Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Sugli autobus senza controllori si viaggia gratis, indagano i carabinieri

Sugli autobus del Cotral si viaggia gratis. Perché i controllori non esistono. Ma ora i carabinieri indagano ipotizzando un danno erariale. I militari di Latina stanno preparando un’informativa alla Corte dei conti oltre che alla Procura della Repubblica.

Al centro dell’attenzione – scrive Il Messaggero – l’evasione sistematica relativa ai viaggi sui mezzi della Compagnia trasporti laziali (Cotral).

E’ bastato salire su un pullman e chiedere quanti avessero il biglietto o l’abbonamento per capire che praticamente nessuno paga. Così è partita una verifica più approfondita con l’acquisizione dei documenti relativi ai turni dei cosiddetti “verificatori” per la provincia di Latina. Ebbene è stato scoperto che i controllori non ci sono, non esiste una turnazione a riguardo né ordini di servizio. Dalle risulta una sola donna per tutta la provincia, destinata alla sede di via Romagnoli, ma risulta malata da tempo.

I militari hanno visitato anche nella sede romana dell’azienda pubblica, l’indagine può avere degli sviluppi importanti.

Comments

comments

  • vinxlt

    confermo…viaggio in Cotra, ho un abbonamento da 591 euro per tutto l’anno, credo di essere uno dei pochi

  • …hanno scoperto l’acqua calda……

  • oinppa

    Ecco fantastico, mo ce tocca pure pagà per un servizio a singhiozzi e senza l’esistenza di bus notturni.

  • gianmarco

    oinppa, ti pare tanto strano pagare il biglietto? che poi il servizio faccia pena è un’altra questione

  • ala leppilampi

    se tutti pagassero poco………………….. pochi non sarebbero costretti a pagare per tutti…. i furbi !

  • haran banjo

    la scoperta dell’acqua calda. Personalmente ho usato per 6 mesi il cotral ….mai un controllo.

  • sergio

    ho viaggiato per diverso tempo roma/latina facendo l’abbonamento mensile metrebus da 91 euro. Gli studenti e i lavoratori hanno sempre l’abbonamento o al massimo fanno il biglietto giornaliero, perché a Roma qualche controllo in più c’è (specie alla metro laurentina). Coloro che viaggiano a scrocco sono i soliti noti: rumeni, indiani, con i loro oggetti ingombranti (che neanche potrebbero salire sull’autobus), prostitute, e chi più ne ha più ne metta. Uno di loro voleva anche litigare con me perché il mio zaino secondo lui era troppo ingombrante. La sua puzza di alcool però non doveva darmi fastidio.. no no

  • Giorgia M.

    Il costo di chi non paga il biglietto, dalle cronache dei giornali: immigrati, ricade poi, sulle persone oneste. Costretti a pagare anche per queste persone che oltre a delinquere, vengono definite da ipocriti che si affacciano in TV, una risorsa per l’Italia. Vergognatevi. Rispettate gli Italiani che si devono sobbarcare anche il costo della sanità di questi soggetti con aumento dell’irpef.

  • Pippo il cattivo

    Una risorsa lo potrebbero essere: COME AMMENDANTE!

  • Fax

    90 euro al mese…in anticipo per un servizio penoso, corse in ritardo, autobus strapieni in ore di punta e corse soppresse quotidianamente…e non ultimo, autisti che ti chiudono la porta e partono mentre ti vedono arrivare in corsa…fortunatamente non tutti!!

  • colpa di schengen

    stesso discorso per i vigili urbani a latina…. la gente è talmente sicura.della loro assenza che parcheggiano la loro auto sulle strisce pedonali o fuori pe strisce blu per una giornata intera…

  • luis

    l’abbonamento non lo pagano solo gli italiani….io ne conosco tanti. I come dite voi extracomunitari pagano regolarmente sia il biglietto che l’abbonamento.
    SONO ITALIANO NATO A LATINA DA SETTE GENERAZIONI SONO DELLA DINASTAI LITTORIANA. I MIEI AVI SONO STATI I PADRI FONDATORI DI LATINA E ANDAVANO A BRACCETTO CON MUSSOLINI.

MandarinoAdv Post.