Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Elisoccorso, estate di superlavoro a Latina e nel Lazio

Estate di superlavoro per gli equipaggi dell’elisoccorso Lazio. Nel solo mese di luglio gli  interventi sono stati  215 con una media giornaliera di 7 voli in partenza dalle tre basi del 118 di Viterbo, Latina, operative sulle 12 ore,  e la base  centrale di Roma sulla Salaria operativa  h24.  L’incremento dei voli di luglio rispetto al mese di giugno è stato di circa il 20%.

Le eliambulanze del  118 dal 1 gennaio 2013 al 31 luglio hanno effettuato complessivamente 1092 interventi.  Di questi ben 92 sono avvenuti nelle ore notturne e 22 hanno riguardato soccorsi sulle isole, in particolare Ponza e Ventotene.  Una crescita che ha messo sotto pressione gli equipaggi degli elicotteri Pegaso 21 , Pegaso 33  e Pegaso 44 di base rispettivamente a Roma, Viterbo e Latina.

Dal 1 gennaio 2013 al 31 luglio 2013 la base di Roma  ha totalizzato 460 missioni , di queste 92 sono state effettuate in orario notturno e 17 nelle isole pontine.

La base di Viterbo ha effettuato invece 265 missioni e tra queste una decina hanno riguardato interventi di recupero e soccorso in zone montuose e impervie . Da considerare che la base di Viterbo copre anche l’area del reatino e dunque nel totale degli interventi sono considerati anche quelli realizzati in provincia di Rieti.

La base di Latina invece nello stesso periodo ha totalizzato 367 missioni di soccorso 22 delle quali nelle isole. Da considerare,  che anche in questo caso Latina è chiamata a garantire la copertura della provincia di Frosinone.

Gli equipaggi delle eliambulanze sono costituiti dai due piloti della Elitaliana e il team sanitario del 118 composto  dal medico  anestesista – rianimatore e un infermiere specializzato in area critica. L’aumento delle richieste di intervento , fisiologico nei mesi estivi, è però molto accentuato e per di piu generalizzato.

“E’ il segno che il servizio di elisoccorso ha sempre piu una valenza strategica per il servizio sanitario regionale, in particolare dopo la profonda ristrutturazione della rete ospedaliera del Lazio avvenuta in questi anni  sotto la spinta del piano di rientro.  E’  cosi in tutte le regioni dalla Toscana, alla Calabria , alla Sicilia ed il Lazio non fa eccezione–  dice Giampiero Pedone  Direttore generale di Elitaliana, la società che dal 2009 fornisce il servizio di elisoccorso all’Ares 118 – ed è dimostrato anche da cio che è scritto nei piani operativi regionali. E’ evidente che la nuova amministrazione intenda potenziare questo servizio che ancora oggi ha il suo punto debole nella carenza  di piazzole d’atterraggio sia nelle grandi città che nel territorio. Criticità che mi pare si vogliano ora  affrontare in modo serio e risolvere in breve tempo”.

Per garantire il servizio sulle 24 ore e dunque capacita d’intervento sia nelle ore notturne che nelle zone impervie del Lazio, Elitaliana schiera 28 piloti e una drappello di 6 donne pilota che si alternano ogni giorno ai comandi della flotta di elicotteri costituita da 3 Augusta AW 109 modello Grand  più un mezzo di riserva. Per gli interventi in zone ostili , l’eliambulanza Pegaso 33 di base a Viterbo nei mesi scorsi è stata dotata del verricello per il recupero di feriti in zone impervie, in questi casi l’intervento è coordinato con il personale del Soccorso Alpino.

Comments

comments

MandarinoAdv Post.