Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Raccomandazioni alla Asl, il senatore Fazzone sarà processato

Il giudice Laura Matilde Campoli ha rinviato a giudizio il senatore del Pdl Claudio Fazzone con l’accusa di abuso d’ufficio per le lettere di raccomandazione inviate all’ex manager della Asl Benito Battigaglia.

Le lettere di raccomandazione furono inviate quando Fazzone era Presidente del Consiglio Regionale del Lazio. Erano scritte su carta intestata della Regione e normalmente protocollate. Nelle missive si segnalavano persone da spostare o assumere alla Asl.

Il giudice Tiziana Coccoluto aveva già rinviato a giudizio Benito Battigaglia, ex manager della Asl di Latina, e i quattro componenti della commissione d’esame (Emanuele Monti, Pietro Spanu, Enzo Recchia e Rossana Bellardini) per il concorso di radiologia alla Asl finito sotto inchiesta per le presunte raccomandazioni del senatore. L’inchiesta fu aperta dopo la scoperta di alcune lettere di segnalazione inviate da Claudio Fazzone a Benito Battigaglia. Sotto accusa l’assunzione di cinque tecnici di Radiologia alla Asl di Latina, “segnalati” a Battigaglia.

Il gup Tiziana Coccoluto decise, dopo il rinvio a giudizio, di trasmettere gli atti alla Procura per “valutare la posizione di Claudio Fazzone” nel frattempo diventato senatore del Pdl. La Procura aprì l’inchiesta e ora si è arrivati al rinvio a giudizio. Già al momento della trasmissione degli atti in Procura, Fazzone parlò di “atteggiamento persecutorio” nei suoi confronti tanto che il giudice Coccoluto annunciò la possibilità di una querela nei confronti del senatore del Pdl.

CHI E’ CLAUDIO FAZZONE – Senatore della XV legislatura, Senato della Repubblica Elezione: 9 aprile 2006
Proclamazione: 19 aprile 2006 Gruppo FI – Membro della 2ª Commissione permanente (Giustizia) Membro del Comitato per le questioni degli italiani all’estero. E’ stato il più votato in Italia alle elezioni regionali del 2005 con più di 37.000 voti. Nato nel 1961 a Fondi, dove risiede. E’ sposato e ha due figli. Nella VII legislatura della Regione Lazio (2000/2005) ha ricoperto la carica di Presidente del Consiglio Regionale del Lazio. La sua carriera lavorativa inizia al Ministero degli Interni come agente di polizia. In seguito entra nei ruoli della Presidenza del Consiglio come funzionario. Ha lavorato al Senato della Repubblica, presso la Segreteria Particolare del Presidente, per diversi anni. Inizia a fare politica attiva in Forza Italia nel 1995. E’ stato Vice Presidente e Assessore all’Amministrazione Provinciale di Latina dal 1995 al 2000. Primo Coordinatore Provinciale di Latina di Forza Italia eletto e riconfermato, carica che ricopre tuttora. Sceso in campo alle regionali del 16 aprile 2000, ha ottenuto 26.230 preferenze, risultando anche allora, il più votato in assoluto in tutta Italia.

Comments

comments

  • VinxLt

    vero poverino, e’ una vittima.
    chissa’ come mai ce l’hanno tutti con lui…

  • Anophele

    ricordate il caso Fondi…… che io sappia non è mai successo nella storia della Repubblica Italiana che un Senatore annunci querela al Prefetto della sua Provincia rappresentante del suo stesso Governo!!!!!! Assurdo quanto surreale vicenda dai risvolti grotteschi del declino culturale e politico italiano.

  • macchia de sugo

    ao a Faz hai fatto cascà Zac perchè raccomandava le figlie e mo??? Famo cade il senato???? Daje popolo…….berta filava

  • al

    non è il primo che ha fatto raccomandazioni, andate a vedere chi lavora all’ATER o ex IACP, e quali concorsi abbiano fatto per entrarci.
    Meditate gente meditate!

  • mauro!!

    A proposito di Ater, Qualcuno sa che fine ha fatto il concorso avviato sotto la direzione Lecce in piena campagna elettorale a Marzo? E’ stato stoppato a metà enon si sa più nulla!! L’ennesima bufala politica???

  • avatar

    Poveraccio, ce l’hanno tutti con lui, perche’ Invidiosi che un semplice netturbino uh! pardon celerino, e’ diventato senatore. Ma quando faceva il celerino guidando le macchine degli onorevoli ha fatto un buon tirocinio, ed ecco i risultati. Ma non vi dovete incazzare con lui, ma con quei dementi che l’hanno votato. Un certo Barabba non vi dice nulla?

MandarinoAdv Post.