Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Anziani raggirati, identificato il truffatore senza scrupoli

Fingeva di essere un amico di un parente e raggirava anziani con le scuse più fantasiose. Le vittime (il più giovane ha 82 anni) cadevano nella trappola pagando somme comprese tra i 200 e gli 800 euro. Il truffatore senza scrupoli diceva di dover riscuotere i soldi dell’assicurazione dell’auto oppure di dover pagare un medico o un creditore.

La polizia di Terracina ha individuato, dopo lunghi accertamenti, un trentenne napoletano che si presentava ben vestito e con modi garbati. Numerose le vittime tra Terracina e Latina, ma la polizia sospetta che il truffatore abbia agito a livello nazionale.

 

Comments

comments

  • Boh

    Torturatelo, massacratelo, privatelo del sonno, strappategli la lingua, questo è cio che merita chi maltratta i nostri anziani

  • Smith

    na racia na facia

  • veleno

    La foto il nome ed il cognome di questo gran pezzo di m….a grazie

  • colpa di schengen

    imbalsamatelo

  • LT

    MANCO A DIRLO NAPOLETANO…..

  • Mena

    anche mio papa’e’ stato raggirato nelle stesse condizioni descritte dall’articolo … qualche giorno fa .. dell’intera pensione…
    non sono i soldi .. che alla fine erano pochi (come per tutti i pensionati normali ) ma quello che piu’ colpisce come per niente fanno del male a persone anziane ed indifese … ma non c’e l’hanno anche loro dei genitori .. non pensano come potrebbero sentirsi in tali situazioni… o sono dei deliquenti come loro.. d’altra da parte come si dice al paese mio
    ” da un ceppo marcio solo un ramo marcio puo’ nascere… WW L’ITALIA LO STESSO per tutti le persone oneste che ci sono…. saluti

  • Em

    Attenzione che in giro ci sono persone che si fingono amici di genitori o nonni e vi vendono macchine fotografiche finte od obsolete a prezzi alti.

  • Ben-ito

    “….un trentenne napoletano,,,,”

  • Boh

    Chiudete le frontiere,
    Massimo d’Azeglio nel 1870 scrive:
    In tutti i modi la fusione coi Napoletani mi fa paura; è come mettersi a letto con un vaiuoloso!
    in un’altra lettera aggiunge: A Napoli, noi abbiamo altresì cacciato il sovrano per stabilire un governo fondato sul consenso universale. Ma ci vogliono e sembra che ciò non basti, per contenere il Regno, sessanta battaglioni; ed è notorio che, briganti o non briganti, niuno vuol saperne. Ma si dirà: e il suffragio universale? Io non so nulla di suffragio, ma so che al di qua del Tronto non sono necessari battaglioni e che al di là sono necessari. Dunque vi fu qualche errore e bisogna cangiare atti e principi. Bisogna sapere dai Napoletani un’altra volta per tutto se ci vogliono, sì o no. Capisco che gli italiani hanno il diritto di fare la guerra a coloro che volessero mantenere i tedeschi in Italia, ma agli italiani che, restando italiani, non volessero unirsi a noi, credo che non abbiamo il diritto di dare archibugiate, salvo si concedesse ora, per tagliare corto, che noi adottiamo il principio nel cui nome Bomba (Ferdinando) bombardava Palermo, Messina ecc. Credo bene che in generale non si pensa in questo modo, ma siccome io non intendo rinunciare al diritto di ragionare, dico ciò che penso.

  • mauro

    la maggior parte dei napoletani sta nei carabinieri , polizia, esercito, finanza…ecc.ecc.ecc.
    sono quelli che vi salvano il culo tutti i giorni , meditate gente.

  • Boh

    Ci salvano dai loro stessi concittadini, se rimanessero tutti a casa loro si starebbe meglio

MandarinoAdv Post.