Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Latina batte Nocerina, ora sfida finale a Pisa

  • calcio-latina-nocerina-curva-tifosi-576982
  • calcio-latina-nocerina-00036522
  • calcio-latina-nocerina-00003541
  • latina-nocerina-latina24ore-5879822

Finisce 1-0 per il Latina la gara di ritorno delle semifinali play off del girone B di lega Pro, risultato che consente al Latina di andare in finale e vedersela con il Pisa.

Il gol vittoria è di Barraco che al 30′ del secondo tempo ha sfruttato una papera del portiere campano De Lucia.  In precedenza entrambe le squadre avevano colpito il palo, Cejas nel primo tempo per i pontini e Mazzeo per la Nocerina ad inizio ripresa.

Nel frattempo è finito l’altro incontro tra Perugia e Pisa, partita rocambolesca terminata sul 2-2 dopo ben 9′ di recupero, che qualifica il Pisa come prima finalista dei play off del girone B di Lega Pro; i toscani incontreranno il Latina il 9 e il 16 giugno.

LA CRONACA.

Primo tempo. Il Latina scende in campo con l’obbligo del risultato. Vincere significherebbe approdare in finale playoff di Lega Pro e dunque giocarsi una storica promozione in Serie B. I ventidue calciatori in campo lo sanno. E il gioco stenta a decollare. Il Latina prova a forzare il gioco ma la Nocerina alza un muro che pare insuperabile. Il tecnico pontino Stefano Sanderra schiera dal primo minuto l’attaccante lituano Tomas Danilevicius. Una scelta che si rivelerà, per certi versi, giusta. La prima occasione è per i padroni di casa: all’8′ Kola scende rapidamente sulla fascia destra. Entra in area di rigore cercando l’appoggio di un compagno che non trova favorendo così la chiusura della difesa ospite. Dopo qualche tentativo ancora del forte attaccante nerazzurro, apparso tra i più in forma, l’opportunità per il vantaggio arriva al 25′ con Barraco che però calcia alto un calcio punizione da posizione favorevole. La Nocerina si difende con caparbietà e annulla ogni attacco del Latina. Al 33′ un ottimo Kola riesce a recuperare un pallone sulla fascia sinistra. Dopo una serie di rimpalli Cejas si trova in area di rigore con l’occasione ghiotta. Calcia di destro ma la palla si infrange sul palo alla destra della porta difesa da De Lucia. La prima frazione di gioco non offre ulteriori spunti interessanti e dopo 1′ di recupero si va negli spogliatoi.

Secondo tempo. Sanderra adotta subito un accorgimento tattico. Dentro l’ex Antonio Schetter per Danilevicius. L’attaccante ex Juve Stabia non ha brillato seppur poco servito dai compagni. Dopo un tentativo di spinta da parte del Latina sono gli ospiti a sfiorare il gol del vantaggio. Mazzeo trova un varco al limite dell’area di rigore, calcia il pallone con un vellutato destro a giro. Quando Bindi sembrava battuto è il palo a far tirare un sospiro di sollievo ai pontini. Al 10′ Jefferson entra in campo sostituendo Alberto Gerbo. L’ingresso del brasiliano, autentico trascinatore nella fase conclusiva della stagione regolare, si rivelerà un cambio determinante per le sue notevoli di capacità di possesso del pallone. Al 20′ il Latina impensierisce la retroguardia molossa. Prima Milani con un tiro cross e poi Barraco scaldano i guanti di De Lucia. L’azione si conclude con un tiro ancora del capitano che finisce di poco alto sopra la traversa. Al minuto 24 i nerazzurri confezionano il primo calcio d’angolo della partita. Dalla bandierina va Barraco. Lo spiovente arriva dalle parti di Jefferson che si coordina perfettemante e col piede destro batte a rete. Ma non aveva fatto i conti con De Lucia che compie un autentico miracolo respingendo d’isitinto il pallone. Al 26′ Sanderra tenta il tutto per tutto inserendo in campo l’attaccante Alessandro Tulli per il difensore De Giosa. Due minuti dopo il Latina passa in vantaggio: Barraco raccoglie un pallone vagante, calcia dai trenta metri e trafigge De Lucia che non riesce a respingere la botta che si infila all’angolo sinistro. È festa in campo sugli spalti. Gli ultimi minuti si rivelano al cardiopalma. Al 37′ Negro cade in area di rigore ma per l’arbitro è simulazione. La Nocerina tenta di recuperare quelle poche energie rimaste tramutandole in assalto al fortino. Ma la concentrazione degli undici pontini porta la vittoria e il pass per la finale.

LE FORMAZIONI:

LATINA (4-3-3): Bindi; Milani, Cottafava, De Giosa, Bruscagin; Barraco, Cejas, Sacilotto; Gerbo, Danilevicius, Agodirin. A disposizione: Ioime, Agius, Giacomini, Burrai, Jefferson, Schetter, Tulli. Allenatore: Sanderra.

NOCERINA (3-4-3): De Lucia; Baldan, Scardina, Chiosa; Garufo, Corapi, Bruno, Daffara; Mazzeo, Evacuo, Negro. A disposizione. Ragni, Andelkovic, De Liguori, Gorobsov, Rizza, Russo, Pepe, Gavilan. Allenatore: Auteri

ARBITRO: Saia di Palermo.

MARCATORI: 75′ Barraco

Angoli: 0 -5

Recuperi: 2′ pt, 4′ st

Comments

comments

  • disincantato

    Bravi ragazzi, per scaramanzia niente stadio, am che sofferenza … meno male cha da do,menica c’è la diretta tv.

  • piazza moro

    Finale strorica, forza ragazzi un altro sforzo…..

  • marco67

    Daje …forza latina …e ora sotto col pisa …..

  • Fernando Bassoli

    Vorrei capire una cosa: ma i 5mila di oggi allo stadio sono gli stessi 5mila che parlottano contro questa società in città o sono 5mila figuranti scesi da Marte?

  • LT

    GRANDE LATINA

  • loopone

    In c.lo a tutti quelli che disprezzano la squadra della loro città.
    FORZA LATINA!!!!!

  • aquila pontina

    Sentite……… come lo scudetto della beneamata Lazio sà di marcio – per quello che poi è successo al gruppo Cragnotti – così penso che il successo del Latina saprà (e mi auguro che questo successo si concretizzi con la Serie B), di sangue di Rom ! ?

  • haran banjo

    Anche io ho dubbi sulla consistenza della società in un campionato di serie B. Comunque ieri è stato emozionantissimoooooooooo

    Solita domanda: ma Danilevicius che fine ha fatto?????

  • Mario

    Ma il Latina lo ha uno stadio da serie B ??

  • Pontino

    Sicuramente saranno da ristrutturare un bel pò di cose all’interno dello stadio.Arriveranno i soldi della Lega calcio.

  • Fernando Bassoli

    Comunque complimenti alla Rai che con la sua miopia non ha permesso la diretta tv nonostante il tutto esaurito privando così i più anziani e i malati della possibilità di assistere a un evento sportivo storico per la città di Latina. Il canone, però, lo pagano anche loro.

MandarinoAdv Post.