Website Security Test
Banner Bodema – TOP

Calcio, Latina pareggia all’ultimo minuto

Un calcio di rigore realizzato da Cejas al quarto minuto di recupero regala al Latina un pareggio insperato. Poco prima era stato Alessandro Tulli a riaprire il match.

Al “Francioni” finisce 2-2 tra Latina e Benevento. I nerazzurri restano in testa alla classifica, in attesa del posticipo di lunedì tra Pisa e Sorrento, in coabitazione con il Frosinone che ha pareggiato in rimonta e con lo stesso punteggio a Perugia.

La partita – È il cuore che si dimostra grande nei momenti di difficoltà. Il Latina sotto di due reti per quasi 90′, riesce ad acciuffare un pareggio mai considerato. Pecchia schiera il solito 4-3-3. L’unica novità è rappresentata dai due esterni di difesa, Agius e Milani, che cambiano di fascia. Il capitano torna a destra mentre il maltese si posiziona dalla parte opposta. Davanti a Bindi i centrali di difesa sono De Giosa e Cottafava. A centrocampo fiducia rinnovata per Sacilotto con Burrai e il rientrante Cejas al posto di Gerbo. Davanti, a supporto dell’unica punta Kola, agiscono Tortolano a sinistra e Burrai a destra. Il Benevento di Ugolotti risponde col 4-4-2. Partenza ad alti ritmi. Al 14′ De giosa commette un fallo dal limite dell’area di rigore. Mancosu spara direttamente su Bindi che respinge corto sui piedi di Cipriani. L’attaccante colpisce a botta sicura ma non aveva fatto i conti con il portiere nerazzurro che compie un autentico miracolo. L’azione, però, si conclude con il fallo di mano di Burrai proprio all’altezza dell’area di porta. Per l’arbitro Cifelli di Campobasso è rigore. Sul dischetto Marco Mancosu non perdona. La risposta dei padroni di casa non arriva. Ci prova Burrai con una botta dai 20 metri che finisce alta sopra la traversa. Al 38′ Pecchia usufruisce del primo cambio a disposizione. Fuori Tortolano dentro Tulli. La sostituzione si rivelerà efficace. Qualche minuto dopo il Benevento va vicino al raddoppio sul tap-in di Cipriani che, servito da un cross di Marchi, colpisce il palo. La prima frazione si conclude col vantaggio degli ospiti.

La reazione nerazzurra – Il Latina deve reagire. E lo fa al 6′ con Tulli che costruisce una nitida azione da goal. All’8′ ancora Latina in avanti. Lancio lungo per Agius che entra in area, si libera della marcatura di Siniscalchi e poi cade. Per l’arbitro, però, è simulazione. Agius, già ammonito in precedenza, viene mandato sotto la doccia. Il colpo del ko sembra arrivare al 18′. Angolo per il Benevento. Dalla bandierina si presenta Marchi che pesca Rajcic in area di rigore. La sponda del centrocampista giunge sui piedi di Cipriani che affonda Bindi con un preciso colpo sotto la traversa. Con un uomo in meno e sotto di due goal, per il Latina la partita sembra chiusa. Tanto più che il Benevento pare non accontentarsi. Al 24′ Cipriani in giornata di grazia si fa tutta la fascia palla al piede. Mette il pallone al centro dove trova l’inzuccata difensiva di Cejas. Il pacco, però, torna in consegna alla punta beneventina che di testa colpisce ancora una volta il palo. La parità numerica in quantità di uomini si ristabilisce al 36′. Falzarano, entrato in campo da 25″, entra duro su Barraco. Rosso diretto e speranze riaccese per i pontini. La forza della disperazione permette a Pecchia di inserire Pagliaroli al posto dello spento Kola. Nell’area di rigore ospite arrivano spioventi da tutte le parti. E proprio su uno di questi, arriva il goal che accende il lume del Latina. Dal calcio d’angolo di Burrai, Alessandro Tulli approfitta del tocco di testa di De Giosa per infilare il pallone alle spalle dell’incolpevole Gori. L’arbitro Cifelli assegna 4 minuti di recupero. Tanto basta per far accadere l’incredibile. Al 49′ palla dentro di Sacilotto, sponda di De Giosa per Angelilli che supera De Risio e viene steso. Stavolta non ci sono dubbi: calcio di rigore. Dagli undici metri si presenta l’ex Cejas che, con estrema freddezza, non sbaglia. Il fischio finale arriva come una liberazione per gli ospiti. Il Latina riesce ad ottenere un punto fondamentale per come si era messa la partita fino agli istanti conclusivi.

LATINA – BENEVENTO 2-2

Latina (4-3-3): Bindi, Milani, Agius, Cejas, Cottafava, De Giosa, Barraco, Burrai (13’st Angelilli), Agodirin (36’st Pagliaroli), Sacilotto, Tortolano (38’pt Tulli). A disp.: Ioime, Bruscagin, Cafiero, Gerbo. All.: Pecchia
Benevento (4-4-2): Gori, D’Anna, Bolzan, Davì, Siniscalchi, Mengoni, Pedrelli (36’st Falzarano), Rajcic (20’st De Risio), Cipriani (31’st Germinale), Mancosu, Marchi. A disp.: Mancinelli, Rinaldi, Buonaiuto, Altinier. All.: Ugolotti.
Marcatori: 15’pt Mancosu (rig.), 19’st Cipriani, 47’st Tulli, 50’st Cejas (rig.)
Arbitro: Cifelli di Campobasso. Assistenti: Tozzi di Ostia Lido e Pignone di Empoli
Note – Espulsi: 8’st Agius per doppia ammonizione, la seconda per simulazione; 37’st Falzarano per gioco violento. Ammoniti: De Giosa, Burrai, Rajcic, Agius, D’Anna, Davì, Milani, Pedrelli, Siniscalchi, Marchi. Recupero: 3’pt – 4’st

Comments

comments

  • ugo

    Grande Latina, pareggio agguantato all’ultimo minuto nonostante l’arbitraggio parziale e disastroso. Boato del Francioni al 95′ che dà il giusto tributo ad una squadra che non molla mai. E posso dire… io c’ero.

MandarinoAdv Post.