Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Per condoglianze e auguri il telegramma batte la mail

Telegrammi battono email, almeno per quanto riguarda le condoglianze e gli auguri. Nel primo semestre del 2013 – secondo i dati di Poste Italiane – in provincia di Latina sono stati spediti oltre 26.000 telegrammi, circa 150 al giorno: circa il 5% accettati tramite il canale web www.poste.it, il 59% tramite il call center di Poste Italiane e circa il 31% tramite l’ufficio postale.

Merito soprattutto della traccia che rimane dopo il telegramma. Le Poste, fra l’altro, conservano il testo del telegramma, completo di mittente, destinatario, data e ora di partenza. Per questo viene ancora utilizzato, ad esempio, per comunicare assunzioni di lavoro, recuperare crediti, per udienze in tribunale o altre notifiche, e nel mondo della scuola per notifiche agli studenti e convocazioni.

Comments

comments

  • C.Garullo

    Bella pubblicità-marchetta alle Poste, una notizia che non poteva mancare in una rassegna seria!! :)

    Il titolo, poi, “il telegramma batte la mail”, è da applausi: hanno contato i telegrammi, ma chi ha contato le mail? Secondo voi, nel primo semestre del 2013 in provincia di Latina sono state spedite meno di 26.000 email per auguri e condoglianze?!? E chi le ha controllate? Ma fatemi il favore…..

  • Jim

    Ma io dico, li leggete gli articoli prima di commentare? E’ ovvio che le mail sono di più, il senso è che per alcuni servizi di nicchia (condoglianze, assunzioni ecc…) il telegramma resta il preferito. E io aggiungerei anche il fax con ricevuta di ritorno.

MandarinoAdv Post.