Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Zingaretti presenta i Plus, c’è anche la nuova marina di Latina

Sedici progetti di riqualificazione urbana realizzati grazie ai fondi europei Por Fesr 2007-2013: sono i Plus, Piani Locali di Sviluppo Urbano, presentati oggi nel corso di una conferenza svoltasi nell’aula Magna del Dipartimento di Architettura dell’università Roma Tre, dal governatore del Lazio, Nicola Zingaretti e l’assessore alle Attività produttive.

Gli interventi di riqualificazione urbana interessano sedici Comuni del Lazio, con un investimento pari a 122 milioni di euro destinati al recupero fisico, sociale, economico e ambientale di aree urbane, con l’obiettivo di valorizzare le vocazioni artistiche e culturali dei territori, favorire l’integrazione sociale, l’utilizzo di nuove tecnologie e sostenere le Pmi. A dicembre 2013, il budget iniziale previsto, 113 milioni, è stato arricchito di ulteriori 9 milioni destinati allo sviluppo di applicazioni Ict e nuove tecnologie, in modo tale da colmare «uno dei punti di carenza nella programmazione», ha spiegato Zingaretti. Allo stato attuale il 96% delle opere programmate ha terminato la fase di aggiudicazione, mentre il 62% ha i cantieri già aperti. Inoltre, per quanto riguarda i tempi, quelli di realizzazione risultano dimezzati rispetto alla media, mentre i tempi di pagamento, «siamo riusciti ad abbatterli a soli 35 giorni», ha voluto sottolineare Zingaretti. I Comuni coinvolti sono: Pomezia, Marino, Velletri, Albano, Fonte Nuova, Guidonia, Monterotondo, Viterbo, Rieti, Frosinone, Latina, Aprilia, Fondi, Cisterna di Latina, Formia. L’intervento principale riguarda, però, la Capitale: con un tetto finanziabile di circa 11 milioni di euro, il Plus regalerà un «nuovo look» a Porta Portese.

Il Plus di Pomezia, con un tetto finanziabile pari a 11.115.389 euro, va a colmare una carenza di servizi all’infanzia e alle famiglie attraverso la realizzazione di un nuovo asilo nido, una scuola materna ed aree verdi, la riqualificazione di aree urbane ed interventi formativi. Il piano prevede inoltre: voucher per i servizi di cura all’infanzia, Ict per la PA e aiuti per le Pmi. 5.040.884 euro è invece l’investimento massimo per dare nuova vita al centro storico di Marino.

A Velletri è previsto il recupero della zona di ponente ed il centro con i suoi edifici storici, come l’ex convento seicentesco del Carmine. Tra gli altri interventi: il rilancio del quartiere di Cecchina ad Albano, la realizzazione di un asilo nido comunale a Guidonia che ne è sprovvista. Percorsi di tirocini formativi per le fasce svantaggiate a Monterotondo, mentre Viterbo e Rieti assisteranno alla riqualificazione del centro storico e dei parchi urbani.

A Latina da molti decenni si attendeva la riqualificazione del lungomare ed ora la passeggiata verrà realizzata grazie al progetto dell’architetto Paolo Portoghesi. A beneficiare dei fondi europei sarà anche il Waterfront di Formia. Questi sono solo alcuni degli interventi inseriti nei Plus, che sono tutti destinati alla riqualificazione urbana, la sostenibilità, a migliorare la qualità della vita e dare un impulso alle attività commerciali, turistiche e socio-culturali dei territori. «Oggi dimostriamo che le cose in Italia si possono fare – ha commentato Zingaretti – Non sono state chiacchiere o un convegno, ma il racconto di trasformazioni urbane in essere, grazie all’intelligente approccio alle risorse europee. Questi interventi si proiettano nel futuro per migliorare la qualità della vita nelle smart cities».

«Siamo venuti all’università perchè questo è il luogo del sapere, – ha precisato – ma anche della creatività, il luogo nel quale si può intercettare quel valore aggiunto dato dalla capacità dei ragazzi e delle ragazze di avere quell’idea in più, nuova ed originale, che se incontra la progettazione o l’impresa, diventa economia e diventa trasformazione urbana. Quello di oggi è stato quindi un passaggio per raccontare qualcosa che sta avvenendo – ha concluso – ma, soprattutto, per cominciare a fare rete sulla nuova programmazione 2014-2020».

Comments

comments

  • Francesco

    vediamo quando cominciano… e vediamo quante ce ne diranno… (troppo pessimista?)

  • Gianni

    Certo, una bella passeggiata per ammirare le case sulle dune lambite dall’acqua… Ridateci la spiaggia!

  • pasquino

    Non per esser polemico, ma vorrei sapere quanto e’costato il progetto.
    Vedete, bastava fare un giretto presso qualsiasi citta europea che sorge sul mare, fare delle foto efare un copia/incolla.
    L’unica cosa di diverso in questo progetto,e’ la mancanza di “isole” attrezzate, lungo i percorsi, dove poter fare attivita’ fisica a corpo libero. (parallele etc).
    Il resto e’ perfettamente uguale.

    saluti

  • Urbano De Grado

    Si, si, come no!
    Guardate il progetto dei Contratti di Quartiere, finanziato dalla Regione nel lontano 2005, per la riqualificazione del Nicolosi-Villaggio Trieste-Latina Scalo, come è andato a finire.
    Quartiere lasciati nel degrado, urbanistico e sociale, alla mercè di spacciatori, delinquenza e totale assenza di strutture socio-ricreative, sia per i giovani che per gli anziani.
    Ma d’altronde cosa si può pretendere dai funamboli della politica latinense?

MandarinoAdv Post.