Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Italia Connessa, Sezze partecipa al contest di Telecom

contest-telecom-latina-sezzeTelecom Italia presenta la seconda edizione del contest “Italia Connessa”, l’iniziativa avviata lo scorso anno per diffondere la cultura dell’innovazione tra le amministrazioni locali con l’obiettivo di promuovere la digitalizzazione nel Paese e favorire la diffusione di servizi innovativi ai cittadini e alle imprese.

Quest’anno il contest “Italia Connessa”si rivolge a 118 comuni italiani di medie dimensioni, con una popolazione compresa tra i 15.000 e 50.000 abitanti. Sono 13 i Comuni del Lazio coinvolti nel progetto: Alatri, Anagni, Anguillara Sabazia, Ardea, Ariccia, Civita Castellana, Fonte Nuova, Ladispoli, Mentana, Santa Marinella, Sezze, Veroli, Zagarolo.

Per partecipare i comuni dovranno presentare entro il 15 novembre, attraverso il sito telecomitalia.com/italiaconnessa, un piano di sviluppo digitale del proprio territorio finalizzato a diffondere l’utilizzo dei servizi digitali da parte di cittadini, aziende e pubbliche amministrazioni, come ad esempio: servizi di smart city, servizi pubblici on line, progetti di incentivazioni dell’imprenditoria locale, progetti di automazione e dematerializzazione dei processi amministrativi o progetti finalizzati a favorire l’occupazione giovanile nel business digitale. Il progetto dovrà essere accompagnato dall’indicazione di tutti i provvedimenti con cui le Amministrazioni intendono facilitare lo sviluppo delle nuove reti NGN, attraverso l’adozione di procedure amministrative semplificate, l’utilizzo di infrastrutture esistenti e la propensione a favorire l’utilizzo di tecniche di scavo innovative.

Una volta terminata la raccolta delle candidature, Telecom Italia effettuerà una prima valutazione relativa solo all’effettivo impegno dei comuni a facilitare la realizzazione delle nuove infrastrutture dalla quale risulterà una short list di circa 20 comuni finalisti.

Sarà poi una giuria specializzata indipendente composta da personalità di spicco nel mondo dell’innovazione e dello sviluppo digitale, a decretare infine quale sarà l’idea più innovativa e quindi a proclamare, entro la fine dell’anno, il comune vincitore.

Nel comune selezionato, Telecom Italia realizzerà entro il 2016, in anticipo rispetto ai propri piani, la rete fissa di nuova generazione (NGN) e la copertura con rete mobile di quarta generazione (LTE).

Con questa iniziativa Telecom Italia vuole contribuire ulteriormente ad accelerare i processi di digitalizzazione del Paese, coerentemente con gli obiettivi indicati dall’Agenda Digitale. In particolare, con il contest “Italia Connessa”, l’azienda vuole dimostrare come anche nei comuni finora esclusi dai piani di infrastrutturazione di tutti gli Operatori sia possibile innescare le condizioni favorevoli alla realizzazione di reti di nuova generazione, operando sulla riduzione dei costi di installazione e sullo sviluppo di nuovi servizi digitali.

Comments

comments

  • Frank

    Un’ altra colossale BUFALA . Non bastava semplicemente aspettare questi servizi di Telecom, testarli e poi aderire?
    Che cosa ci guadagnano i politicanti che sono al comune di Sezze?
    Perche’ pubblicizzare una Societa’ quando ancora non si Conosce il funzionamento del servizio?
    Eppure esperienza in merito ne abbiamo abbastanza.
    Mi puzza di bruciato!!!!!!!!!!
    Votate sta gente mi raccomando!!!!!!!!! Poi non vi lamentate.

  • ugo

    a latina non c’è neanche l’LTE… :D

  • piazza moro

    Purtroppo però, non tutto è oro quel che luccica. La rete LTE 4G è sì veloce, ma la sua velocità si scontra con la sua “scarsità”: le tariffe degli operatori mobili, oltre a non essere particolarmente appetibili (ma essendo una nuova tecnologia, ci può stare) hanno il classico e storico difetto di avere un limite al traffico utilizzato.
    L’unico motivo per avere una rete veloce è quello di utilizzarla per contenuti pesanti, inutile avere l’LTE per scaricare la posta.

  • Cinico

    ….a Sezze…. connetteranno al mondo compare Zappitto?

  • Frank

    A Sezze il sindaco connettera’ i rumeni non i Sezzesi.
    Che vergogna !!!!!!,,,

MandarinoAdv Post.