Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Pescatori di frodo, 16 multe e pesce sequestrato

Negli ultimi quattro si sono intensificate le operazioni delle Guardie ittiche della Fipsas capitanate da Emiliano Ciotti e coordinate dalla Polizia Provinciale, che è riuscita a identificare  circa 1.000 pescatori di frodo nei nostri corsi d’acqua, impedendo ai bracconieri di appropriarsi, indebitamente, di molti quintali di pesci, soprattutto di trote e di pregiate
carpe autoctone.

Il problema però rimane: a fronte di centinaia di metri di reti bilance e bilancioni sequestrati (oltre a centinaia e centinaia di canne) con le quali si catturano quintali di pesci, le sanzioni comminate sono di qualche centinaio di euro. È evidente che nulla impedisce a chi esercita questa “professione” di continuare a esercitarla per via delle sanzioni non appropriate che, probabilmente, nemmeno pagano.

Il dato è riscontrabile nell’ultimo blitz effettuato dalla guardie ittiche, oggi, nel comune di Terracina (Ufente, Sisto,linea Pio
VI,diversivo linea Pio VI, Canale Portatore, Canale di Navigazione e Canale Mortacino,  dove sono stati elevate circa 16 verbali amministrativi con relativi sequestri a fronte di 29 controlli effettuati. I controlli hanno riguardato 4 pescatori di nazionalità cinese, 17 rumeni e 8 italiani.

Durante i  controlli veniva anche sequestrato un bilancione 20 metri per 20 metri (400mq di rete) e identificato l’utilizzatore di origine campana, nominativo che verrà segnalato alle autorità competenti  (proprio su i bilancioni è in corso un’indagine della procura di Latina) oltre a 18 kg di pesce vivo (cefali,spigole carpe) reimmessi nei fiumi.

Comments

comments

  • Pippo il cattivo

    Povera mariavittoria, come farà senza il pesce dei suoi cari amici rumeni?

  • pasquino

    ma ancora non avete capito che mariavittoria e’ un burlone che si diverte a prendere in giro.

  • mariavittoria t

    evviva il pesce rumeno piu’ e’ grande e piu’ e’ saporito!!!!!

MandarinoAdv Post.