Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Il progetto: ecco come sarà la nuova Piazza Moro

E’ stato pubblicato il progetto esecutico di riqualificazione di Piazza Moro realizzato dall’architetto Roberto Rossi.

Il progetto prevede opere su tutta la piazza e precisamente nei seguenti stralci:
– nel primo stralcio Fontana a raso
– nel secondo stralcio – Area centrale
– nel terzo stralcio – Spazio ludico

LA FINALITA’. “L’Amministrazione Comunale – si legge nella relazione – dopo 34 anni dalla sua realizzazione, ha ritenuto opportuno riqualificare e ristrutturare una delle piazze più importanti della città: Piazza Aldo Moro. Attualmente la piazza, con la sua forma rettangolare (circa 206 ml per 38 ml), vive in uno stato di degrado e di abbandono che ha comportato l’allontanamento dei residenti che la utilizzano in rare occasioni. Spesso nel passato la piazza è stato luogo d’incontro della malavita locale e frequenti furti di auto con avvenimenti gravi che hanno oscurato negativamente il quartiere. Oggi, la piazza è vissuta prevalentemente da anziani, che si incontrano sulle panchine o da bambini che cercano, con un pallone o con una bicicletta, di trovare un po’ di divertimento.

LA STORIA. La piazza, progettata negli anni ’70, sorgeva a quei tempi alla periferia della città e fu concepita con tre spazi distinti: la collina con la scalinata (prospiciente su via Don Torello), l’arena con fontana centrale destinata come luogo d’incontro, il labirinto. L’intervento, costruito totalmente in cemento armato, fu progettato con muri e setti alti circa 3.00 metri che favorivano tossici e malviventi a nascondersi. Negli anni successivi l’Amministrazione Comunale, al fine di tutelare la salute pubblica e garantire una maggiore sicurezza fece demolire tutti i setti e le murature in cemento armato alte 3.00 metri compreso il labirinto, ritenuto un luogo pericoloso.

Oggi l’Amministrazione Comunale, venendo incontro alle numerose richieste dei residenti, intende riqualificare Piazza A. Moro promuovendone un’immagine innovativa e favorendone l’utilizzazione da parte di tutti i cittadini. L’intervento che si propone, vuole riprendere il concetto classico di “piazza”, ovvero ridare al pubblico uno spazio aperto a tutti e sicuro per incontrarsi, giocare, parlare, vedersi, dialogare e magari, utilizzando le tecnologie di oggi, connettersi ad internet con la tecnologia wireless. Il progetto vuole eliminare il “tappo” visivo costituito dalla collinetta in terra, con la scala in cemento armato, che, di fatto ostruisce la vista prospettica della piazza da via Don Torello, liberando la visuale della piazza per tutta la sua lunghezza”.

I DETTAGLI DEL PROGETTO. 

Primo stralcio di piazza- Fontana a raso
In questo spazio si prevede la demolizione dell’attuale scalinata in cemento armato e l’eliminazione della collinetta in terreno vegetale fino a quota 0.00. Successivamente si realizzerà la nuova fontana a raso di forma quadrata, composta da 20 ugelli d’acqua che garantiranno dei getti d’acqua alti circa 1,80 ml.

Gli ugelli saranno affiancati da dei fari a led colorati che garantiranno l’illuminazione notturna della fontana. Tale fontana essendo a raso non ha ostacoli e può essere attraversata senza problemi. L’acqua, dopo la sua uscita dagli ugelli, è raccolta a terra da alcune aperture che la trasportano al serbatoio di accumulo per essere di nuovo pompata e riutilizzata. Vicino alla fontana viene realizzato un locale tecnico in cemento armato interrato dove vengono collocate:
 le pompe della fontana, i collettori, i filtri, ecc.
 la vasca di accumulo dell’acqua,
 i quadri elettrici e di comando generale.

La fontana sarà completata con gli allacci all’Enel, all’adduzione idrica e gli scarichi comunali. La fontana sarà pavimentata con marmo e completata con delle panchine prefabbricate di forma quadrata e piccole fioriere ed essenze arboree. Inoltre verranno realizzate delle pavimentazioni di completamento in cemento che raccorderanno la fontana con il resto della piazza. Infine l’area sarà completata da elementi di arredo urbano (getta carta, rastrelliere per
biciclette, ecc.)

Secondo stralcio di piazza – Area centrale
In questo spazio centrale della piazza si prevede la realizzazione, nell’attuale semiciclo, di un nuovo massetto in cemento con pendenze al fine di eliminare la formazione di pozze d’acqua piovana. Poi è previsto lo spostamento di alcuni armadi contenenti dei quadri elettrici. Nei lavori è previsto anche lo spostamento dei corrugati e dei cavi elettrici. E’ prevista la revisione dell’attuale impianto di irrigazione, dalla centralina di comando, delle tubazioni sino agli ugelli di irrigazione con la sostituzione delle parti danneggiate. Si prevede Il montaggio di griglie in ghisa di protezione da collocare sotto gli alberi posizionati sui marciapiedi. Nelle opere è prevista anche la realizzazione dei rivestimenti delle attuali otto panchine in cemento ubicate davanti alla scuola comunale A. F. Celli utilizzando lastre di travertino.

Terzo stralcio di piazza – Spazio ludico
In questo spazio si prevede la ristrutturazione e il restauro dello spazio dedicato al busto in bronzo di Aldo Moro. L’intervento consiste nella pulizia del busto e del suo piedistallo in travertino e del fregio in bronzo sottostante, nel rimontaggio delle lettere in bronzo, nella eliminazione di tutte le scritte in vernice e dei grafiti. Inoltre si ripuliranno i marmi del basamento circolare (in travertino e peperino) e si sostituiranno i pezzi lesionati o mancanti.
Infine si ripuliranno i ciotoli in pietra levigata che si trovano sul pavimento di forma quadrata.
Il lavoro più importante consisterà nella riqualificazione e messa in sicurezza della pinetina con dell’area ludica.
Si metterà in sicurezza l’attuale recinzione metallica con la riverniciatura e la stabilizzazione degli elementi metallici danneggiati. Gli attuali giochi saranno in parte sostituiti e in parte eliminati definitivamente. I giochi previsti saranno altalene, scivoli, giochi a molla, ecc. Tutti i giochi saranno completati con pavimentazioni antitrauma.

L’area ludica sarà completata con dei percorsi in cemento che garantiranno il passaggio alle persone anziane, alle mamme con passeggino o alle persone con limitate capacità motorie. L’attuale impianto di illuminazione, sarà sostituito con uno nuovo, composto da 9 lampioni conformi alle attuali normative regionali e che garantiranno maggiore luce per tutta l’area ludica. I quest’area inoltre è prevista la sostituzione di nove pini marittimi pericolanti che saranno sostituiti con dei lecci. L’attuale fontanella sarà spostata e messa più vicino all’area ludica pertanto si sposterà sia l’adduzione idrica che lo scarico. Sarà anche prevista la realizzazione di un basamento in cemento armato con le predisposizioni per il futuro montaggio di un chiosco, il quale non è oggetto del presente appalto. Infine l’area sarà completata da elementi di arredo urbano (getta carta, ecc.)

Opere di completamento
Sono previste anche delle opere di completamento che sono:
 la sostituzione delle sfere in vetro e dei corpi luminosi degli attuali lampioni
posizionati all’interno della piazza con altri conformi alle attuali normative regionali
contro l’inquinamento luminoso;
 il montaggio di elementi di arredo urbano come panchine, getta carte, rastrelliere
per biciclette, ecc.
 La riverniciatura dei lampioni comunali ubicati sui marciapiedi;
 Spostamento delle attuali panchine e riordino degli arredi urbani esistenti. (fonte Comune di Latina)

Comments

comments

  • LT

    un altro TASSELLO!!!

  • Black Eagle

    DI GIORGI, TRIPODI, DI MATTEO, SI SISTEMANO LA PROPRIA ZONA…..TUTTO per propagandismo!!!

  • Piazza moro

    Caspita sig black eagle, dopo 34 anni rifanno la piazza e i residenti devono sentirsi dei privilegiatati? e meno male che i politici sono della zona…..

  • minerva

    Dite dove abitate così sistemeranno pure il vostro cortile! :)

  • ben-nato

    Io avrei ricostruito quella iniziale di 37 anni fa e avrei messo vigilantes armati 24 ore tutti i giorni. Anche per chi imbratta.
    Avrei speso i soldi per dare lavoro ad almeno 4 persone.

  • francesco

    …………ma i borghi…………….li sistemeno …per le elezioni europee ……cosi si vota la squadra dei compari………………..oppure alle prossime aministrative……………campa cavallo che lerba non la mangi piu ………………………..quante belle parole del……….giornalista………………….rispoli ……………

  • tiki taka

    Lo schifo vero é quel progetto iniziale, manco un campo di concentramento

  • Kavaletta

    Ho letto che sarà costruita una fontana zampilante.
    Denaro sprecato, in città non c’è una che funziona.

  • Eiopago

    E bravi, altri soldi buttati, una piazza rifatta tre volte. L errore e’ dall inizio, da chi sciaguratamente fece fare il famoso labirinto, non bisognava essere architetti o laureati x capire che sarebbe stato un nascondiglio per tossici o criminaletti… E cosi dopo 30 anni si rimette Mano x la terza Volta a una piazza e si son spesi tre volte I soldi pubblici . Bravi. Nel mentre alla stazione di Latina scalo c e’ il far west e un bellissimo ufficio turistico chiuso. Evviva!

  • Dario

    La prima impressione è che così facendo si rivolti completamente quella che per noi che qui ci siamo cresiuti è sempre stato un punto di riferimento. Criminali, tossici, furti d’auto, se fossero questi i criteri per ristrutturare i luoghi penso che non sarebbe questo il solo luogo da “riqualificare”. Da glossario tecnico si legge che: La riqualificazione urbana si attua attraverso interventi concreti finalizzati al recupero, alla rivitalizzazione e all’adeguamento degli ambienti urbani degradati e funzionalmente superati rispetto a nuove esigenze sociali. Nel progetto dove sarebbe il recupero? la rivitalizzazione? Spostiamo una fontana non funzionante per costruirne un’altra progabilmente inutile da un’altra parte della piazza? e per farla abbattiamo una seppure brutta scalinata che invece potrebbe diventare un anfiteatro dove la musica e le arti in genere potrebbe prendere spazio visto che non ci sono altri luoghi nella nostra città? mbè sicuramente meglio fare una fontana con luci led e zampilli d’acqua che si veda da via don torello che fare dei bei concerti che si vedano da tutti i 206 metri di piazza…Marmo, travertino, wifi… chiosco in futuro (gli attuali bar che lavorano nella piazza che dicono?) mah! non dico di lasciarla così, ma così non mi sembra proprio la soluzione migliore, inoltre qualto costa, o meglio quanto ci costa sto scherzetto? Non sarebbe stato più corretto fare un bel concorso, come si fa in mezza europa, dove i giovani laureati avrebbero potuto esprimere le proprie idee presentando un progetto, con tanto di preventivo di spesa, sulla piazza e vinca il migliore?

  • Ant

    Vogliono rifare la piazza, ben venga, speriamo si ricordino di fare in modo che i cani non continuino a fare i loro sporchi e puzzolenti bisogni nell’area dove dovranno giocare i bambini.
    Vi posso garantire che far salire il bambino in macchina dopo che ha calpestato le feci di un cane o gatto che sia fa di un’oretta spensierata in una giornata disgustosa, per non parlare di quando cadono a terra sporcandosi mani e vestiti. Insomma, volete rifare la piazza… attenti ai cani e ai loro padroni.

  • Cinico

    quante informazioni inutili e dettagliate, ma quanto ci costeranno i TRE stralci più gli aumenti in corso d’opera? E le parcelle dei tecnici incaricati?

MandarinoAdv Post.