, e Latina tornerà ad essere una città dormitorio, satellite della CAPITALE.

    Poi tutto il resto sono chiacchiere, parlano i dati ISTAT, e quelli mi sembrano l’unica cosa certa.

  • Controcorrente

    Allora, mi attirerò delle critiche, ma dico la mia, innanzitutto non trattasi soltanto di galleria commerciale, ma anche di servizi aggiuntivi quali sale cinema (non c’è un cinema serio a Latina) un hotel (idem come il cinema) biblioteca, ludoteca e quant’altro.
    Inoltre se dovessero aprire in deroga al progetto iniziale, mutandolo, colossi come Decathlon, Ikea, Leroy Marlin….i metri quadri di galleria commerciale sarebbero ulteriormente ridotti e francamente son negozi che non adrebbero a far concorrenza a nessuno tranne che a qualcuno che a latina ci ha fatto tanti soldi dando ben poco alla città sia in termini d’immagine che di ritorno in posti di lavoro. Il Morbella è già morto, pensiamo a riconvertirlo in termini di destinazione d’uso…..!!! Eppoi l’indotto solo per la realizzazione porterebbe un benessere diffuso nelne zone limitrofe per almeno un decennio con ingenti ricadute anche su tutta l’economia della zona…..RIPARTIRE OGGI è ciò che conta…….Sui capitali investiti….beh non è mio compitto ne esprimere giudizi ne controllare, chi ci governa e amministra dovrebbe farlo.

  • Controcorrente

    A per dirla tutta lì insistono già tra i 50000 e i 75000 metri cubi di costruito….

MandarinoAdv Post.