Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Calcio, Breda: “Il Padova non è morto”

“Il Padova non è morto”. Così il tecnico del Latina Roberto Breda riassume a caratteri sinceri quella che sarà la gara di venerdì (calcio d’inizio alle 20.30) tra i nerazzurri e biancoscudati allo Stadio Francioni. Si partirà con la caccia aperta: il Latina che vuole concretizzare il momento magico, il Padova che lotta per la salvezza. Manco a dirlo, dunque, che a entrambe le squadre servono i tre punti. Sarà partita vera, come tutte quelle che si giocano nel campionato di serie B.

Breda dovrà fare a meno degli infortunati Figliomeni, Laribi e Chiricò. Ma potrà contare sul rientro a pieno regime di Stefano Morrone. Il centrocampista ex Parma riprenderà le chiavi del mezzocampo al fianco del probabile confermato Bruno, alla quarta gara da titolare, e Crimi. Solo panchina per Viviani che in settimana aveva già dichiarato amore per la città pontina. Sulle corsie laterali agiranno Alhassan e Ristovski. La forte retroguardia nerazzurra non subirà variazioni rispetto allo zero a zero di Lanciano della settimana scorsa. Dunque davanti a Iacobucci ci saranno Cottafava, Brosco e Esposito. Ancora una volta la disputa offensiva toccherà a Jonathas e Paolucci, con quest’ultimo alla ricerca del primo gol con la maglia del Latina.

Il Padova di Michele Serena ritrova La Camera a centrocampo ma perde il portiere Mazzoni, ieri durante l’allenamento colpito fortuitamente al ginocchio sinistro dal compagno di squadra Improta. Le chiavi dell’attacco veneto saranno affidate all’esperto Tommaso Rocchi. Per lui quella di Latina sarà una gara particolare visto il passaggio ai colori nerazzurri sfumato sia in estate che in inverno.

Al termine dell’allenamento di questa mattina il mister nerazzurro Roberto Breda ha messo tutti in guardia rispetto alla prossima gara: “Affrontiamo una squadra che con il cambio di allenatore è migliorata parecchio – ha dichiarato il mister dei pontini – E non lo dico perché Michele Serena è un mio amico, lo penso veramente dopo aver visto le ultime gare del Padova. Serena ha già dato un’identità al gruppo, e sono convinto che i veneti si tireranno fuori dalla difficile situazione di classifica che occupano. In quanto a parco giocatori, poi, stiamo parlando di una formazione imbottita di ottimi elementi, in grado di decidere la gara in qualsiasi momento. Quindi dovremo prestare massima attenzione: ci aspetta una sfida molto difficile sotto tutti i punti di vista. Il fatto di trovarci nelle zone alte della classifica non dovrà modificare il nostro atteggiamento, quello che ci ha portato fin dove siamo arrivati. I ragazzi lo sanno bene, in questo campionato non si può mai abbassare la guardia; le insidie sono sempre dietro l’angolo”.

La partita tra Latina e Padova sarà diretta dal trentaseienne Renzo Candussio di Palmanova. Se con il Latina non si registrano precedenti, col Padova se ne contano nove. Particolare è il caso che vede i veneti sempre vincenti in trasferta quando a arbitrare era proprio il fischietto friulano.

Convocati – Iacobucci, Tozzo, Bruscagin, Cottafava, Brosco, Esposito, Bruno, Viviani, Crimi, Gerbo, Morrone, Ristovski, Nunes, Milani, Alhassan, Ricciardi, Jefferson, Cisotti, Ghezzal, Jonathas, Paolucci

Indisponibili –  Baldan, Figliomeni, Laribi, Chiricò

 

Comments

comments

MandarinoAdv Post.