Website Security Test
Banner Bodema – TOP

La lettera dei bambini: “Caro sindaco guarda come è ridotto il nostro parco”

Ciao Sindaco, sono una bambina di due anni e siccome ho necessità di chiederti un favore mi sono fatta imprestare la mano dal nonno che, oltretutto è testimone di quanto ti vado a rappresentare.

Frequento insieme a tanti altri bambini il piccolo parco giochi di via Zanetti, quello sotto i pini per intenderci e, comunque, non ti puoi sbagliare perché non ce ne sono altri.

Come tutti i bambini siamo irrequieti, curiosi e mettiamo le mani dappertutto. Ci piace giocare con qualsiasi cosa troviamo perché la nostra fantasia non ha limiti e proprio per questo siamo sempre rimproverati dai nostri genitori e nonni allarmati dalla innumerevole sporcizia ed abbandono in cui versa il parco. Il porta sacchetti trabocca di immondizia e quella che non vi trova posto è sparsa per il parco. Non ci possiamo nemmeno pulire le mani la fontana è disconnessa e il tubo che la deve alimentare se ne sta ritto fuori dal tombino, il cui coperchio giace un metro distante. La recinzione di legno del parco è semidistrutta, alcuni pezzi giacciono per terra costituendo una minaccia di pericolo per noi piccini.

Ecco per farti capire due foto perché un’immagine vale più di tante parole.

Ma non è finita le maglie delle catene che reggono le sedute delle due altalene sono consumate e da un momento all’altro rischiano di far fare un bel volo a qualcuno di noi. Pensa, un nonno volenteroso ha provveduto a riparane una, ma sarebbe necessario far fare un intervento meno artigianale. Ah dimenticavo, il supporto delle altalene oscilla con noi.

E’ normale? Ora tutti noi bambini ci chiediamo se esiste un responsabile dei parchi, un responsabile della loro pulizia, della loro manutenzione. Sai spesso vedo girare due signori con gilet arancione su biciclette dotate di scope e cestino per le immondizie, li vedo proprio transitare vicino al parco ma non li ho mai visti fermarsi e pulire.

Sicuramente anche molti genitori e nonni sono responsabili di questa incuria, le mele marce, del resto, sono dappertutto ma non pensi comunque che dovresti intervenire per non far parte anche tu della categoria di persone anzidette?

Un saluto da tutti noi piccini: Lara, Noemi, Federica, Chiara, Maria Sole, Gioele, Alessandro, Nicolas, Ludovica, Simone, Daniele, Gaia, Marco, Leonardo, Nicolò, Aurora, ecc…

Comments

comments

  • Bravo Nonno

    Grazie al nonno che ha scritto questa lettera, portando all’attenzione del Sindaco, la situazione di questo bel parco, usufruito da moltissimi bimbi! Aggiungiamoci anche gli escrementi dei cani, che nonostante il divieto, vengono fatti ” pascolare” anche li dai padroni e qualche siringa, lasciata…lì per li, e il quadro e’ completo.
    Ci vorrebbe un programma di pulizia almeno settimanale e di controlli , cosi’ da permettere ai nostri bimbi di giocare in un parco a misura di bambino in tutto, soprattutto per la sicurezza e la salute. Speriamo che il Sindaco si faccia una passeggiatina per quelle parti… e vedra’ la situazione del parco, ma anche tanta gioia e vitalita’ dei tanti bambini presenti, che fanno di quel parco, il loro mondo di giochi all’aperto.

  • twocents

    Complimenti sinceri per la ferma e capace ironia.
    Una città che non pensa ai propri bimbi (tutti lo siamo stati) e agli anziani (tutti lo diventeremo) è inesorabilmente destinata a marcire.

  • Nanni Moretti

    come siete banali! In questo momento quello che conta è mettere a norma lo stadio! Ricordatevi che siamo una città di serie B! Mica possiamo perdere tempo con queste sciocchezze!

  • abc

    Spero che i miei figli (10 e 7 anni) raggiungano presto la maggiore età e emigrino verso lidi migliori, preferisco sopportare la loro lontananza che vederli crescere in questa città agonizzante..non lo meritano..
    Ma nel frattempo guai a chi li tocca…. lottiamo per quanto ci è possibile per loro!
    Bravo nonno di Lara e amichetti…mi avete commosso.

  • lupino buzzo

    ci vorrebbe…… quante cose ci vorrebbero……. ma se dall’altra parte c’è il vuoto pneumatico
    lo stadio in questo momento è una priorità, i giardini possono aspettare, così come le strade, la viabilità, il piano sosta ecc………….

  • disilluso

    Bravo nonno e bravi bimbi. Fate benissimo a farvi sentire in questo silenzio assordante sui problemi della città! C’è un idiota che si preoccupa dello stadio ponendolo come priorità su tutto, come se al comune non ci fossero dipendenti a sufficienza per gestire TUTTI i problemi della città. Come se per mantenere i vari parchi giochi servissero migliaia di euro!
    Devo farvi un appunto però: non avete detto al sindaco in quanti voti si tradurrebbe una corretta politica di gestione del vostro parco. Ovvero: quanti voti rappresentate? Purtroppo ormai è questo quello che conta, come quel signore che vede solo lo stadio dimostra!

  • tubilando

    la priorità mi sembra evidenziata in modo ironico……….

  • ape

    Molte grazie al nonno.
    Anche i bambini di piazzale trieste vorrebbero il loro parco messo in ordine, pulito e sistemato o siamo bambini di serie B?
    Qui non si vede la mano di un giardiniere da diversi anni per non parlare della grande e bellissima fontana della vicina piazza, a che è diventata una fogna a cielo aperto.
    A Latina serve una ripulita non la serie B.
    Allora facciamo lo stadio nuovo cosi si ammazzano meglio la domenica!!

    Bevenuti a Latina

  • pasquino

    Lasciate perdere, Crapapelata è impegnato a risolvere (?) il problema dello stadio non a norma.

  • Daniele

    Cocciapelata tze tze, pensa a annà a spasso va’

MandarinoAdv Post.