Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Latina Calcio, tra Tesser e Castori spunta Colomba

Che le idee non sono chiare dall’inizio è fuori dubbio. L’esonero di Gaetano Auteri, arrivato dopo appena tre giornate di campionato cadetto, ha gettato il Latina nel caos che alimenta i sintomi del malanno di piazza che chiede a gran voce fatti concreti. Una piazza, quella di Latina, da sempre sinonimo di calore sportivo e vicinanza alle vicende che coinvologono i fattori del pallone. La storia fin qui battuta racconta dell’ingaggio di Attilio Tesser che sembrava cosa fatta. Ma le parti non si sono accordate e la pista ha preso il viale del tramonto.

Ieri sera il presidente Paola Cavicchi aveva tentato di mediare con l’ex tecnico del Novara per capire se c’era la possibilità di alleggerire una situazione che sta prendendo una piega fin troppo larga. Possibilità gettata al vento visto il rifiuto di accasarsi sotto il tetto calcistico pontino alle condizioni economiche e contrattuali imposte dalla dirigenza di piazzale Prampolini.

Sfumato l’accordo, Facci e soci di scrivania hanno virato le proprie attenzioni su Franco Colomba incontrato ieri pomeriggio a Roma. Le parti hanno discusso sui punti che potrebbero legare l’ex Reggina ai pontini. Il nodo principale, così come per Tesser, sembra essere la durata del contratto: un anno con opzione automatica di rinnovo per il secondo in caso di approdo all’obiettivo salvezza. Il tecnico chiede un biennale ma si può trovare un punto di incontro. Nel frattempo si ragiona, valuta, pensa alla conduzione migliore da adottare perché se Colomba dovesse rifiutare come ha fatto il collega, ai margini ci sono altri papabili alla successione di Auteri; da Cavasin a Somma fino ad arrivare a Castori e al sogno Serse Cosmi. Tutti nomi che farebbero al caso del nuovo Latina da plasmare e indirizzare verso un ragionamento di gioco adatto alle tecniche dei calciatori che compongono la rosa.

Il toto allenatore non convince i tifosi. Vogliono qualcuno che abbia la faccia pulita e un curriculum di livello per essere certi di calpestare i campi della serie B anche il prossimo anno. Certo, non si può pretendere Mourinho. Ma il sogno del popolo abituato a vincere viaggia come un Frecciarossa. Ma si sa che la certezza non è di questa Terra e di sogni non sempre si vive e il prossimo tecnico del Latina uscirà dai nomi citati. Bisogna ragionare, valutare, pensare perché non si deve sbagliare come successo con Auteri. Alla trasferta di Cittadella mancano due giorni. L’unica certezza del momento è che a guidare Milani e compagni sul campo “Morgagni” di Borgo Grappa c’è il mister della primavera Marco Ghirotto che già in passato si è seduto sulla panchina dei nerazzurri. È lecito pensare che almeno lui si aggrappi ai tempi allungati per la nomina del successore.

Comments

comments

  • antonio

    Aveva ragione Autieri città e società di dilettanti.

  • Luca

    Ma questi credono di stare in eccellenza con ghirotto in panchina come la vedo male…

  • poldo

    la vedi male, io la vedo malissimo e non certo per colpa di Ghirotto.
    e tra poco arrivano brescia, modena e company. speriamo bene

  • andrea

    Va beh dai ragaaaa non siamo sempre troppo pessimisti speriamo che mister Ghirotto ci porti ad una vittoria dai forza Ghirotto e torna a Littoria con 3 punti.

  • piazza moro

    Grande Ghirotto, ha sempre tappato i buchi , dalla serie D alla B per poi ritornare nelle giovanili miticoooooo

  • ciopper

    Sembrerebbe Breda il nuovo allenatore…speriamo bene

  • tretalage

    e’ arrivato il SI da parte di Costantino Di Silvio, ossia Cha Cha grande uomo di Littoria!!!

  • stefano78

    auteri frosinone ti ama,…..con due mesi hai capito che è un pubblico dilettante! d’altronde sempre li son stati!

  • jonny

    Direi scarsi anzi scarsissimi. Consiglio Cavasin. Retrocessione assicurata. Leone ciociaro

MandarinoAdv Post.