Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Volley, il PalaBianchini ospita i Campioni d’Italia

Dopo soli tre giorni dalla spettacolare sfida con le Generali Haching, il PalaBianchini è pronto ad ospitare un altro incontro stellare. Domenica alle 18 l’Andreoli ospita la Cucine Lube Banca Marche Macerata per la 16ma giornata di A1. A Latina arrivano i Campioni d’Italia che mercoledì hanno superato un altro turno in champions accedendo ai quarti di finale dove affronteranno Cuneo. La formazioni di Alberto Giuliani è un mix tra la nazionale italiana e quella della Serbia. Pur dovendo far a meno di Savani e Kovac, può vantare un ampio ventaglio di scelte tecniche. In Europa contro i polacchi del Resovia il tecnico marchigiano ha schierato Travica in palleggio e Zaytsev opposto ricettore, Stankovic e Podrascanin centrali, Parodi e Kooy di banda con Henno libero ma potrebbe proporre l’ex Starovic opposto spostando l’ex Zaytsev di banda come ha fatto nell’ultima gara di campionato con Ravenna. Il cammino fin qui del Macerata è stato su più fronti. In apertura di stagione la vittoria nella Supercoppa (3-2 a Trento), poi la finale di Coppa Italia persa (1-3 da Trento), in mezzo la champions con l’accesso ai quarti e il campionato dove è seconda ma con gli stessi punti di Trento. I 37 punti sono stati conquistati grazie a 12 vittorie e solo tre sconfitte (in casa 1-3 con Modena, in trasferta entrambe al tiebreak a Cuneo e a Trento). L’Andreoli di punti ne ha 23 grazie a otto gara vinte e sette perse, è a metà classifica ma a soli otto punti dalla terza posizione. È da cinque giornate in campionato che nelle sue gare pesa il fattore campo (7 nelle ultime otto) e nel girone di ritorno ha perso 3-1 a Perugia, vinto 3-1 Verona e 3-0 San Giustino in casa, perso 3-0 a Cuneo. Silvano Prandi ha più volte cambiato il sestetto in campo cercando di trovare negli allenamenti e durante i match le “chiavi” giuste per approcciare alle gare. Contro l’Unterhaching ha schierato in avvio Sottile in regia e Jarosz opposto, Gitto e Verhees al centro, Rauwerdink e Noda di banda, Rossini libero ma nel corso della gara sono entrati tutti gli uomini a disposizione del tecnico con Troy protagonista.

Molti gli ex in campo ad iniziare da Ivan Zaytsev (2007-08 come alzatore), Sasa Starovic (2010-11) e Francesco Cadeddu (secondo di Gulinelli nel 2008-09) da una parte, Alberto Cisolla (2009-10), Carmelo Gitto (2002-07) e Stefano Patriarca (2003-07) nelle giovanili, Silvano Prandi (1999-01) dall’altra.

I precedenti tra le due formazioni sono nettamente a favore dei marchigiani con 23 vittorie contro le solo tre dei pontini, il bilancio nel Lazio è di e una sola vittoria del Latina (il 15 ottobre 2006 al tiebreak) su 12 incontri.

 

 

 

Comments

comments

MandarinoAdv Post.