Website Security Test
Banner Bodema – TOP

A Gaeta semafori a Led, wi-fi e videosorveglianza

Gaeta punta sull’efficienza energetica, a partire dall’illuminazione pubblica e dal 1 gennaio 2014. «Una vera e propria opera di riqualificazione energetica ed illuminotecnica che interesserà tutti i corpi illuminanti e gli impianti semaforici della città», spiega il sindaco Cosmo Mitrano.

Il progetto prevede interventi, su tutto il territorio comunale, di messa a norma della rete di illuminazione pubblica, sostituzione dei corpi illuminanti e semaforici con nuovi impianti dotati di tecnologia Led, utilizzabili anche per l’installazione di antenne Wi-fi e di sistemi per la videosorveglianza. L’adeguamento degli impianti consentirà, inoltre, l’uso della nuova tecnologia delle «onde sorvegliate» che permette di usare le linee elettriche anche per trasmettere dati attraverso le rete web.

«Notevole sarà il risparmio che si otterrà in termini di energia, e quindi di costi, grazie all’ottimizzazione dell’efficienza della pubblica illuminazione, con l’uso di nuove tecnologie. In breve l’efficientamento energetico che ci apprestiamo a realizzare rivoluzionerà l’attuale rete di illuminazione pubblica oramai obsoleta, contribuendo a cambiare il volto della nostra città», spiega l’assessore alle Opere Pubbliche Cristian Leccese.

L’intervento partirà a gennaio e sarà in parte finanziato da fondi regionali (351.473,68 euro) assegnati attraverso il bando pubblico emesso da Sviluppo Lazio Por Fesr Lazio 2007/2013 (in tema di «Promozione dell’efficienza e della produzione di energie rinnovabili»), cui ha partecipato il Comune. Per il sindaco Mitrano, tre gli obiettivi: «abbattimento dei costi, ecostenibilità, miglioramento della qualità dell’illuminazione pubblica. Con coerenza ed impegno procediamo lungo la strada tracciata dal nostro programma di governo che vede la trasformazione di Gaeta in città ecosostenibile quale mission fondamentale. L’efficientamento energetico, la mobilità sostenibile con la realizzazione della pista ciclabile e il bike sharing, la diffusione dell’uso delle energie rinnovabili negli stabili comunali a partire dalle scuole, lo sviluppo della cultura del riciclo, con l’avvio nel territorio cittadino della raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta».

Comments

comments

  • lui

    a GAETA guardano al futuro e a LATINA REGALIAMO LE PATENTI BRAVOOOOOOOOOO MAIETTAAAAAAAA

  • Fabrizio Cuseo

    Le “onde sorvegliate” ancora non le conoscevo… ma forse servono per la “videoconvoglianza” !

  • Michele Lo Sordo

    Chissà se il sindaco si ricorderà che esistono aziende d’eccellenza a Latina e non le solite improvvisate che vengono convocate per le gare.

MandarinoAdv Post.