Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Omicidio Vaccaro: nessuna traccia di Paolo Peruzzi

Pizzalab

Ancora nessuna traccia è stata trovata di Paolo Peruzzi, uno dei sei condannati per l’omicidio Vaccaro, scomparso dagli arresti domiciliari ormai da due giorni. Polizia e Carabinieri seguono ogni pista ed hanno allargato le ricerche a livello nazionale, ma del ricercato, condannato a sedici anni, si sono al momento perse le tracce.

Nella lettera lasciata alla famiglia il giovane si dichiara sconvolto, incapace di reggere il peso di quanto accaduto e si rammarica di non aver potuto chiedere scusa alla famiglia Vaccaro. Nel frattempo i giudici di Latina hanno respinto la richiesta di arresti domiciliari presentata da Gianfranco Toselli, un altro dei condannati, confermando la detenzione in carcere.

 

Comments

comments

  • macio

    Ti trovano ti trovano….

  • colpa di schengen

    ma dai???
    e di chi è la colpa? forse di chi gli ha concesso i domiciliari???
    e adesso chi paga per questa negligenza???

  • disincantato

    il problema non è se lo trovano, è il profilo criminale che si delinea nel tipo.

  • Monica

    Ma cosa ne sapete voi! Siete bravi soltanto a dare sentenze senza nemmeno sapere chi è Paolo. Hanno distrutto la sua vita e quella della sua famiglia. Fatevi gli affari vostri, e chiudere quelle bocche insane, perché la verità di tutto la sa soltanto il fratello del povero Matteo. Lasciate in pace chi soffre, tanto un giorno prima o poi verrà fuori la verità, ma purtroppo potrebbe essere troppo tardi, perché la vita di tante persone e’ stata ormai distrutta.

  • mimmo

    CARA MONICA SE NESSUNO LO SA CHE è PAOLO DICCELO TU NO?
    PER LATINA SI CONOSCE HA SEMPRE FATTO IL BULLO E IL PREPOTENTE ANDAVANO IN GIRO A FA I BOSS DELLA BANDA DELLA MAGLIANA IMMERSI NEL GIRO DI DROGA E CASINI SU CASINI, I BRAVI RAGAZZI LE FAMIGLIE DISTRUTTE MA CHE STATE A DI PURTROPPO UNA PERSONA SOLA CI HA RIMESSO LA PELLE !!!! E MO SE LO PRENDONO NO 16 ANNI MA 45 SE MERITA

  • disincantato

    @monica . L’errore nella vita ci può stare. Ma proprio perchè è un’errore, chi lo commette, ammette le proprie responsabilità e si assume la responsabilità dei propri errori. Questo senza dare giudizi comportamentali, ognuno agisce e parla come meglio pensa e crede opportuno.

  • Em

    Basta a dire che i sei della banda erano sfortunati, questi sono buonismi belli e buoni. Sfortunato è chi gli capita qualcosa senza che lo voglia, non chi si cerca i guai e rovina gli altri.

  • homer

    16 anni sono troppi per aver accompagnato un folle, 5 anni è la pena giusta, proprio per fargli capire e dargli una seconda possibilità…non lo ha ammazzato lui, ha fatto Il bullo, altri come lui lo fanno, essere stato presente al crimine non può essere condannato cosi…se fosse morto un passante avrebbero condannato tutti a pene minori compreso chi ha sparato e forse avrebbero condannato anche i fratelli vaccaro…l’avvocato di questi ragazzi non è stato in grado di difenderli…tutto qui, non c’è stata alcuna giustizia in questo processo.

  • homer

    Un concorso nel reato lo posso capire se si è in 2, o 3…ma 5 persone? Tutte disposte ad andare sul luogo sapendo che uno è armato e che è anche stupido da sparare?? Non ci credo…almeno uno si doveva tirare indietro…e proprio perché nessuno è scappato quando sapeva della pistola di Marroni, mi fa presupporre che non sapevano, o qualcuno non sapeva che fosse armato…e poi arrivi e spari?? Perché? Perché spari ad uno disarmato?? Sei matto? Allora decadono le colpe degli altri se sei incapace…io avrei difeso meglio pur non essendo avvocato, un dubbio glielo averti fatto venire ai giudici…e se c’è un dubbio non puoi condannare!!

  • S

    Rovinato la vita? Io a 20 non andavo in giro con gente con la pistola in tasca, la differenza è tutta lì. TUTTI colpevoli.

  • Giustino

    Certo è che la dinamica dell’omicidio è davvero poco chiara. Le indagini poi sono state fatte in modo anomalo o quantomeno trascurato. Ci sono degli altri proiettili appartenenti a più pistole? Perchè non sono stati presi subito tutti i bossoli? Perchè è stato dato un incarico ad una ditta di pulizie esterna di ripulire l’area solo pochi giorni dopo l’incidente? A questi interrogativi, posti dal quotidiano Latina Oggi, non mi pare ad oggi sia stata data una risposta esauriente come si addice in casi di questo genere.

  • Nestore

    Io mi chiedo ma se davvero erano tanto bravi ragazzi trovatisi li loro malgrado perché nessuno ha trovato in due anni il coraggio di dire: fermi tutti adesso vi racconto Cosa e’ successo quella sera?” Credo che una persona innocente e per bene avrebbe subito chiamato il 113 e avrebbe raccontato l’accaduto

  • Gigi

    La verità sta sempre da tutte e due le parti
    Uno stinco di santo non sarebbe andato ad un appuntamento ma avrebbe denunciato.
    Con questo non intendo dire che si giusto che un ragazzo sia morto o che sia stato un poco di buono .
    Se vuoi fare il delinquente o lo fai o non lo fai non esistono le mezze misure

  • homer

    la solita Italia…si è colpevoli fino a prova contraria…presunzione di colpevolezza…ma ci rendiamo conto??cioè siamo condannati prima del processo…dai media…questo è quello che è successo…è la comunicazione che condanna…non la colpa…

  • verita’

    come gia’ detto tempo fa’ questa vicenda e’ marcia dall’inizio
    il perito di parte civile disse a suo tempo che la pistola presunta scacciacani
    non avrebbe potuto sparare e con certezza disse che la pistola non ha mai sparato e che il fratello della vittima poche ore dell ‘accaduto dichiaro’ in questura in presenza di ben 5 agenti che il fratello (Matteo ) aveva sparato. Allora signori non e’ che questo e’ stato un processo dove non so per quale motivo si dovevano condannare questi 6 ragazzi .dove le testimonianze non sono state ascoltate (Signora della villa di fronte il parco ) . e siappiamo benissimo che la vittima non era un tipo molto tranquillo,dove i fratelli Vaccaro si sono fatti giustizia da soli. Allora giudicate voi chi sono i balordi in questa vicenda !!

  • Monica

    Purtroppo il processo lo hanno fatto i giornali e l’opinione pubblica. In un altro paese la verità sarebbe venuta fuori la stessa sera. La colpa e’ di chi ha svolto male le indagini, di chi ha omesso o fatto falsa testimonianza in tribunale, riconosciuta perfino dal PM! Ma non ha fatto cmq cambiare opinione ai giudici. Alla fine di tutto chi ci ha rimesso sono soltanto le famiglie, distrutte dal dolore e dalla mancanza dei loro figli. I ragazzi condannati a pene solo esemplari non avranno mai una vita, rimarranno sempre emarginato dalla società anche se dovessero essere assolti. La famiglia della vittima crede di aver ottenuto giustizia, ma nessuno potrà mai portare indietro il tempo. Tutti soffrono, aumenta l’odio, ma cosa porterà questo? Arriveremo al punto che nessuno avrà ottenuto la giustizia desiderata perché non basterebbero nemmeno 100 sentenze per soddisfare la rabbia, e non basteranno 1000 assoluzioni per rendere 1 dei 6 ragazzi mai veramente felici ancora una volta nella vita. La colpa e’ soltanto di questo stato, che fa veramente schifo!

  • Monica

    Caro Mimmo, tu sai chi è Paolo? Lo hai mai visto atteggiarsi da Boss con i tuoi occhi? O parli così per rabbia? Lo hai mai conosciuto? Hai mai parlato con lui? Paolo e’ un ragazzo sensibile che soffre terribilmente! Ti ricordo che è stato l’unico che ha collaborato subito con la polizia, e si è distrutto psicologicamente per la grave ingiustizia subita. Invece di sputare veleno contro le persone che nemmeno conosci, informati sui fatti perché c’è gente che ha studiato questo processo, e se lo avessi fatto anche tu non scriveresti questi insulti gratuiti! Troppe bugie e troppi insulti sono stati fatti a questo ragazzo, c’è anche la sua famiglia che soffre, e tutto questo non è giusto. Smettetela

  • Manuel

    A parla di tutti capaci… Bisogna stare nei panni delle persone. Conosco Paolo e so che persone e quindi potete parlare quanto vuolete

  • Gianluca Mattioli

    Grazie del vostro contributo avete portato una notizia negata in maniera emblematica: questo delitto è immerso nella droga, nella lobby della cocaina, nessuno ne vuole parlare ma l’orizzonte è la movida. Una linea che demarca gli interessi illeciti……… poi ci sono le mancate indagini, gli Zermar al lavoro per depistare ma noi siamo una massa di opportunisti e nessuno ha il coraggio di esporsi……….. perciò i miei interventi sono censurati……………..

  • Scanner

    Chissà se in questura stanno leggendo questi post.

  • Gianluca Mattioli

    Li legge sicuramente la lobby della coca….. preferisco esprimermi così tanto per collocare l’organizzazione che riscuote i proventi delle tremila e più dosi che si vendono ogni fine settimana alla movida……….. perchè oramai dobbiamo fare i conti con queste organizzazioni cittadine i cui soci in affari ci stiamo gomito a gomito quotidianamente……..

  • Ben-ito

    Bravi giudici solerti a scovare e perseguire in tempi record un evasore ..ma a liberare assassini.

  • disincantato

    Il livello di idiozia generale è devastante, spero tanto che siano post satirici …

  • Gianluca Mattioli

    Per disincantato: secondo te quante dosi si vendono ogni fine settimana alla movida di Latina?. Esiste un’organizzazione che gestisce l’argomento? Oppure sono cose frivole?…….. siccome – secondo le democrazie mediterranee – l’argomento non ci riguarda allora perchè parlarne’……. la logica opportunistica sconsiglierebbe il dibattito….. non conviene…….

  • Monica

    @Gianluca Mattioli@Ma quale banda della magliana! Sono soltanto 6 ragazzini stupidi, che hanno paura anche della loro ombra! Non so se hai seguito bene il processo, l’appuntamento e’ stato chiesto dai fratelli Vaccaro e non dai 6 ragazzi. Ci sono i tabulati telefonici che parlano chiaro, circa 19/21 telefonate fatte dai vaccaro. Cmq Gigi mi ha strappato un sorriso questa sera con la battuta a Panigutti, e concordo pienamente! Il problema grande dei giornalisti e’ che non si rendono conto che dietro al dramma ci sono anche le famiglie, con le loro insinuazioni e commenti troppo personali, offendono ed esasperano momenti già troppo duri da sopportare. Ripeto questo non è giornalismo!

  • disincantato

    @ mattioli non frequento la movida e non so che dire. cmque atteniamoci ai fatti che stanno succedendo.

  • Gianluca Mattioli

    Per Monica: GRAZIE è vero erano la “banda della Magliana” e non li volevano per spacciare alla movida, da lì la questione. Matteo , è l’ipotesi, non li voleva voleva dargli una lezione (con la scacciacani) ed è uno scoop: per la questura e la procura erano “futili motivi” perchè la ciccia, il bottino da difendere e da aggredire era lo spaccio nella movida e grazie ai vostri contributi la realtà è uscita fuori. GRAZIE. Oggi in movida ogni fine settimana quante migliaia di dosi escono fuori protette dalla lobby della coca?…….. Migliaia e allora facciamola finita con la corruzione e l’ipocrisia…….. c’è il sospetto che gli avvocati abbiano difeso più i giudici che gli assistiti……….. parliamone…..

  • S

    MONICA ragazzi che hanno paura della loro ombra??????!!! ma ci rendiamo conto? Va bene, non li conosco, ma parliamo sempre di ragazzini con in tasca una pistola, ragazzini che hanno UCCISO un uomo e fino a prova contraria ancora non raccontano la verità. L’appuntamento è stato fissato dai Vaccaro come dici tu che, mettiamo il caso avessero tutte le maleintenzioni del caso, risultano sempre essere le VITTIME. Per cortesia, non cerchiamo di sminuire l’avvenuto…chi più, chi meno sono TUTTI colpevoli. Un colpo è partito, un UOMO è morto. Non vorrei più sentire le parole”ragazzini stupidi” ”indifesi” e altro. Grazie.

  • Nestore

    Chiunque sia stato il ragazzo morto, (non lo conoscevo) non è’ che uccidere una persona disonesta sia meno grave che uccidere una persona onesta… !!! Onde per cui non si capisce bene che c’entra se la vittima fosse onesta o meno… Resta il fatto che sei individui (o ragazzi… Chiama teli come vi pare) si sono presentati ad un appuntamento (poco importa chi lo ha chiesto) armati di pistola e ci è’ scappato il morto… Per cui il codice penale definisce ciò’ omicidio… Il resto sono pure chiacchiere…

  • S

    Nestore: esattamente……!!!!
    Verità: non ho capito esattamente cosa volevi esprimere, comunque sia è naturale che le famiglie e le mamme dei ragazzi coinvolti tentino di difenderli e proteggerli in qualche è modo….ma è proprio da li che parte il problema: ho 30 anni e ti assicuro che a 16 o 20 in mezzo ai guai potevo benissimo finirci volendo perché basta un attimo….ma grazie all’educazione che ho avuto non ho mai girato con gente con una pistola in tasca o con il naso pieno di polvere bianca(sempre ammettendo che l’assassino possa definirsi solo chi ha premuto il grilletto).

  • Monica

    Ma la fate finita con questa banda della magliana?!? Se questi sono criminali in Italia non esibirebbe mafia, a ndrangheta e camorra! E poi la fate finita di offendere le famiglie dei 6 ragazzi?!? Cosa ne sapete dell’educazione che hanno dato ai loro figli! Non mi pare che durante le perquisizioni sono state trovate armi o droga a Peruzzi, d’antuono, ciarravino , Roma e torselli! Quindi parlate soltanto per quello che avete letto dai giornalai! Che ovviamente sono di parte. Abbiate un po’ di rispetto, come le famiglie dei ragazzi ne hanno avuto con la famiglia Vaccaro. E poi siamo ancora in primo grado, quindi nessuno e’ ancora colpevole.

  • S

    Monica: scusa scusa hai ragione tu…sono tutte faccine d’angelo, basta osservarli in foto. Dei bravissimi ragazzi, direi…..tutt’altra cosa dalla mafia e dai criminali certo! Ormai tutti vanno in giro con una pistolina in tasca(a titolo di difesa personale ovvio..) poveri bimbi, tutte queste critiche gratuite, cattivi giornali, cattivi!!!!

  • Gianluca Mattioli

    Per S, Monica, Nestore ecc……….Occorre ribadire che il dibattito è sulla legalità e nello specifico riguarda, interessa, il regolamento di conti fra due bande criminali che si fronteggiavano ambedue armate. Ribadisco da una parte la lobby della coca ovvero la movida e dall’altra la banda della magliana. Uso termini a voi congeniali ma il nocciolo rimane questo. Come sono state condotte le indagini? Quali interessi erano in ballo….. grazie al vostro contributo sappiamo, abbiamo scoperto che c’era l’immersione della droga”, insomma le tremila dosi che si vendono (minimo) ogni fine settimana nella movida. Non se ne è mai parlato è giunto il momento di farlo………………

  • nestore

    ma che ne sa lei scusi…. se ne sa così tante si presenti in Procura e denunci fatti specifici sulle cattive indiagini, lo spaccio ecc… altrimenti fa solo illazioni gratuite…

  • Monica

    Althea@ chi sei tu per giudicare che Paolo deve pagare e anche la sua famiglia? Conosci i componenti della famiglia? Ma cosa ne sai! Ti piacerebbe che qualcuno ti giudicasse senza conoscerti? Oppure che ti insultassero tutti i giorno della tua vita?!! Vergognatevi, praticate soltanto odio. Siete senza Dio!

  • althea

    No..sei tu che hai problemi con le sinapsi.. Si li conosco e la Pera nn cade mai lontano dall’albero.. Se lo insultano da una vita..fatti una domanda e soprattutto datti una risposta.. E poi taci e nn parlare d Dio..che per il momento ha con se Matteo e nn quel fallito..

  • Gianluca Mattioli

    per favore io non giudico… sono testimone di quest’epoca… e descrivo una realtà. Nella movida ogni settimana secondo voi quante dosi si vendono?……. Chi gestisce questo immenso traffico? Lo avete detto voi “immersi nella droga” e allora spiegateci perchè quelel due bande si dovevano confrontare armati?….. quali gli interessi da spartire?……… nestore rispondi…………

  • althea

    Mattioli invece d farti gli affari degli altri..e dire stupidate a profusione..perche nn c racconti le tue d marachelle??gli altri lo sanno che sei una persona ignobile?

  • Nestore

    Scusi Mattioli, glielo dico senza malanimo, ma non mai pensato di farsi vedere da qualcuno…? Secondo me le potrebbe far bene…

  • Gianluca Mattioli

    Bene sono stato visto da tanti e di solito mi occupo di patologia mentale…… nel caso specifico…. qui sono molto interessato al vostro sccop sulla droga che sempre in base alle vostre indicazioni qui ne sono tutti immersi……… o vi siete sbagliati?.. sono molto curioso della vostra teoria…….. o forse non si è capito………..

  • Monica

    @Althea! Forse stai esagerando con gli insulti. Nessuno sta offendendo nessuno, e tu non devi permetterti di insultare le persone che nemmeno conosci, specialmente le famiglie dei ragazzi. Non penso tu sia madre, altrimenti non mendicheresti tutto questo odio. Si tratta solo di capire se veramente giustizia e’ stata fatta. Ogni individuo ha il diritto di difendersi, e purtroppo in questo processo i 6 ragazzi non lo hanno avuto. L’unico che aveva un interesse a far uscire fuori la verità ha mentito in tribunale. I ragazzi sono stati condannati prima dai giornalai e poi dal tribunale. Le indagini sono state fatte con i piedi, e mancano tanti di quei elementi che in un altro stato si sarebbe scritta una barzelletta! Tutti hanno il diritto di esprimere il proprio giudizio, quindi il termine “TACI ” diretto alle persone che scrivono e commentano un loro pensiero, non mi sembra appropriato! Perché altrimenti io dovrei dire lo stesso a Panigutti, ma siccome i commenti del signor non mi toccano proprio, anche perché si sta rendendo ridicolo davanti a tutta la città, non spreco nemmeno l’inchiostro della mia penna! Cmq chi vuole continuare a predicare odio e vendetta faccia pure, l’importante e’ che non si offendano più le famiglie dei ragazzi, perché le stesse sono state a mio parere le persone più educate, rispettose e pazienti che abbia mai conoscito.

  • Monica

    Verità@ vedi qual’e il tuo problema!?!che in una frase sai soltanto offendere le persone! Cmq tornando alla tua domanda, non lo dico io, lo ha detto il PM, se avessi seguito il processo lo sapresti! Ma tu sei così intelligente ed io sono un topolino così stupidito che non hai bisogno che io ti suggerisca certe cose, tu ci arrivi da solo/a! Hahahahha

  • disincantato

    Il punto è che sono passati nove giorni dalla sua fuga, di cosa stiamo parlando ? semplicemente di un latitante, evaso dagli arresti domiciliari. Però, le ferie e le manie da tastiera, si ergono tutti giudici e dispensatori di verità. Se proprio abbiamo qualcosa da dire, parliamo che debba essere logico e onesto avere dignità e consapevolezza, nel bene e nel male. E di accettare le sentenze di un tribunale. Capisco la fobia del berlusca, ma la vita è dignità. E non avere fiducia della giustizia a prescindere, senza valutare casi e persone, significa non avere valori e regole. Ma sopratutto non avere rispettpo per la stragande maggioranza delle persone, che contrariamente a quello che si pensa sono persone per bene.

  • Monica

    Ok @verità……. X @disincanto, forse su alcuni punti di vista puoi aver ragione, ma purtroppo anche io ho perso fiducia nella giustizia! Questo paese sta andando al disastro, distrugge i sogni di tutti quei ragazzi che hanno voglia di fare qualcosa, priva della libertà le persone con un abuso di potere che se fossi al posto di tante persone anche tu andresti pazzo! Chi non ha più fiducia non manca di rispetto alle altre persone, e’ semplicemente stanco e a volte disperato, e da questo sicuramente non puoi giudicare se una persona e’ buona o cattiva!

MandarinoAdv Post.