Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Latina Calcio, il nuovo mister Breda: “Qui c’è voglia di calcio”

Il Latina Calcio ha presentato a stampa e tifosi il nuovo allenatore, Roberto Breda, con una conferenza nella sala stampa “Amodio”. A fare gli onori di casa i due vice-presidenti nerazzurri, Pasquale Maietta e Fabrizio Colletti.

Il vice presidente Maietta, prima di presentare il tecnico, ha tenuto a precisare alcuni punti importanti: “Vorrei sottolineare come questa società si muova sempre e comunque all’unisono e con l’unico scopo di fare il bene della squadra. I risultati parlano chiaro. D’altronde, se non ci fosse questa coesione penso che non si sarebbero mai raggiunti tali traguardi. La società, tutta, dal primo all’ultimo, lavora mossa dalla passione, confrontandosi continuamente su qualsiasi tipo di argomento. Così è accaduto anche al momento della scelta del nuovo mister che, dopo tanti colloqui, è stato l’unico ad aver convinto me, Fabrizio Colletti, la presidentessa Paola Cavicchi e i direttori (sportivo e tecnico) Mauro Facci e Gianfranco Mannarelli. Sono certamente dispiaciuto di come sia andata la precedente gestione, ma a chi in questi giorni ha cercato di insinuarsi in questa piccola crepa che si è creata con l’intento di creare scompiglio, rispondo che si sbaglia di grosso. Non siamo mai stati così uniti e coesi, così come unito e coeso deve essere l’ambiente intorno a noi per giungere ai risultati sperati e che, sono certo, arriveranno per il bene della città tutta”.

“Non posso che unirmi – ha detto Colletti – alle parole del vice presidente Maietta e sottolineare come in questo momento tutto ciò che è intorno alla società debba remare nella stessa direzione. Un esempio concreto lo abbiamo avuto dai nostri tifosi domenica scorsa, quando, dopo il 3-0, hanno incitato e applaudito la squadra. Soprattutto nei loro confronti abbiamo dovuto agire perché, ve lo assicuro, questo gruppo dirigenziale non tradirà mai l’affetto della gente che ci sta vicino. I tifosi sono un bene prezioso ed il principale presupposto per l’esistenza di una squadra di calcio. A loro, perciò, non mancherà mai il rispetto di alcun componente del nostro club. Per quanto riguarda mister Breda la scelta è stata semplice. Sono bastati 10 minuti perché riscontrassimo in lui tutte le caratteristiche del tecnico che stavamo cercando. Non succederà mai che saremo abbagliati dal nome e da una carriera altisonante. Come abbiamo sempre fatto, invece, ci muoveremo soltanto su ciò che riterremo di volta in volta idoneo ai nostri interessi”.

IL NUOVO MISTER. “Non posso che ringraziare la società per questa opportunità. Le prime impressioni – ha detto Breda – sono senz’altro positive. La dirigenza è appassionata e tutti, per quel poco che ho potuto già vedere, si muovono esclusivamente nell’interesse della squadra andando spesso anche oltre lo stretto compito ricoperto. Per il resto ho respirato anche da lontano la voglia di calcio insito in una piazza come Latina che per la prima volta si affaccia alla serie B. Posso dire che di piazze del genere, nel calcio di ora, ne sono rimaste poche e farne parte, adesso, non può che darmi ulteriore stimolo per fare bene. La squadra? Sicuramente è una rosa all’altezza della competizione. Certo, in questi due giorni di lavoro ho potuto apprendere poco, ma la disponibilità che ho riscontrato nei ragazzi di mettersi a disposizione mi fa davvero ben sperare per l’immediato futuro. Tutti ora vogliono emergere o, chi ha giocato, ha il desiderio di confermarsi. Bisogna quindi sfruttare questa inerzia per lavorare. Voglio parlare poco e fare i fatti, che alla fine sono il motivo per cui sono stato chiamato. Mentalmente la squadra è forse un po’ bloccata, impaurita, ma dobbiamo scrollarci di dosso questi elementi negativi con il lavoro sul campo, facendo gruppo e lavorando sullo spogliatoio dove ci sono molti ragazzi che possono rivestire l’importante ruolo di leader. Starà a me, adesso, plasmare un gruppo di giocatori che si adopera per il bene l’uno dell’altro. Il Cittadella? Squadra tosta, esperta della categoria. Ci sarà da soffrire ma dalla mia potrò almeno giocare la carta della sorpresa. Ho voluto convocare tutti i giocatori perché dobbiamo stare insieme, conoscerci e instaurare un rapporto anche e soprattutto sfruttando l’adrenalina del pre-partita”.

Per quanto riguarda i giocatori, come detto, tutti convocati per la trasferta di Cittadella, anche gli infortunati Milani, Gerbo, De Giosa e Figliomeni che non saranno della partita. Pienamente recuperato e pronto a scendere in campo l’attaccante Jonathas. A dirigere la gara, in programma alle ore 15, sarà Fabio Maresca della sezione di Napoli. Il fischietto partenopeo sarà coadiuvato da Marco Citro di Battipaglia e Soricaro di Barletta. Quarto uomo Ros di Pordenone.

Nello staff di mister Breda lavoreranno anche l’allenatore in seconda Carlo Ricchetti, il collaboratore tecnico Donatello Matarangolo e il preparatore dei portieri che rimane Luca Gentili.

Comments

comments

  • antonio

    Imbarazzante gestione societaria da perfetti dilettanti..che iddio ce la mandi buona

  • MISTERO

    E anche al nostro caro sindaco giovanni che è la rovina di questa città

  • Idea personale

    Le vostre parole sono spinte da considerazioni personali non attinenti al calcio ,magari anche vere ma non attinenti .
    E’ chiaro che oggi in B bisogna cambiare alcune cose anche a livello di gestione tecnica, ma dare dei dilettanti a chi ha portato una squadra dalla promozione alla
    serie B in 6 anni e’ semplicemente ridicolo .

  • lillo@Antonio e Mistero

    Allora siete dei “capiscioni” voi, sia di calcio che di politica
    Perchè non vi candidate uno a sindaco e l’altro ad allenatore??? auauau

MandarinoAdv Post.