Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Incendio sul treno Roma-Latina, interrogazione del M5S

I parlamentari del Movimento 5 Stelle hanno inviato un’interrogazione al Ministro delle infrastrutture e  dei trasporti, al Ministro dell’economia e delle finanze per chiedere verifiche sugli incendi avvenuti su alcuni treni locali.

IL TESTO. “Il 25 luglio 2013, alle 8.50 circa, nei pressi della stazione di Latina Scalo si è verificato un principio di incendio in un vagone del treno regionale proveniente da Napoli e diretto a Roma Termini; dal tetto del vagone fuoriusciva una densa colonna di fumo a causa del surriscaldamento dell’impianto di condizionamento dell’aria. I vigili del fuoco dopo aver messo in salvo i passeggeri, testimoniavano una temperatura interna al vagone di circa 60 gradi; il vagone è stato separato dal treno e dislocato sul terzo binario per evitare pericoli e disagi ulteriori ed alle 10.30 circa, terminata l’ispezione, è stata agganciata al treno, ancora fermo, una nuova motrice per ripristinarne l’uso ed ottenere il ritorno ad un normale flusso del traffico ferroviario sulla direttrice Napoli-Roma;
nove giorni dopo, sabato 3 agosto 2013, un altro incendio è divampato nel vagone di un treno proveniente da Minturno (medesima tratta Napoli-Roma) che sostava presso il binario 17 della stazione di Roma Termini. A bordo erano presenti alcuni passeggeri
che, grazie all’intervento tempestivo di tre agenti della Polfer, rimasti lievemente intossicati, sono riusciti a scendere incolumi dal treno e a scampare alla minaccia delle fiamme.

I parlamentari chiedono “se il Ministro dell’economia e delle finanze sia a conoscenza dei fatti espressi in premessa e se come azionista di riferimento di Trenitalia intenda esprimersi sul comportamento di Trenitalia visti gli evidenti elementi di forte criticità descritti in
premessa; se il parco vetture messo a disposizione da Trenitalia sia adeguato a garantire per numero di vagoni e modernità dei mezzi, una percorrenza in condizioni di dignità e sicurezza ferroviaria; se si intenda avviare delle indagini per accertarsi, e nel contempo garantire ai cittadini, che i controlli di manutenzione dei treni in oggetto siano stati compiuti seguendo le operazioni conformi alle normative vigenti; se si intenda, conformemente a quanto previsto dall’articolo 4, comma 1, lettera b) decreto legislativo n. 422 del 1997, richiedere alla regione Lazio le opportune informazioni sulle criticità espresse in premessa sotto il profilo della sicurezza ferroviaria e seguirne gli sviluppi”.

Comments

comments

  • Abbasso le privatizzazioni

    Su questi treni regionali/bestiami ci farei viaggiare l’AD Moretti e la sua famiglia e i responsabili del passato, del presente e del futuro, che hanno governato e governeranno la regione Lazio. Era meglio quanto le ferrovie erano un “carrozzone” almeno i treni erano puntuali e puliti.

  • Cinico

    anche se si pagasse un biglietto LT-Roma di € 100.00 non cambierebbe nulla, l’Italia oltre alla crisi economica è al collasso culturale etico e morale.

  • surf

    e complimenti a loro per aver aumentato gli abbonamenti (il settimanale è arrivato a 53 euro!!!!!!!) di qualche decina di euro e continuano a farci viaggiare come i deportati dentro quei vagoni………….continuate a pensare alle frecce e alla tav che fate contenti il 5% dei viaggiatori…………

  • Titti

    Un altro modo di fare politica, anche altri esponenti del pd e pdl alle precedenti consultazioni elettorali mostravano le criticitá per i pendolari. A cosa è servito il loro volantinaggio ed il loro interessamento..???? A nulla, a prendere in giro i pendolari che invece sono obbligati a questo monopolio autorotario. Sempre più schifata dalla politica, non possono più farci credere che Gesù Cristo è morto di stenti. Basta, siamo stufi di essere presi in giro!!!!!!!

  • Lupo

    Poi pensano alla Tav, mamma mia come siamo messi….

  • Cinico

    vedi Lupo la tua verità lapalissiana non la capiscono 2/3 degli italiani cioè quelli che hanno votato PD e PdL; dimostri acume intellettivo nel soppesare le due differenze mettendo in evidenza i paradossi dell’infamità dell politica italiana.
    La tua proprietà di sintesi nel esporre l’assurda realtà nuda e cruda è meritevole di un plauso almeno da parte mia.

MandarinoAdv Post.