Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Sapienza, al via i test di ingresso per l’università

Al via i test di ingresso alla Sapienza. I test inizieranno dal 2 settembre con quelli per le lauree di Psicologia, mentre il 4 settembre sarà la volta della prova di ammissione per le professioni sanitarie, che si tiene in tutta Italia nello stesso giorno, con quiz elaborati dai singoli atenei.

Il 9 settembre toccherà a Medicina e chirurgia e Odontoiatria, mentre il 10 settembre si cimenteranno i ragazzi interessati a iscriversi ad Architettura e a Ingegneria edile; in entrambi i casi le prove si svolgono in tutta Italia sulla base di un test inviato alle università dal Miur.

Per immatricolarsi ai corsi di laurea gli studenti devono sostenere un test, il cui risultato può essere vincolante (prova di ammissione) per i corsi che prevedono un numero di posti programmato, oppure avere valore orientativo (prova di verifica delle conoscenze) per i corsi senza limitazione di posti. I corsi a numero programmato sono stabiliti a livello nazionale, sulla base di normative nazionali o europee, o a livello di singolo ateneo, in base a criteri relativi all’affollamento e al rapporto docenti/studenti. Tra le novità del 2013, stabilite a livello nazionale, occorre segnalare il cambiamento della struttura della prova che si compone, per medicina, odontoiatria, veterinaria, architettura e professioni sanitarie, di 60 quesiti con 5 opzioni di risposta. Lo studente avrà a disposizione 100 minuti e potrà ottenere al massimo 90 punti. Per i risultati finali debutta la graduatoria unica nazionale. I candidati potranno indicare le opzioni di assegnazione. Al via anche il «bonus maturità» che consente, attraverso la valutazione del voto della maturità, l’assegnazione da 0 a 10 punti. Per l’anno accademico 2013/14 la Sapienza ha voluto puntare su un pacchetto di iniziative «anticrisi» per venire incontro alle famiglie. Il «bonus fratelli», è la nuova agevolazione prevista per le famiglie con più figli iscritti alla Sapienza e che consiste in una riduzione dell’importo delle tasse universitarie proporzionata al proprio Isee.

Tra le novità di quest’anno, da segnalare per gli studenti stranieri la nuova veste del sito web in lingua inglese (http://en.uniroma1.it/), che presenta non solo la didattica e i servizi, ma anche tutte le news aggiornate della Sapienza. Dal 2012 tutti gli studenti della Sapienza hanno a disposizione una casella di posta elettronica istituzionale sulla piattaforma Google for Education, che offre anche numerosi servizi di collaborazione e condivisione via web.

Comments

comments

  • lupino buzzo

    un ottimo modo per fare cassa…… da parte delle Università
    poi entrano non proprio i migliori…………

  • piazza moro

    Concordo con te che sia assurdo. E ti dico che non è neanche l’unica assurdità di questo genere. Tu lo sai che per aprire la partita IVA si paga una tassa? In pratica si paga una tassa per potere pagare le tasse

  • carlo

    Tanti auguri ai futuri disoccupati o precari!

MandarinoAdv Post.