Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Pennacchi: “Basta polemiche al premio Strega”

«L’unica polemica ammissibile sul Premio Strega è quella contro le polemiche. Da quando, nel 2010, lo vinsi io si dice che non c’è gara. E allora? Se non c’è competizione è semplicemente perchè gli autori non partecipano e quello più bravo, come è stato adesso con Walter Siti, normalmente vince…». Lo sostiene Antonio Pennacchi, lo scrittore di Latina vincitore dello Strega nel 2010 col suo romanzo «Canale Mussolini» (Mondadori).

«Adesso – aggiunge – è uscita fuori ‘sta storia dell’esclusione di Busi. Ma non c’è niente da dire, è stato lui a tirarsi fuori. E parla un giurato che l’ha votato nella cinquina, a me il suo sembrava il romanzo più bello e più lirico…». «Nel 2010 io ho vinto a sorpresa -sottolinea Pennacchi- e mi sta bene così. Oltretutto mi confrontavo col romanzo di Silvia Avallone, che era molto bello. Ma da che mondo è mondo la letteratura mondiale si basa sulla competizione. Sin dall’antica Grecia e da Roma. E alle gare bisogna starci. Smettiamola con la storia delle case editrici che fanno i loro giochi. Guardate i voti delle major: non sono la maggioranza, e allora le piccole e medie case editrici, e soprattutto gli autori, si dessero da fare».

«Stavolta, da giurato, ho votato per Aldo Busi, nonostante lui, forse pure per fargli dispetto. Del resto -conclude Pennacchi- è da gennaio che non leggo i giornali e non guardo la televisione. Sto isolato a scrivere il mio nuovo romanzo, nuovo in tutti i sensi, non parlerà nè di Mussolini nè degli anni Sessanta e Settanta come ho fatto in precedenza…».

Comments

comments

  • Fernando Bassoli

    Capirai, ci sono polemiche pure ai Premi letterari rionali, figuriamoci allo Strega che è probabilmente il massimo Premio letterario italiano. Ma in fondo fa parte del gioco, no? Alla fine quello che conta è che la gente legga.

    Vi pare facile far leggere gli italiani?

  • Pennacchio

    Caro Pennacchi già prima del premio ti atteggiavi a detentore della verità rivelata, ma ora stai esaggerando. Datti una calmata.

MandarinoAdv Post.