Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Siringhe piantate negli alberi vicino alle autolinee di Latina

siringhe-albero-latinaSiringhe gettate a terra e piantate con gli aghi sui tronchi degli alberi. La situazione in cui versa un piccolo angolo verde tra le autolinee di via Romagnoli e via Magenta, è stata immortalata in alcune fotografie scattate da un alunno dell’istituto Manzoni, dove la consigliera comunale del Partito Democratico, Nicoletta Zuliani, è docente.

“Il fatto che uno studente – spiega Zuliani – sia venuto a consegnarmi le fotografie di una situazione di degrado che ha rilevato nella zona che frequenta per andare a scuola, è indicativa di quanto i ragazzi riescano ancora ad avere fiducia nelle Istituzioni, ed è anche per questo che a loro dobbiamo una risposta sinergica per contrastare le emergenze sociali ed in particolare quelle che li riguardano, come il pericolo della droga, purtroppo sempre in agguato tra i giovani. Una delle zone maggiori di spaccio, sembra assurdo quanto grave ma è così, è proprio sotto i nostri uffici comunali, sotto l’Intendenza di Finanza in Piazza del Popolo”.

“Il governo della città, in questi anni – aggiunge Zuliani – per il contrasto alla diffusione delle droghe tra i giovani ha fatto ben poco. Ci si è attivati sicuramente di più per lo sport, ma una città come Latina non può accontentarsi di qualche evento, dietro cui nascondersi per dire che si è fatto qualcosa per i giovani. Ora più che mai, visto l’arrivo della stagione estiva – quando i ragazzi sono per strada per molto più tempo rispetto all’inverno – bisogna tenere gli occhi aperti e fornire risposte ai bisogni aggregativi dei ragazzi, che altrimenti rischiano di prendere strade ed avvalersi delle compagnie sbagliate. Il Comune, come Istituzione più prossima ai cittadini, deve farsi carico di questa esigenza e cercare l’apertura di un tavolo con gli altri organi presenti sul territorio, primo fra tutti quello della Prefettura. Fra l’altro stupisce che, a distanza di un anno rispetto alla mia richiesta di incontro con il prefetto Antonio D’Acunto, proprio a proposito dell’emergenza sociale della diffusione delle droghe tra i giovani, non abbia ricevuto alcuna risposta”.

Comments

comments

  • 1, 2 e 3

    “bisogna tenere gli occhi aperti” e intanto tolgono i vigili da via neghelli.
    “stupisce che, a distanza di un anno rispetto alla mia richiesta di incontro con il prefetto Antonio D’Acunto……….. non abbia ricevuto alcuna risposta” e che aspetti a richiederlo ancora?

  • Birillo

    Ma con che coraggio e faccia tosta parla, se poi proprio alcune frange del PD e in alcuni casi tutto il PD è favorevole alla liberalizzazione delle droghe, alla mitigazione delle pene per i “poveri” spacciatori, alle amnistie e agli indulti, che scarcerano molti spacciatori.

  • X

    Il fatto che uno studente sia venuto a fartelo notare non è che ha fiducia nelle istituzioni… è per dirvi quanto siete INUTILI! Il bello è che non riuscite a cogliere l’ironia per quanto siete inefficienti…

  • Ben-ito

    Non solo favorevoli…se le fumano pure questi !!!

  • Cinico

    abbiamo una classe politica capace di liberalizzare qualunque cosa gli dia consenso elettorale quindi il potere economico.

    L’Italia è una nazione alla deriva etica e morale.

  • Disincanto

    Io purtroppo e disgraziatamente abito in Via Filippo Corridoni traversa che poi esce alle Autolinee e non potete immaginare cosa ci sia, dallo spaccio all’alcool ormai quartiere STRANIERO e NESSUN CONTROLLO!!
    Una delle più vecchie zone di Latina se non erro “storica” abbandonata al degrato!
    è UNA VERGOGNA !!!!!!!!!!!!!!
    La colpa è anche di chi “italiano” ha affitato le case popolari anche a deliquenti!!!
    Se Dio vorrà scappo quanto prima da li, maledetto il giorno che ci sono andato ad abitare!!!!!

  • Ben-ito

    Quella zona ai bei tempi era abitata da lavoratori italiani.
    Giardini, spazi comuni, stenditoi e vasche per lavare i panni
    Un quartiere….sociale!
    Ora invece il degrado

  • lupo

    Comunuque che ignoranza a destra…mamma mia, le droghe leggere legalizzate per contrastare il narcotraffico accostate al degrado urbano e all’emarginazione. Ma che cavolo c’entra??? Poi vabbe Latina è una delle città secondo alcune analisi dove è altissimo il consumo di cocaina. Diciamola tutta, i fascisti se so sempre fatti le canne e hanno sempre spacciato, ma de nascosto però, come tutti i bigotti che popolano sto paese. Quanto alla Zulianì, dovrebbe smetterla di strumentalizzare le notizie una tantum. Il PD va avanti a comunicati stampa ed è praticamente assente dal territorio questo è il dato di fatto. Comunque valutando le capacità politiche e personali….meglio cosi!!!

MandarinoAdv Post.