Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Borgo Montenero, anziana uccisa durante una rapina: colpita più volte alla testa

Una donna di 81 anni è stata uccisa a Borgo Montenero nella sua abitazione. L’anziana, Anna Vastola, è stata colpita alle spalle, alla testa, forse mentre scappava, oppure mentre cercava di capire da dove venissero i rumori che sentiva. L’omicidio è avvenuto ieri sera poco prima delle 20 in via don Giuseppe Capitanio, una zona di campagna alle porte di San Felice Circeo.

LA DINAMICA. La ricostruzione della dinamica fatta dagli inquirenti è chiara. Qualcuno, dopo aver tagliato la rete di recinzione sul retro della stradina che porta al cimitero, si è introdotto nella casa dalla finestra della cucina. La donna aveva una pensione di agricoltrice, vedova da circa 10 anni. Una persona da cui non ci si aspetta un tesoro nascosto in casa. Eppure qualcuno ha creduto che in quella casa vi fossero cose di valore. I ladri e assassini sono entrati quando lei ancora non aveva finito di cenare, hanno rovistato dappertutto ma non è al momento possibile capire cosa e quanto hanno portato via. Pare che la donna fosse solita conservare nelle tasche qualche decina di euro.

Sul posto il sostituto procuratore Valerio De Luca e il medico legale. La prima segnalazione è arrivata dalla vicina di casa della vittima che ogni mattina incontrava la signora. Non vedendola ha capito che era successo qualcosa e così ha deciso di allertare i parenti.

PARENTI ASCOLTATI IN CASERMA. I parenti, tra cui l’unica figlia, una seconda è morta pochi anni fa in un incidente stradale, e i nipoti sono stati ascoltati in caserma. A quanto si apprende la donna sarebbe stata colpita più volte alla testa con un oggetto e non a mani nude. E’ intervenuto per sincerarsi dell’accaduto, anche il sindaco di San Felice Circeo, Gianni Petrucci, ex presidente Coni.

Comments

comments

  • Ben-ito

    Un pensiero commosso alla nonna e ai suoi familiari
    Un accorato appello alle autorità affinchè facciano giustizia

  • Luca P.

    Un accorato appello alle autorità affinchè facciano PRESTO giustizia

  • Il Commentatore

    SI SI, FATE ACCORATE APPELLI, INTANTO QUESTI SUBUMANI DELL’EST CONTINUANO A MIETERE FURTI E VITTIME.
    MI RACCOMANDO, CONTINUATE ANCHE AD ANDARE DA MEDICI DEL CAPOLUOGO CHE FINANZIANO ATTIVAMENTE UNA FOGNA COME AL KARAMA!

    E’ ORA CHE OGNUNO DI NOI INIZI A FARSI GIUSTIZIA DA SE’!

  • Il Commentatore

    Quando muore qualcuni le illustri forze dell’ordine smuovono le chiappe e trovano il colpevole, mentre sul susseguirsi di furti(che sono alla base di tragedie più serie) stanno a palle all’aria tutto il giorno.
    Che siano maledetti anche loro!

  • vinxlt

    sono pochi e fanno il possibile. si chiamano priorita’..non possono far tutto. lo dico per conoscenza diretta. il commento e’ decisamente ingrato

  • Il Commentatore

    Priorità un par di palle!
    Vaglielo a dire alla gente dei quartieri q4 e q5 che situazione vivono, e chiedigli anche se vedono mai una volante!
    La risposta è no, se ne fregano.
    Un polziotto, dopo che ho ricevuto un furto in casa, ha risposto alla mia domanda di rintracciare i telefoni cellulari rubati(che squillavano) ”ehhh”, come per dire ‘che palle!’.
    Questa è la polizia italiana, ma d’ora in avanti la giustizia sarà onore di noi cittadini, coi cadaveri di questi subumani che saranno dati in pasto ai topi.
    Per quanto riguarda gli illustri professionisti di questa città che danno soldi a fogne a cielo aperto come al karama, io i loro nomi li ho tutti segnati, e preferisco crepare piuttosto che servirmi da loro.

  • Il Commentatore

    Eccole …., quelli che pensano ai ladri invece che ai loro connazionali.

    http://www.latina24ore.it/latina/34731/lettera-al-ministro-interventi-per-il-centro-al-karama

MandarinoAdv Post.