Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Volley, PalaBianchini in fermento per il terzo turno di Coppa Cev

A Latina si sente profumo d’Europa. Domani alle 20.30 al PalaBianchini l’Andreoli Latina scende in campo per il terzo turno di Coppa Cev. Gli avversari dei pontini saranno gli austriaci del Posojinica Aich Dob di Bleiburg.

La sconfitta di domenica patita a Castellana Grotte non ha spento l’entusiasmo di tifosi e addetti ai lavori. L’Andreoli vuole continuare a coltivare il sogno europeo, partendo proprio dalla sfida di domani. La società pontina, dopo aver smaltito l’emozione del debutto, fa la sua terza apparizione in campo europeo. Questione diversa per gli avversari austriaci che si presentano ininterrottamente nei palazzetti europei dalla stagione 1997-98. In questi anni di militanza il Posojinica ha affrontato due volte i sestetti italiani, uscendone sconfitta in entrambi i confronti. Il tecnico sloveno Bogdan Kotnik dispone di una vera e propria multinazionale di giocatori, dato che il torneo austriaco non prevede limitazioni in materia di stranieri. Ma in campionato il Posojinica non sta brillando. In nove partite giocate ha collezionato 13 punti, piazzandosi al quarto posto in classifica.

In casa Latina vige un clima disteso. Silvano Prandi sta alternando tutti i suoi uomini tra campionato e coppa. È prevedibile, dunque, che il turn over venga attuato anche nella gara di domani. A parlare prima del match è stato l’opposto austriaco Jakub Jarosz, che nonostante la nazionalità comune con gli avversari di coppa, non ha mai affrontato una squadra austriaca. “Non so cosa aspettarmi -ha detto Jarosz-. Nella Coppa non si possono fare tanti calcoli essendo ad eliminazione diretta. Quindi dobbiamo pensare solo a vincere tutte e due le gare”. Piedi per terra e concentrazione a mille per il capitano Daniele Sottile, che presenta la gara come “una sfida difficile”. L’obiettivo è vincere per “dimenticare in fretta la sconfitta a Castellana Grotte”.

Arbitri dell’incontro saranno il ceco Jeromir Antusak e il danese Jan Herneth, supervisore il bosniaco Drazenko Haracic.

Comments

comments

  • vale

    Speriamo che non comincino a brillare proprio qui da noi…………W L’Andreoli

MandarinoAdv Post.